Search

Brevi dal mondo del lavoro

Brevi dal mondo del lavoro
Servizi educativi ancora sotto attacco Noi non ci stiamo‭! I servizi educativi gestiti dal Comune di Trieste‭ (‬asili nido,‭ ‬scuole dell’infanzia e ricreatori‭) ‬non stanno passando un buon momento. Il vento autunnale ha portato con sé tagli pesanti al personale supplente e alle dotazioni di materiali per le strutture,‭ ‬oltre ad una pesante cortina fumogena su queste ed altre problematicità. Gli educatori supplenti sono parte necessaria ed essenziale dei servizi educativi:‭ ‬infatti coprono malattie e congedi del personale di ruolo,‭ ‬non ricevendo alcun riconoscimento per la disponibilità ad essere contattati anche il giorno stesso della presa in servizio e spesso... Leggi tutto

Brevi dal mondo del lavoro

Brevi dal mondo del lavoro
Anche al San Carlo gli effetti devastanti della nuova riforma della Sanità lombarda La nuova legge sulla Sanità della regione Lombardia nel disegnare un nuovo assetto delle Aziende Ospedaliere e delle Asl a nostro avviso ha solo un compito specifico:‭ ‬gettare il massimo di confusione per meglio distruggere servizi attivi ed eliminare posti di lavoro con l’unico obbiettivo della riduzione dei costi.‭ L’applicazione di tale legge all’ospedale milanese del San Carlo Borromeo,‭ ‬ad esempio,‭ ‬ha significato colpire in questo momento‭ (‬per affondare‭?) ‬il sevizio del CPS‭ (‬Centro Psico Sociale‭) ‬di Corsico,‭ ‬struttura territoriale appartenente al Dipartimento di Salute Mentale‭ (‬DSM‭)‬.‭... Leggi tutto

Brevi dal mondo del lavoro

Brevi dal mondo del lavoro
Appello alla lotta Contro l’accordo vergogna sulla rappresentanza Sostieni anche tu la campagna! Difendiamo il sindacalismo conflittuale e di lotta per contrastare le politiche di austerity, razziste, di sfruttamento e di repressione! Difendiamo la libertà di espressione e il diritto di sciopero! Il 10 gennaio 2014 i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil, Ugl hanno firmato, insieme con i rappresentanti di Confindustria, un accordo (“Testo unico sulla rappresentanza”) che azzera la democrazia sindacale nelle aziende private, estendendo – e peggiorando – il modello Fiat-Pomigliano a tutte le aziende private. Confindustria (poi anche Confcooperative, Lega Coop e Agci), Cgil, Cisl... Leggi tutto

Brevi dal mondo del lavoro

Brevi dal mondo del lavoro
L’USI si mobilita a Modena contro‭ ‬la repressione C’era un sogno che i compagni a Modena stavano concretamente realizzando.‭ ‬Un sogno dal nome evocativo:‭ ‬spazio sociale‭ “‬Libera‭”‬.‭ ‬Una‭ “‬libera associazione‭” ‬che nasceva da una occupazione di una struttura in campagna dismessa e abbandonata a Marzaglia,‭ ‬dove i compagni di‭ “‬Libera‭” ‬stavano realizzando un luminoso progetto,‭ ‬uno squarcio di società futura,‭ ‬dove si coltivava l’uguaglianza,‭ ‬la fratellanza,‭ ‬la socialità,‭ ‬la solidarietà verso i più deboli,‭ ‬l’autoproduzione,‭ ‬l’autogestione.‭ ‬Tutte condizioni insopportabili per la mediocrità di chi gestisce il potere e persegue come fine le condizioni di privilegio del potere stesso.‭ Il potere... Leggi tutto

Brevi dal mondo del lavoro

Brevi dal mondo del lavoro
I cittadini solidali chiamano‭… ‬Altamura risponde‭ Centinaia di persone stamattina ad Altamura ci hanno messo la faccia pure loro‭… Come segreteria Nazionale USI sanità esprimiamo la nostra più grande soddisfazione per il risultato raggiunto oggi,‭ ‬dove nonostante il silenzio,‭ ‬centinaia di cittadini solidali hanno risposto all’appello lanciato spontaneamente attraverso la rete a sostegno di Francesco Papappicco e Francesca Mangiatordi.‭ ‬La manifestazione era stata lanciata dai cittadini in appoggio alla lotta‭ ‬dei due medici che da ormai da dodici‭ ‬giorni sono in sciopero della fame contro i procedimenti disciplinari che li vedono protagonisti loro malgrado.‭ ‬Una manifestazione che noi crediamo sia... Leggi tutto

