Search

Claudio Catanese. Un caro ricordo.

Claudio Catanese. Un caro ricordo.
Un po’ di ricordi sparsi di Claudio. Nel gruppo alcuni di noi lo conoscevano da tantissimo tempo, da oltre quarant’anni e lo ricordano sempre pieno di vita e di iniziative. Ricordano, in particolare, la sua esperienza di “Blue Cobalto”, un ritrovo culturale ed artistico nel cuore del centro storico di Napoli in cui, in anni di “riflusso”, tenne viva la cultura anarchica in città. Tutti poi di lui ricordiamo le lunghe chiacchierate in cui riusciva a a mettere insieme la controcultura libertaria con l’anarchismo sociale. Poi, alcuni anni fa, aderì al Gruppo “Mastrogiovanni” della F.A.I. e cominciammo a vederci ancora... Leggi tutto

Napoli, marzo 2001

Napoli, marzo 2001
I fatti di marzo 2001 a Napoli sono indicativi per comprendere il senso complessivo di quell’anno terribile ed allo stesso tempo pieno di speranze in un mondo diverso e possibile. Indicativi soprattutto per tre ordini di motivi: innanzitutto perché – anche se non fu certo il primo episodio a livello internazionale – diede pienamente il senso della strategia statale contro un enorme movimento di massa ed il suo sogno di un ordine sociale altro, un movimento che si opponeva con tutte le sue forze alla messa in atto degli “accordi di libero mercato” che, messi in atto, hanno distrutto le... Leggi tutto

Un disastro naturale, sociale, politico

Un disastro naturale, sociale, politico
Umanità Nova – d’ora in poi UN: Il 23 novembre del 1980 l’Italia meridionale venne sconvolta da un notevole terremoto, che produsse migliaia di morti, decine di migliaia di feriti, intere cittadine del tutto distrutte e molte altre sopravvissute ma con profonde ferite nel tessuto urbano. Dal punto di vista politico i fenomeni più rilevanti furono due, speculari: da un lato il ritardo enorme nei soccorsi e la successiva speculazione nella ricostruzione, dall’altro l’enorme slancio di solidarietà concreta ed immediata da parte delle popolazioni di tutta Italia. Uno di quelli che era presente a quegli eventi era un membro della... Leggi tutto

Il voto è un inganno

Il voto è un inganno
I padroni che hanno il potere,  attraverso i loro politici ci hanno distrutto la sanità con la diminuzione drastica dì ospedali, ambulatori e tagli di personale dì ogni ordine e grado;EPPURE NOI SIAMO ANDATI A VOTARE. Hanno fatto a pezzi la scuola legandola all’ultimo gradino della scala sociale e condizionandola al profitto, al denaro come se fosse un’azienda facendo diventare una MERCE il sapere, la cultura l’istruzione, EPPURE NOI SIAMO ANDATI A VOTARE. La disoccupazione avanza e dilaga in ogni ambiente di lavoro perché non siamo noi  lavoratori e proletari a godere del progresso delle macchine e della scienza ma... Leggi tutto

Il capitalismo è più pericoloso del coronavirus

Il capitalismo è più pericoloso del coronavirus
Testo e file di un volantino che stiamo attacchinando in città sul tema della sanità. “IL CAPITALISMO È PIÙ PERICOLOSO DEL CORONAVIRUS” Con il pretesto della lotta agli sprechi, tutti i governi hanno distrutto in 30 anni una assistenza sanitaria conquistata dalle lotte sociali degli anni passati, riducendo ospedali, presidi sanitari, terapie intensive e personale sanitario. La pioggia di miliardi di euro propagandata da governo e regioni servirà solo a gonfiare le tasche già piene dei grandi imprenditori: di conseguenza qualsiasi virus o patologia può essere fatale per migliaia di persone, colpendo chiaramente i soggetti più deboli, anziani, disoccupati e migranti. La politica dei governi opera... Leggi tutto

