Search

Fronti di guerra. Frontiere, CPR, prigioni libiche, missioni all’estero

Fronti di guerra. Frontiere, CPR, prigioni libiche, missioni all’estero
La linea invisibile I confini sono linee tracciate sulle mappe. In mare, in montagna, tra i boschi sono invisibili, fatti di nulla. Solo uomini e donne in armi li rendono veri, solo gli eserciti trasformano quei sottili tratti neri nella barriera che separa i salvati dai sommersi, chi ha la libertà di muoversi e chi non ce l’ha. Il Mediterraneo è da decenni un enorme sudario azzurro che avvolge e inghiotte le vite di migliaia di uomini, donne e bambini in viaggio. Chi lucra sulle loro vite, chi li tortura e li ricatta nelle prigioni libiche lo fa con il... Leggi tutto

Primi passi della difesa europea

Primi passi della difesa europea
Mi pare opportuno fare il punto su alcuni aspetti dell’antimilitarismo, non sempre sotto i riflettori ma che, tuttavia, sono emersi nel corso degli incontri tenutisi a Milano del 9 e 10 ottobre scorsi durante l’assemblea antimilitarista ed il successivo convegno della FAI. Vi sono due elementi decisivi nel disegnare il futuro quadro del mondo militare: i nuovi assetti geopolitici e l’evoluzione dell’apparato industriale militare. Dal punto di vista geopolitico i fattori di novità sono da un lato il Mediterraneo che dilata i propri confini geografici disegnando una nuova dimensione – il “Mediterraneo allargato” – e dall’altro l’Africa al centro delle... Leggi tutto

Le radici coloniali delle crisi climatiche. Un percorso verso la resilienza.

Le radici coloniali delle crisi climatiche. Un percorso verso la resilienza.
Prendendo spunto da un interessante articolo apparso su Crimethinc, si è qui voluto riproporre non solo e non tanto la traduzione del medesimo, quanto una riflessione sulla stretta connessione fra cambiamenti climatici e resilienza sociale. Il tema, per quanto possa apparire desueto, ripropone una criticità fondamentale del sistema socio-economico così come lo conosciamo, incentrato sulle aree urbane e sull’atomizzazione. Due fattori, questi, che minano alla base quel meccanismo di mutuo aiuto che è stato per centinaia di secoli il principale fattore generativo delle comunità come forma di protezione collettiva e di condivisione. Fuori da ogni retorica di stampo primitivista o... Leggi tutto

La condizione di Haiti, paradigma del nostro tempo

La condizione di Haiti, paradigma del nostro tempo
Come possiamo descrivere le enormi contraddizioni della nostra contemporaneità? Credo che usare metafore e similitudini sia sempre un buon compromesso tra una spiegazione semplice e la complessità che necessariamente deve essere chiarita e semplificata. Credo, quindi, che utilizzare Haiti come paradigma utile a spiegare le contraddizioni del nostro tempo possa garantire quel compromesso fra la complessità in atto e la necessità di fare i conti con le poche righe di questo articolo. Haiti rappresenta un tema continuamente dibattuto su giornali e riviste di varia natura e la sua continua attualità risulta dalla situazione di costante precarietà ed emergenza. Qualche numero... Leggi tutto

Libertà per Jan! Contro le condizioni sociali autoritarie, a Norimberga e ovunque!

Libertà per Jan! Contro le condizioni sociali autoritarie, a Norimberga e ovunque!
Partecipate alla manifestazione del 16.10.2021! Il nostro amico e compagno Jan deve andare in prigione per un anno e due mesi, e a Norimberga ne sono responsabili uno stato autoritario e una magistratura particolarmente statalista e di parte. Anche se Jan avesse fatto le cose di cui è stato accusato, non avremmo accettato queste sentenze e avremmo annunciato la nostra resistenza – ora a maggior ragione. Perciò invitiamo tutti gli anarchici, gli antiautoritari e le persone solidali ad andare alla grande manifestazione del 16.10.2021 a Norimberga per portare la nostra solidarietà con il nostro amico e compagno Jan così come... Leggi tutto