La buona scuola: il Jobs Act nell'istruzione

La buona scuola: il Jobs Act nell'istruzione
      Una ristrutturazione selvaggia chiamata “riforma” 2010: la riforma Gelmini taglia seccamente posti di lavoro con due semplici mosse: introduzione del maestro unico e riduzione delle ore di lezione, Risultato: perdita di posti di lavoro docenti e non, perdita di ore di insegnamento per gli studenti 2015: dopo appena 5 anni e varie leggi di stabilità che hanno continuato a tagliare posti di lavoro e ad aumentare il numero di alunni per classe, la riforma Renzi- Giannini stucchevolmente denominata “la buona scuola” modifica radicalmente l’assetto della scuola pubblica, che assume un impianto rigidamente aziendalistico, senza eguali nel pubblico... Leggi tutto

ICP: No al taglio del 47% delle ore di lavoro

ICP: No al taglio del 47% delle ore di lavoro
Nel mese di giugno è stata indetta la gara dall’ICP per l’appalto delle pulizie ai Poliambulatori e all’ospedale di Sesto San Giovanni. La gara era basata sui migliori progetti e prevedeva l’inserimento di alcune attività aggiuntive, quindi nuovi lavori che in parte avrebbero sostituito alcune attività precedentemente svolte. La gara è stata vinta dalla Colser di Parma che ha stipulato con Cgil-Cisl-Uil un contratto di passaggio d’appalto con il taglio medio del 47% delle ore, con la motivazione che, non conoscendo l’appalto, il monte ore esatto su cui impiegare i lavoratori sarebbe stato definito l’azienda dopo una verifica dei suoi... Leggi tutto

Cina: 12 morti nel crollo di una azienda

Cina: 12 morti nel crollo di una azienda
Sono 14 i morti e 33 i feriti nel crollo di una azienda nella provincia del ZheJiang. Lo scorso 4 Luglio, nella città di Wenling, un intero piano di una palazzina adibita ad uso industriale ed occupata da una azienda che produce scarpe, è improvvisamente crollato schiacciando i piani sottostanti al cui interno erano al lavoro circa 50 addetti. Secondo l’agenzia nazionale Xinhua News Agency, il crollo è stato preceduto da una forte esplosione. Dalle prime ricostruzioni, il crollo potrebbe essere dovuto dalla presenza di alcune cisterne contenenti acqua posizionate sul tetto dell’edificio e che, secondo le testimonianze raccolte, da... Leggi tutto

L'autogestione alla Vio.Me continua (Salonicco – Grecia)

L'autogestione alla Vio.Me continua (Salonicco – Grecia)
Appello alla solidarietà nei confronti dei lavoratori della Vio.Me che da anni si stanno battendo con modalità antigerarchiche per la difesa di un posto di lavoro… diverso e antigerarchico. Tre buoni motivi per sostenere, con la distribuzione di prodotti o con la diffusione del messaggio, questa esperienza autogestionaria: 1.- Autogestione E Azione Diretta. Dopo che il padrone della fabbrica ha abbandonato lo stabilimento e i lavoratori con vari stipendi arretrati (2011), questi ultimi hanno deciso di resistere occupando la fabbrica e, dal 2013, costituendosi in cooperativa hanno riconvertito e attivato una produzione di saponi per il corpo e per la... Leggi tutto

Il blocco scrutini è riuscito oltre ogni aspettativa!

Il blocco scrutini è riuscito oltre ogni aspettativa!
        Si è conclusa il blocco degli scrutini,a cui hanno partecipato in modo massiccio i lavoratori della scuola. Il successo dell’iniziativa di lotta è testimoniato dallo slittamento delle operazioni sui primi giorni degli esami di Stato. Anche i sindacati gialli, subalterni alle scelte del governo e dei presidi, hanno aderito alla mobilitazione, cercando in tutti i modi disabotarla. Dopo le minacce, ampiamente strombazzate, del governo, sulla lotta dei lavoratori della scuola è calato il silenzio mediatico: gli organi d’informazione, evidentemente seguendo ordini dall’alto, si sono disinteressati di una lotta che coinvolge centinaia di migliaia di lavoratori, ed... Leggi tutto

A Milano è vietato scioperare ?