Primo maggio anarchico

Primo maggio anarchico
TRIESTE Compagne e compagni hanno attraversato strade e piazze in vari punti della città con cartelli e striscioni. Sono stati messi dei fiori e dei cartelli in alcuni punti particolari della storia proletaria di Trieste: dalla targa in p.unità che ricorda la promulgazione delle leggi razziali fasciste alla targa in piazza borsa che ricorda i lavoratori uccisi durante lo sciopero generale del 1902. Da p.puecher (dove negli anni cinquanta si tenevano i comizi anarchici per il primo maggio) a campo san giacomo. Decine e decine le copie del nuovo Germinal diffuse nelle strade. La sede del Gruppo Anarchico Germinal è... Leggi tutto

Solidarietà autogestita, mutuo appoggio e lotta (aggiornato)

Solidarietà autogestita, mutuo appoggio e lotta (aggiornato)
Da quando è scoppiata l’emergenza coronavirus sono nate ovunque reti di solidarietà dal basso. Spazi occupati, collettivi, gruppi anarchici, centri sociali, associazioni di quartiere stanno dando vita a molteplici forme di mutuo appoggio che cercano di sfuggire dalle strette maglie degli aiuti istituzionali e della protezione civile. Parallelamente vi sono anche campagne di mobilitazione e lotta che cercano di rompere la cappa oppressiva e liberticida in cui siamo immersi (e che nulla ha a che fare con il contrasto dell’epidemia). Non potendo ovviamente dare conto di tutte ci limitiamo a segnalare principalmente quelle promosse da gruppi della Federazione Anarchica Italiana... Leggi tutto

Ennio Carbone ci ha lasciati

Ennio Carbone ci ha lasciati
E’ sempre difficile ricordare il compagno che è stato l’amico di una vita, particolarmente dei tuoi anni giovanili, che è scomparso all’improvviso, per un tumore fulminante al pancreas, dopo che ti sei visto con lui pochi giorni prima e nulla faceva presagire quello che sarebbe successo – anzi, ti comunicava che, dopo tanti anni che era stato per lavoro in giro per il mondo, aveva ottenuto il trasferimento come Docente Ordinario di Patologia Generale dall’Università di Catanzaro a quella di Napoli, per cui si faceva immettere nella chat del Gruppo “Mastrogiovanni” per potervi partecipare. Il tutto mentre parlava dei suoi... Leggi tutto

Il Capitale all’attacco

Il Capitale all’attacco
“Il potere è fare quello che vuoi sapendo che nessuno ti potrà mai fermare “ (Edward Norton – Motherless Brooklyn) Se qualcuno aveva dubbi residui sul potere sovrastatale delle multinazionali eccolo accontentato dagli ultimi eventi: due vertenze simbolo, tutt’e due al sud, stanno mettendo in discussione posti di lavoro per oltre 20.000 lavoratori complessivamente (e ci limitiamo solo a queste). La Whirpool, multinazionale americana nel settore degli elettrodomestici, ha deciso di chiudere lo stabilimento di Napoli (400 lavoratori) e questo dopo aver già chiuso, in un’ottica di riduzione dei costi, negli ultimi sei anni lo stabilimento di Trento (500 lavoratori... Leggi tutto

Un altro giro di danza

Un altro giro di danza
La campagna elettorale permanente sta accelerando verso il suo apice: la celebrazione del gran ballo in maschera della democrazia. Fissato per la primavera 2018, invitati tutti. L’ipnotico richiamo delle urne incanta, ancora una volta, la sinistra radicale, che si lancia nell’ennesima ricerca di rappresentanza elettorale finendo per restituire fiducia all’organizzazione sociale specifica della classe dominante: lo stato. Il pifferaio magico e la sua suadente melodia della conquista del potere politico, o per lo meno di una sua fetta, come mezzo per fare avanzare le conquiste sociali incanta ancora una volta certe fazioni politiche e la recente discesa in campo di... Leggi tutto

Contro il Bus della Vergogna

Contro il Bus della Vergogna
COMUNICATO DEL GRUPPO ERRICO MALATESTA – FEDERAZIONE ANARCHICA ITALIANA – NAPOLI. 27.09.2017 Il cosiddetto “Bus della libertà”, vero e proprio BUS DELLA VERGOGNA invece, ha iniziato il suo tour, finanziato tramite crowdfunding e organizzato da CitizenGo— fondazione ultra-cattolica spagnola che ha già organizzato bus in Spagna, Messico, Cile, Colombia e Stati Uniti—e da Generazione Famiglia, che si richiama all’associazione francese La Manif pour tous. Filippo Savarese, membro di Generazione Famiglia è responsabile di CitizenGo Italia, è tra gli organizzatori assieme a Massimo Gandolfini, Portavoce del Family Day. Il bus è anche appoggiato dal partito Popolo della Famiglia di Adinolfi. Il... Leggi tutto

