Search

Nonunadimeno

Nonunadimeno
Vi erano molte aspettative e anche molte paure riguardo alla riuscita o meno della manifestazione nazionale di Nonunadimeno sabato 25 novembre a Roma in occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Vi era, soprattutto, la paura di contarsi dopo la grande riuscita della manifestazione dello scorso anno che aveva visto un successo assolutamente insperato (c’è chi dice bel oltre le centomila persone anche se stime più prudenti dicono cinquantamila). Del resto vi era la necessità di verificare la tenuta del movimento che, dopo lo scorso anno, ha visto un moltiplicarsi di assemblee territoriali che hanno dato vita al... Leggi tutto

Not the Church, not the State / women must decide their fate

Not the Church, not the State / women must decide their fate
Lo scorso otto marzo la marea di Non Una di Meno si è riversata nelle vie e nelle piazze in una mobilitazione femminista su scala mondiale che ha assunto, in oltre 50 paesi, la forma di uno sciopero “internazionale e militante” delle donne. Nonostante la presenza di un sostrato di linee guida condivise, le modalità di sciopero e l’impostazione degli obiettivi a lungo termine sono state in molti casi plasmate dal piano locale per far fronte a specifiche problematiche presenti nel singolo territorio. Fra questi, l’otto marzo irlandese spicca per l’estrema specificità delle sue istanze: l’adesione dell’Irlanda allo sciopero internazionale... Leggi tutto

I love sluts

I love sluts
Lo stupro o la violenza sessuale, definita anche di genere, è sempre stata utilizzata come crimine politico perpetuato da coloro che, con la forza fisica, con il proprio potere e con l’autorità, la prevaricazione o la minaccia (esplicita o implicita) usati come mezzo di sopraffazione contro la volontà e consenso di una persona, l’hanno costretta a compiere e a subire atti sessuali. Lo stupro e la violenza sessuale o carnale, è rivolta contro le donne, i bambini, gli anziani, i cadaveri, tutte le persone considerate nella formazione e cultura dello stupro non più esseri umani ma oggetti sessuali contro cui... Leggi tutto

Sulla necessità, come femministe, di parlare e di praticare l'antimilitarismo

Sulla necessità, come femministe, di parlare e di praticare l'antimilitarismo
“la mentalità militare si fonda sull’intimo legame tra violenza e superiorità maschile, sul culto della forza, sul disprezzo della debolezza fisica, insinuando un senso di spregio verso le donne.” G.I. Colborn Pochi giorni fa, mentre scorrevo annoiata la home di Facebook, mi è capitato di trovare un articolo sulle torture nelle carceri di Saydnaya in Siria. Aprendo l’articolo trovo una storia raccontata da un’infermiera, Rasha, che per anni si era occupata di medicare donne e bambini vittime di abusi sessuali, sin dal momento dell’arresto e dell’incarcerazione. Riportando alla memoria ciò che ha vissuto nella carceri di Assad, ricorda come l’arma... Leggi tutto

Vacanze romane

Vacanze romane
Il 22 23 Aprile a Roma si è tenuto il terzo appuntamento nazionale della rete Non Una Di Meno (NUDM). Il primo appuntamento nazionale dopo il grande successo della giornata del 8 Marzo 2017, Sciopero Globale delle donne, giornata in cui insieme a 59 paesi nel mondo, siamo scese/i in strada per dire basta alla violenza maschile sulle donne e alle violenze di genere. La prima giornata di incontro si è svolta all’interno dell’Università di Roma 3. Le/i partecipanti si sono divise/i negli 8 tavoli tematici nati dopo l’incontro del 27 Novembre 2016 a Roma, che avevano già caratterizzato l’ossatura... Leggi tutto