A Milano è vietato scioperare ?
Nonostante che lo sciopero indetto dalla Cub Trasporti per la giornata del 28 aprile scorso avesse ampiamente dimostrato come la maggioranza dei tranvieri milanesi è fermamente contraria all’accordo “Expo” siglato il 13 aprile tra Comune e le altre sigle sindacali (vedi UN 17/95), ancora una volta la Prefettura è intervenuta pesantemente nella vertenza precettando i lavoratori lo scorso 11 Giugno, così come li aveva precettati in occasione dello sciopero indetto dalla USB il 15 maggio e nella giornata del 14 aprile, per uno sciopero indetto sempre dalla Cub. La precettazione è cosa che – almeno in teoria – dovrebbe essere... Leggi tutto

La nuova sanità di Rossi: al peggio non c'è mai fine!

La nuova sanità di Rossi: al peggio non c'è mai fine!
Ticket – liste di attesa – mobilità del personale e dei pazienti – tagli – sanità privata La riforma della sanità toscana (legge regionale 28 del 2015), voluta dal Presidente Rossi e recentemente approvata dal Consiglio Regionale, andrà ad aggravare quei problemi che la sanità toscana ha vissuto a partire dalle riforme avviate nei primi anni ’90. La Toscana si vanta da sempre di essere una roccaforte della sanità pubblica, rispetto alla Lombardia, regno della sanità privata. Ma gli utenti ed i lavoratori della sanità toscana sanno bene che non è così! Fin dagli anni ’90 la Toscana ha adottato... Leggi tutto

Carrara, contratto del marmo Sciopero!

Carrara, contratto del marmo Sciopero!
Lo sciopero è stata la risposta degli operai del marmo all’indifferenza degli industriali d innanzi alle richieste presentate dai sindacati per il rinnovo del contratto integrativo del settore. L’arroganza padronale da queste parti (ma pensò da tutte le parti) è spropositata e inversamente proporzionale al tasso di disoccupazione nel quale versa la provincia più a nord della Toscana; sicuramente ciò è una concausa naturale, più gente disperata e ricattabile da una parte, una manciata straricchi capaci di fare il bello, il brutto e il cattivo tempo sulle scelte di un intera comunità dall’altra. Più i deboli si sentono deboli e... Leggi tutto

Stabilimento Honda di Foshan cinque anni dopo

Stabilimento Honda di Foshan cinque anni dopo
Cinque anni fa, un migliaio di lavoratori della Nanhai Honda di Foshan, la fabbrica di componenti per tutti gli stabilimenti della Honda in terra cinese, abbandonarono il lavoro ed iniziarono quello sciopero che sarebbe poi stato ricordato come il simbolo del movimento dei lavoratori cinesi. Lo sciopero assicurò loro un aumento di paga del 35% (500 yuan) al mese e l’impegno a stabilire delle vere rappresentanze sindacali dopo che i sindacati di stato erano piombati nel più totale discredito per avere tentato di convincere gli scioperanti a tornare al lavoro. Cinque anni dopo quella vittoria, che diede l’impulso ad una... Leggi tutto

Una grande lezione di dignità

Una grande lezione di dignità
Quella che documentiamo è una storia paradigmatica di tante cose:‭ ‬il lavoratore cosciente che si sbatte in fabbrica fino a divenire un problema per il padrone ma sempre inattaccabile sul piano lavorativo ed etico‭; ‬il padre del padrone‭ (‬più‭ ‬2‭ ‬energumeni‭) ‬che ad un certo punto gli mettono le mani addosso e lo cacciano per motivi pretestuosi‭; ‬i colleghi che,‭ ‬spaventati,‭ ‬non testimoniano‭ (‬lasciandoci a dire il vero in difficoltà‭); ‬lui che di tornare lì non ne ha più voglia perché,‭ ‬come dice lui,‭ “‬ha dignità‭”‬.‭ ‬Ed è vero.‭ ‬Una piccola grande storia di normalità lavorativa nell’epoca del‭ “‬jobs act‭”‬.‭... Leggi tutto
1 2