Search

Razzismo fa rima con paura

Razzismo fa rima con paura
Per riuscire a raggiungere e mantenere una,‭ ‬anche piccola,‭ ‬posizione nel sistema di potere occorre avere oggi delle capacità che esulano da quelle meramente politiche.‭ ‬Sono molti i personaggi che hanno costruito la loro brillante carriera in modo diverso da quello tradizionale,‭ ‬facendosi strada ieri negli studi televisivi e oggi su Internet.‭ ‬In ogni caso,‭ ‬come nel passato,‭ ‬uno dei modi per acquisire popolarità è quello di fare in modo che il proprio nome compaia quotidianamente nella cronaca,‭ ‬che sia sempre presente nell’interminabile racconto dei mezzi di comunicazione di massa.‭ ‬Per ottenere questo risultato non è necessario rilasciare dichiarazioni memorabili... Leggi tutto

Sabotare la valutazione

Sabotare la valutazione
Nelle ultime settimane gli attacchi al DDL‭ “‬Buona Scuola‭” ‬si sono moltiplicati ed hanno assunto forme svariate di lotta:‭ ‬dai flash mob all’autorganizzazione,‭ ‬passando per la proclamazione di scioperi di settore.‭ ‬Eppure,‭ ‬al di là della lotta condotta nelle piazze che pure è stata rumorosa e determinata,‭ ‬una manifestazione di dissenso su tutte ha raccolto le ire del Ministro dell’istruzione Giannini,‭ ‬di Matteo Renzi e del sottosegretario Faraone:‭ ‬il boicottaggio delle prove invalsi. C’è da sottolineare che su tale versante CGIL,‭ ‬CISL e UIL non hanno aperto bocca‭; ‬mentre altre sigle sindacali hanno lanciato una campagna di boicottaggio che si... Leggi tutto

Bella ciao.‭ ‬Una Barriera contro il razzismo

Bella ciao.‭ ‬Una Barriera contro il razzismo
‬Mercoledì‭ ‬27‭ ‬maggio.‭ ‬Una discarica sociale.‭ ‬In via Germagnano ci sono i camion dell’Amiat,‭ ‬ci sono i cani brutti e malati che nessuno vuole,‭ ‬ci sono gli esseri umani che la povertà e uno stigma perdurante relegano in posti tutti uguali.‭ ‬Lontano dalle abitazioni,‭ ‬vicino al fiume e all’immondizia.‭ ‬Quando arriviamo al campo sull’angolo ci sono già polizia e qualche fascista.‭ ‬Oggi è il giorno delle fiaccole:‭ ‬i fascisti di Fratelli d’Italia che hanno organizzato un corteo proprio in via Germagnano:‭ ‬vogliono cacciare tutti,‭ ‬perché tutti sono colpevoli.‭ ‬Colpevoli di cosa‭? ‬Colpevoli di esistere.‭ ‬Quando il dito si leva contro... Leggi tutto

Il Municipalismo libertario e l’insurrezione vittoriosa

Il Municipalismo libertario e l’insurrezione vittoriosa
Si trova spesso su Internet qualcuno che esalta la pratica libertaria municipalista,‭ ‬facendo spesso un po‭’ ‬di confusione.‭ ‬Si critica l’atteggiamento del Movimento Anarchico‭ “‬ufficiale‭”‬,‭ ‬che vedrebbe questa pratica con riserva,‭ ‬mentre sarebbe pronto ad esaltarla quando si manifesta in luoghi lontani nello spazio,‭ ‬come nella Rojava,‭ ‬o nel tempo,‭ ‬come le collettività libertaria durante la guerra civile spagnola del‭ ‬1936-‭’‬39.‭ ‬Quando il municipalismo libertario viene proposto in Italia,‭ ‬come strumento di intervento immediato nelle comunità e di percorso per la realizzazione di una societa‭’ ‬libertaria,‭ ‬si dice,‭ ‬e‭’ ‬tacciato di riformismo,‭ ‬qualunquismo,‭ ‬di voler entrare nei meccanismi della democrazia... Leggi tutto