L'emancipazione delle donne e la rivoluzione sociale

L'emancipazione delle donne e la rivoluzione sociale
L’anarchismo, come movimento sociale che cerca come suo obiettivo finale la completa emancipazione umana, la piena libertà che consente il pieno sviluppo della personalità umana, ha mostrato fin da subito una straordinaria preoccupazione per il problema della subordinazione delle donne, ponendola in evidenza molto più rispetto ad altre correnti ideologiche operaie. Nel loro progetto di società futura, gli anarchici di orientamento comunalista hanno contemplato un’organizzazione sociale non gerarchica, basata sul collettivismo, sull’autogestione e la spontaneità, in modo che il comunismo fosse compatibile con la libertà individuale. Per fare ciò, lo Stato dovrebbe essere abolito e il sistema di produzione capitalistico,... Leggi tutto

Dall'8 marzo al Lotto sempre

Dall'8 marzo al Lotto sempre
Chi l’8 marzo a Torino, ma mi risulta che ovunque la situazione è analoga, avesse guardato con un po’ di attenzione e nella consapevolezza che non è facile una valutazione accurata del retroterra sociale di una mobilitazione, avrebbe notato una composizione del corteo abbastanza particolare, un numero molto rilevante di giovani donne e, per la verità, sebbene forse in misura forse lievemente minore, di giovani uomini, un discreto numero di donne, diciamo così, di una certa età che sembravano femministe o quantomeno militanti politiche degli anni settanta ritornate alla visibilità pubblica, un discreto numero di uomini e donne appartenenti a... Leggi tutto

8 marzo di sciopero e lotta

8 marzo di sciopero e lotta
Di seguito materiali e report da alcune delle manifestazioni svoltesi l’8 marzo per la grande giornata di lotta e di sciopero internazionale. Qui trovate tutti gli articoli del n.8, numero monografico sul femminismo e le violenze di genere diffuso durante le mobilitazioni. TORINO Ma quale stato ma quale dio, sul mio corpo decido io!La marea femminista che ha attraversato il pianeta l’’8 marzo ha bloccato il centro di Torino per l’’intera giornata. L’’appuntamento del mattino era alle 10 nei pressi del Cine Massimo. In programma contestazioni e blocchi. Tanti gli slogan, tantissimo l’’entusiasmo e la voglia di rendere visibili le... Leggi tutto

Introduzione ad una geografia [De]genere

Introduzione ad una geografia [De]genere
«Donna non si nasce, si diventa». Così scriveva Simone de Beauvoir ne Il Secondo Sesso (1949), uno dei manifesti del movimento femminista novecentesco, prefigurando in tal modo l’idea che le differenze fra uomini e donne siano delle costruzioni sociali, piuttosto che delle ‘naturali’ conseguenze della diversità biologica. Nonostante l’intuizione di de Beauvoir, questo convincimento ha iniziato ad essere scardinato, anche nell’ambito della ricerca, relativamente tardi e solamente negli anni Settanta si è iniziato a distinguere tra il dato naturale, biologico, considerato come ‘oggettivo’, e quello sociale, inerente al ‘genere’. Da quel momento in poi il genere è divenuto una categoria... Leggi tutto

8 marzo. Primavera di lotta

8 marzo. Primavera di lotta
8 marzo sciopero generale contro la violenza di genere Mimose, cene tra donne, retorica istituzionale sono diventate la cifra prevalente di tanti otto marzo. La giornata della libertà femminile si è trasformata in una sorta di San Valentino in rosa, dove fiori gialli si depositano sulle scrivanie, i banconi dei supermercati, al capezzale della nonna malata, sulle tute delle operaie. O magari infilzate tra la verdura nelle sporte delle casalinghe. Una festa innocua, dove si lavora e si vive come ogni altro giorno, dove la violenza quotidiana è rappresentata con scarpe e panchine dipinte di rosso. Il femminismo si trasforma... Leggi tutto