IFA magazine

IFA magazine
E’ uscito il secondo numero dell’IFA Magazine. Il numero che trovate al link presenta contributi da parte di diverse federazioni, soprattutto europee, su temi diversi, oltre ad alcuni comunicati internazionali. Sono contributi vari scritti in momenti diversi. È anche lo specchio di un’attività di collegamento, di scambio e di solidarietà che si è mantenuta in questo periodo nonostante sia stato molto difficile, senza la possibilità di vedersi di persona, rendere continuo il confronto nell’internazionale. Per avere una versione stampabile in pdf scrivete all’indirizzo della crint: crint@federazioneanarchica.org https://i-f-a.org/2021/09/11/ifa-magazine-for-2021/ https://i-f-a.org/wp-content/uploads/2021/09/IFA-Issue-2-web.pdf Leggi tutto

Verso i punti di non ritorno?

Verso i punti di non ritorno?
Ogni conferenza delle Parti della Convenzione Quadro delle Nazioni Unite sui Cambiamenti Climatici (COP) è preceduta da un incontro preparatorio che si tiene qualche settimana prima ed è per questo chiamato Pre-COP. L’Italia ha ospitato l’evento presso il Centro Congressi di Milano, MiCO, dal 30 settembre al 2 ottobre 2021. La Pre-COP riunisce i ministri di una cinquantina di paesi, i rappresentanti del Segretariato dell’UNFCCC, i presidenti degli Organi Sussidiari della Convenzione e una serie di “attori” della società civile impegnati nelle questioni legate al cambiamento climatico e alla transizione verso lo sviluppo sostenibile. I convenuti, in questo contesto, hanno... Leggi tutto

Finanziamento popolare del documentario: “Jura libertaire” Le montagne giurassiane, centro mondiale dell’ anarchismo del XIX secolo.

Finanziamento popolare del documentario: “Jura libertaire” Le montagne giurassiane, centro mondiale dell’ anarchismo del XIX secolo.
Orologiai e socialisti libertari Fate un dono per rianimare una memoria operaia da cui possiamo trarre delle idee per l’avvenire ! CAVE Coopérative Audio Visuelle d’Entraide Soleil 9, 2302 La Chaux-de-Fonds 032/ 941.35.35 (il mattino chiedere di Michel Némitz) 078/ 829.07.22 – 032/ 968.19.48 cave@espacenoir.ch – https://www.lacave.zone Il documentario divulgherà la storia della Fédération jurassienne dell’Associazione Internazionale dei Lavoratori et dei suoi successori sindacalisti rivoluzionari in risonanza (o no…) con la nostra epoca, attraverso i concetti attuali di lotte sociali, della presa di coscienza ambientale, del femminismo, del municipalismo libertario e delle pratiche autogestite che da qualche tempo sono al... Leggi tutto

Mentre la Grecia brucia lo stato consolida il suo potere

Mentre la Grecia brucia lo stato consolida il suo potere
In Grecia, questa estate, mentre i peggiori incendi degli ultimi decenni erano fuori controllo, i casi di COVID-19 sono aumentati, guidati da un’economia dipendente dal turismo e da un movimento anti-vaccino simile a quello degli Stati Uniti. Nel frattempo, nella sua posizione di guardiano dell’immigrazione Europea, il governo greco continua a dare risposte autoritarie alla crisi umanitaria. Tuttavia, le catastrofi ecologiche potrebbero presto mettere molti greci in una situazione analoga a quella in cui si trovano oggi i rifugiati . Da questo punto di vista, la situazione in Grecia ci offre uno sguardo su un futuro distopico in cui governi... Leggi tutto

Draghi e il progetto segregazionista europeo

Draghi e il progetto segregazionista europeo
Il 6 aprile 2021, circa un paio mesi dopo il suo insediamento, due incontri internazionali davano occasione al nuovo premier italiano di illustrare, per la prima volta, pubblicamente, la propria visione della politica estera nazionale ed europea. Quel giorno, infatti, Mario Draghi compiva il suo primo viaggio in Libia come presidente del consiglio trovando modo, durante le dichiarazioni congiunte col nuovo capo del governo libico Abdel Hamid Mohamed Dbeibah, di esprimere “soddisfazione per quello che la Libia fa nei salvataggi” e garantire un rinforzo del supporto che l’Italia offre a tali operazioni. Il premier italiano non poteva non sapere che... Leggi tutto