Il matrimonio gay come istituzione conservatrice

Il matrimonio gay come istituzione conservatrice
La settimana scorsa il‭ ‬62,1‭ ‬%‭ ‬degli irlandesi ha detto‭ “‬sì‭” ‬all’estensione del diritto di contrarre matrimonio alle persone omosessuali. 22‭ ‬stato del mondo(contando per uno gli Stati Uniti,‭ ‬in realtà sono legali in‭ ‬38‭ ‬stati su‭ ‬50‭) ‬ad adottare i matrimoni gay,‭ ‬ma primo a farlo attraverso una consultazione referendaria. Già questo pone una questione di non poco conto,‭ ‬anche da un punto di vista meramente riformista:‭ ‬dell’esito positivo del referendum ci si potrebbe anche rallegrare,‭ ‬perchè la totale privazione di diritti in quanto persone dello stesso sesso non rende la vita proprio facile,‭ ‬e,‭ ‬piaccia o meno,‭ ‬in... Leggi tutto

A due anni da Gezi Park

A due anni da Gezi Park
Due anni fa iniziava in Turchia il movimento antigovernativo passato ormai alla storia come “rivolta di Gezi Park”, dal nome del parco nel centro della città di Istanbul che fu l’epicentro della protesta. Il 31 maggio del 2013, all’alba, le poche decine di manifestanti che avevano occupato il parco da due giorni per protestare contro un progetto di costruzione che avrebbe distrutto l’intera area verde, vengono sgomberati con la violenza dalla polizia che, accompagnata dalle ruspe, fa largo uso di lacrimogeni e idranti. Questa brutale aggressione poliziesca scatenerà una reazione di massa, una vera e propria rivolta, con manifestazioni in... Leggi tutto

Comunicato sulla giornata di lotta davanti i magazzini di SDA a Roma

Comunicato sulla giornata di lotta davanti i magazzini di SDA a Roma
Sono ormai settimane che la lotta dei facchini che lavorano all’interno dei magazzini di SDA va avanti per impedire un piano di ristrutturazione di cui al momento si conoscono solo gli effetti: da una parte la drastica riduzione del numero dei lavoratori all’interno degli hub, dall’altra sfiancare il sindacato Si. Cobas colpendo per primi i suoi iscritti. A Bologna sono settimane che si alternano tavoli di trattativa sui quali ciò che viene deciso viene smentito, nei fatti, nei giorni seguenti dai diktat che poste italiane impone a SDA (e non sembra che questo poi li faccia dispiacere troppo!!!). Tutto questo... Leggi tutto

Jobs Act: dopo l’euforia la doccia fredda ?

Jobs Act: dopo l’euforia la doccia fredda ?
Nei primi mesi dell’anno il governo non si è lasciato sfuggire l’occasione per lanciarsi in una serie di annunci trionfali che vantavano il miracolo compiuto dalla riforma del lavoro nel creare nuova occupazione. Peccato che si trattasse di solenni panzane, dovute ad una lettura “ad usum delphini” dei dati sull’occupazione forniti dall’Istat (ad esempio dimenticandosi di sottrarre le cessazioni). Un’operazione tanto smaccata e truffaldina che, uno dopo l’altro, ogni singolo annuncio è stato poi clamorosamente smentito nel giro di 48 ore da parte della stampa, dalla quale non sono mancate pesanti bordate e ironici commenti indirizzati al governo per avere... Leggi tutto

Pisa. Street parade antipro

Pisa. Street parade antipro
Sabato 23 maggio si è tenuta a Pisa la ormai tradizionale street parade antiproibizionista. Il comitato promotore nel suo appello ha ricordato che “da anni ormai il movimento antiproibizionista denuncia l’inutilità e i danni delle politiche repressive contro le persone che usano sostanze, arrivando a parlare di una vera e propria “questione proibizionismo”, in quanto molti dei problemi provenienti dal fenomeno dell’uso di droghe sono da ricondurre principalmente alle politiche antidroga stesse.” A queste politiche viene contrapposto “un avanzamento culturale, politico e sociale” che si concretizza nel sostegno alle pratiche e alle esperienze di riduzione dei rischi; nel contrasto della... Leggi tutto

Cosenza le sentinelle non passano, la piazza ce la siamo ripresa noi!