Verità e giustizia per Ibrahim, morto di razzismo e malasanità

Verità e giustizia per Ibrahim, morto di razzismo e malasanità
Corteo mercoledì 12 luglio a Napoli da Piazza Garibaldi a Piazza Plebiscito, dietro alla bandiera nera, nera come IBRAHIM MANNEH, Ivoriano di 24 anni, ucciso da peritonite per omissione di soccorso, lunedì 10 luglio all’ Ospedale Loreto Mare, nera come il nostro lutto per lui, nera come l’anarchia. Lo striscione molto velocemente passa nelle mani degli Africani di Napoli che si sono fatti spiegare cos’era la A cerchiata su fondo nero e lo portano per rivendicare un mondo senza confini, creati dallo Stato per sfruttare meglio seminando odio, razzismo e infine morte. Non lo mollano più fino alla Prefettura. “Inalbererò... Leggi tutto

“‬Suonata è già l'ora bisogna lottar‭”*

“‬Suonata è già l'ora bisogna lottar‭”*
Nelle assemblee Non Una Di Meno verso‭ ‬il‭ ‬26-27‭ ‬novembre‭ ‬a Roma,‭ ‬si è subito pensato a l’indomani del‭ ‬25‭ ‬Novembre.‭ ‬La Giornata Internazionale Per L’eliminazione Della Violenza Contro Le Donne non doveva essere il traguardo bensì la nostra linea di partenza.‭ ‬La rinascita del femminismo è stata vissuta con entusiasmo durante questo percorso,‭ ‬venendo poi confermata dall’immenso successo della manifestazione nazionale del‭ ‬26:‭ ‬una marea di voci di donne si fanno sentire malgrado la censura dei media. Migliaia di donne sono scese in piazza e hanno sfilato con orgoglio attraverso Roma‭ ‬per rivendicare l’autodeterminazione,‭ ‬centinaia di loro hanno partecipato... Leggi tutto

Il razzismo si vede dal‭ “‬Mattino‭”?

Il razzismo si vede dal‭ “‬Mattino‭”?
Mercoledì‭ ‬4‭ ‬gennaio‭ ‬2017,‭ ‬a Napoli,‭ ‬centro storico,‭ ‬zona di Forcella,‭ ‬alcuni giovani camorristi,‭ ‬emissari di uno dei clan che si contendono la zona,‭ ‬passano a riscuotere il pizzo dai bancarellari.‭ ‬Un extracomunitario si rifiuta di sottostare all’estorsione.‭ ‬Un paio di amici lo sostengono.‭ ‬I camorristi tornano poco dopo con rinforzi,‭ ‬sparano nel mercatino affollato,‭ ‬gambizzano i tre,‭ ‬ferendo al piede anche una bambina di‭ ‬10‭ ‬anni che si trovava in zona per fare acquisti. A quest’ultima va naturalmente tutta la nostra solidarietà,‭ ‬ma non può non colpirci il fatto che,‭ ‬negli annunci dei telegiornali e ancor più negli incipit... Leggi tutto

Eroi del serial Gomorra

Eroi del serial Gomorra
‭“‬Nonostante il freddo qui l’aria è benefica e balsamica come non l’ho mai respirata,‭ ‬credo che qui si dimentichi il resto del mondo e si desideri star qui con i propri cari,‭ ‬vedere e respirare.‭ ‬Abitiamo sul mare con una vista meravigliosa e credo a ciò che dicono i napoletani,‭ ‬che il buon Dio quando vuol prendersi un’ora piacevole si affaccia alla finestra del cielo e guarda qui.‭ ‬E se il re di Napoli,‭ ‬mi nominasse arcivescovo da qualche parte,‭ ‬o se il papa mi permettesse di avere te e i miei cari accanto,‭ ‬potresti venire qui con i nostri... Leggi tutto
1 2