Agosto 2021, repressione in Bielorussia

Agosto 2021, repressione in Bielorussia
È passato più di un anno dall’inizio delle proteste in Bielorussia a causa dei brogli elettorali. Molti dei nostri compagni sono stati messi dietro le sbarre, molti hanno dovuto fuggire dal paese, l’attività pubblica è ostacolata non solo per gli anarchici ma per tutte le associazioni e gruppi dissidenti. Di seguito un breve aggiornamento sullo stato della repressione in Bielorussia, con un focus particolare su anarchici e antifascisti. Cercheremo di pubblicare questi aggiornamenti alla fine di ogni mese. Repressione contro anarchici e antifascisti Altri quattro anarchici sono stati arrestati con l’accusa di carattere penale per aver partecipato alle proteste di... Leggi tutto

Shortage. La razionalità del mercato elimina i più deboli.

Shortage. La razionalità del mercato elimina i più deboli.
Shortage è un termine col quale dovremo cominciare a familiarizzare, nulla di assurdo, solo un nome più “yeah” per chiamare la penuria di alcuni prodotti e giustificare l’aumento dei prezzi. Andiamo però per ordine, rispolveriamo brevemente un po’ di concetti economici elementari. Uno shortage può essere considerato o in conseguenza di una carenza produttiva o per un eccesso di domanda, l’esito è quasi sovrapponibile, cioè i prezzi aumentano per tutta una serie di motivi che le varie scuole economiche hanno analizzato. Indipendentemente però dalle possibili cause, che in parte analizzeremo più avanti, quello che interessa maggiormente è l’aumento del prezzo... Leggi tutto

Pandemia e Capitale. Arriva la Grande depressione?

Pandemia e Capitale. Arriva la Grande depressione?
Cominciamo con alcune notizie sulla pandemia riportate sulla stampa. Il 20 maggio Adnkronos riporta la proposta, avanzata dal presidente e amministratore delegato Pfizer Albert Bourla, di rinnovare anno dopo anno il vaccino contro il Covid-19, come per l’influenza stagionale. Gli fa eco Ugur Sahin, co-fondatore e amministratore delegato di BioNTech: “Ci sono prove crescenti che il Covid-19 continuerà a rappresentare una sfida per la salute pubblica per anni”. Al netto degli evidenti interessi economici della multinazionale del farmaco, che comunque continua a fare il bello e il cattivo tempo sulla fornitura dei vaccini, non è improbabile che la previsione suddetta... Leggi tutto

Sull’oppressione di genere – Le donne afghane hanno bisogno di essere salvate?

Sull’oppressione di genere – Le donne afghane hanno bisogno di essere salvate?
Quando i talebani hanno preso il controllo dell’Afghanistan, il 16 agosto 2021, aleggiava un senso di déjà vu. Decenni dopo l’11 Settembre, proprio mentre lə accademicə stavano riuscendo a smontare la narrazione delle femministe salvatrici bianche che giustificavano “la guerra al terrorismo per salvare le donne musulmane”, sembra che la storia si stia ripetendo. Mi sono imbattuta negli impressionanti notiziari dei canali mainstream – CNN, SKY NEWS, BBC – mostrare gli appelli di donne artiste e giornaliste afghane. Scoppiavano a piangere ed invocavano la protezione della NATO e del mondo occidentale che, per decenni, avevano promesso loro di difenderle dai... Leggi tutto

Note sul Messico – Quando e perché si è fottuto un paese

Note sul Messico – Quando e perché si è fottuto un paese
Claudio Albertani, Fabiana Medina, “In che momento si è fottuto il Messico?”, quaderni di Collegamenti per l’Organizzazione Diretta di Classe, luglio 2021. Messico, paese in cui la violenza omicida padronale, statale e patriarcale raggiunge livelli inauditi ma, anche, paese fecondo di utopie e di movimenti di ribellione. In questo saggio, agile ma esauriente, Claudio Albertani e Fabiana Medina ci permettono di fare il punto della situazione. Il titolo ricalca volutamente la domanda “In che momento si era fottuto il Perù” che Vargas Llosa mette in bocca al protagonista del suo romanzo “Conversazione nella Cattedrale”. In che momento, allora, si è... Leggi tutto
1 2 3 12