Cosenza le sentinelle non passano, la piazza ce la siamo ripresa noi!
Le sentinelle in piedi hanno fatto la loro becera comparsa anche a Cosenza. Nella giornata del 23 maggio scorso si sono radunati, raccattando gente dalla provincia, fra cui un paio di giovinastri legati a Forza Nuova, in piazza dei Bruzi. La città ha quindi assistito all’epifania di chi, negando la libertà per tutti e tutte, di contro rivendica la libertà per sé, e invoca in maniera evidentemente strumentale il diritto di esprimere, liberamente, le proprie idee che fanno dell’omotransfobia, della misoginia, dell’ottusità le proprie bandiere preferite. Al di là del fatto che non esiste libertà nella libertà,  tuttavia non vogliamo... Leggi tutto

Retate, arresti e portatori d’acqua a Torino

Retate, arresti e portatori d’acqua a Torino
Lo scorso 2 febbraio in Barriera era in corso una retata, una delle tante, in questa periferia troppo vicina al centro, dove vivono tanti immigrati. Non tutti hanno i documenti. Negli ultimi mesi i rastrellamenti del gruppo misto di polizia e alpini si sono fatti più frequenti. L’ostensione della Sindone, le pressioni dei comitati razzisti e dei fascisti di Fratelli d’Italia hanno reso più stretta la morsa disciplinare. Quella sera i militari sono incappati in un gruppo di antirazzisti che hanno provato a mettersi di mezzo. Pochi slogan ed è partita una carica, con inseguimento per corso Brescia: forse i... Leggi tutto

Aria di Pogrom a Torino

Aria di Pogrom a Torino
Tira una brutta aria a Torino. Negli ultimi mesi Lega Nord, Forza Nuova, Casa Pound, Fratelli d’Italia e “comitati spontanei” di destra hanno promosso iniziative contro i rom che vivono in città. La maggior parte vive in baraccopoli, alcune abusive, altre “autorizzate”: tutti in condizioni terribili. In lungo Stura Lazio da oltre un anno il comune ha tagliato l’acqua e, pezzo dopo pezzo sta sgomberando il campo. Una piccola parte dei baraccati è stata inclusa nella progetto “la città possibile”. Pochissime famiglie hanno avuto una casa, altri sono stati sistemati in social housing. Tutti hanno firmato un patto di emersione... Leggi tutto

No Expo

No Expo
L’agire rivoluzionario, nell’attraversare un percorso di trasformazione radicale delle relazioni politiche e sociali, è, costitutivamente, anche narrazione. La diffusione e l’accessibilità pressoché universale di strumenti di comunicazione ha enormemente amplificato il carattere discorsivo dell’azione di piazza. Sottile è il confine tra rappresentazione e rappresentanza. Su questo confine si giocano partite di egemonia, che spesso sfuggono all’analisi e al controllo di chi partecipa alle iniziative, pur avendo contribuito a costruirle. Il dibattito/scontro sul Primo Maggio milanese si inceppa su una faglia solida ma prismatica, dove si intrecciano più piani. Uno è quello dei media, che, come cinicamente rilevava qualche amante del... Leggi tutto

Sciopero o blocco degli scrutini?

Sciopero o blocco degli scrutini?
L’indizione da parte di CGIL, CISL, Gilda, Snals e UIL di due giorni di sciopero degli scrutini che è cosa, è bene ricordarlo, assai diversa dal blocco a oltranza degli stessi scrutini, determina una modificazione di non poco conto dello scenario per quanto riguarda l’opposizione al ddl Renzi Giannini. Dal punto di vista politico, indicendo congiuntamente lo sciopero i cinque sindacati “rappresentativi” della scuola mantengono unito il LORO fronte e, in qualche misura, confermano una capacità di relazione e di controllo nei confronti del movimento che si è sviluppato nell’ultimo mese. Dal punto di vista “tecnico” è interessante notare che... Leggi tutto

Dietro la lavagna di Renzi

Dietro la lavagna di Renzi
A seguito dei numerosi attacchi alla riforma “La Buona Scuola”portati avanti da studenti e docenti, il Presidente del Consiglio Renzi non ha trovato di meglio da fare, se non allestire l’ennesimo show televisivo in cui lui, e non il Ministro dell’Istruzione Giannini, spiega, in uno scenario precostruito, i fini e gli obiettivi del suo governo in materia di istruzione. Ebbene, Renzi può mettere in scena ciò che meglio crede, ma assolutamente non può far passare per riforma scolastica la “sua”: una riforma che non parla affatto di “didattica” e che assomiglia sempre di più ad un piano di organizzazione della... Leggi tutto
1 2 3 7