“‬Suonata è già l'ora bisogna lottar‭”*

“‬Suonata è già l'ora bisogna lottar‭”*
Nelle assemblee Non Una Di Meno verso‭ ‬il‭ ‬26-27‭ ‬novembre‭ ‬a Roma,‭ ‬si è subito pensato a l’indomani del‭ ‬25‭ ‬Novembre.‭ ‬La Giornata Internazionale Per L’eliminazione Della Violenza Contro Le Donne non doveva essere il traguardo bensì la nostra linea di partenza.‭ ‬La rinascita del femminismo è stata vissuta con entusiasmo durante questo percorso,‭ ‬venendo poi confermata dall’immenso successo della manifestazione nazionale del‭ ‬26:‭ ‬una marea di voci di donne si fanno sentire malgrado la censura dei media. Migliaia di donne sono scese in piazza e hanno sfilato con orgoglio attraverso Roma‭ ‬per rivendicare l’autodeterminazione,‭ ‬centinaia di loro hanno partecipato... Leggi tutto

Finchè tutti saranno liberi

Finchè tutti saranno liberi
L’articolo che segue, data la sua lunghezza, verrà pubblicato in due puntate nei numeri 2 e 3 di Umanità Nova in versione cartacea. Qui sotto invece viene messo in forma integrale. La redazione web Se le donne di colore fossero libere, significherebbe che chiunque altro dovrebbe esserlo, dato che la nostra libertà richiederebbe la distruzione di tutti i sistemi di oppressione. Siamo tutte femministe, unite nel riconoscere che la subordinazione delle donne esiste. La nostra battaglia deve essere combattuta fianco a fianco con le altre lotte contro tutte le forme di oppressione. (…) Siamo tutte anarchiche,... Leggi tutto

Diventare cagna

Diventare cagna
‭“‬Ah,‭ ‬dimenticavo.‭ ‬Sarà per colpa del temperamento,‭ ‬degli ormoni endogeni e sintetici che mi stravolgono ogni momento,‭ ‬della mia passione per il gin-tonic,‭ ‬del mio oroscopo maya o per aver trascorso la mia infanzia in quella Renterìa degli anni Ottanta che chiamavano Beirut,‭ ‬sono esaltata,‭ ‬incendiaria e matta. Pertanto,‭ ‬ricapitolando:‭ ‬sono una zoccola basca femminista radicale sboccata propagandista.‭ ‬Prima che lo sputi fuori qualcuno,‭ ‬l’ho già detto io.‭” La casa editrice Golena propone finalmente‭ ‬Diventare cagna,‭ ‬di Itziar Ziga,‭ ‬breve libello incendiario che arriva in Italia da Barcellona grazie all’impegno militante di alcune traduttrici. È difficile che ci si soffermi... Leggi tutto

Il burkini come paradigma della sconfitta‭

Il burkini come paradigma della sconfitta‭
Si è fatto un gran parlare ultimamente della vicenda-burkini,‭ ‬che credo sia emblematica dei tempi in cui viviamo.‭ ‬Alcuni commenti sono sembrati motivati e intelligenti,‭ ‬aldilà di differenze di vedute,‭ ‬altri rituali e retorici,‭ ‬altri hanno usato anche questa vicenda per dar adito al solito becerume fascista e razzista.‭ ‬Del resto,‭ ‬se anche il terremoto di questi giorni è pretesto per simili sfoghi razzisti,‭ ‬figuriamoci il burkini‭! ‬Su questi,‭ ‬inutile su UN soffermarsi.‭ Ritengo sia necessario partire da una considerazione preliminare:‭ ‬la questione è importante aldilà dell’indumento in questione,‭ ‬e sbagliano coloro che la sottovalutano,‭ ‬perché non solo permette di... Leggi tutto

Il movimento delle donne in Iran

Il movimento delle donne in Iran
La discriminazione delle donne in Iran è fortissima e si impone su uno scenario generale di drastica riduzione dell’agibilità politica e sociale. Mentre in Italia il dibattito emergente sulle questioni di genere si sta appiattendo sulle richieste di equiparazione delle scelte di vita alla forma standard di famiglia, in Iran le lotte di emancipazione femminile mettono in discussione proprio l’istituto familiare, rigidamente sancito dal diritto di famiglia. E a queste rivendicazioni se ne aggiungono altre, relative all’autonomia economica, alle libertà personali, alla libera scelta di maternità. Quella che segue è un’intervista ad una studentessa iraniana realizzata a Livorno nello scorso... Leggi tutto
1 2 3 4