Search

Assemblea Antimilitarista: un primo bilancio

Assemblea Antimilitarista: un primo bilancio
Quasi un anno fa, il 9 ottobre 2021 a Milano presso il laboratorio occupato Kasciavit, con una partecipata assemblea pubblica nasceva l’esperienza dell’Assemblea Antimilitarista. La scommessa lanciata dalla inizialmente dalla Federazione Anarchica Italiana era e rimane alta: creare una rete di tutte quei gruppi, comitati, singol* compagn* che portano avanti un’azione antimilitarista radicale. L’analisi che ha dato vita alla proposta è che da vari anni, pur in presenza di varie mobilitazioni nei territori contro le basi militari e le installazioni belliche, l’industria degli armamenti, le spese militari, la militarizzazione delle città, le varie iniziative non uscivano, se non in casi... Leggi tutto

Ancora uno studente morto sul lavoro: basta PCTO!

Ancora uno studente morto sul lavoro: basta PCTO!
Uno schiacciamento devastante è stata la causa della morte di Giuliano De Seta, studente in stage presso un’azienda meccanica, di Ceggia, vicino Venezia. Solo un numero in una statistica troppo lunga? No. Non bastano le già troppe vittime di infortuni sul lavoro, che al 31 Agosto scorso ammontavano a 569 dall’inizio del 2022, dobbiamo fare la conta di vittime che è difficile inquadrare come lavoratori. Studenti che devono raggiungere un monte ore minimo di “stage” in azienda o altro (studi professionali, pubbliche amministrazioni ecc.), per poter accedere agli esami del quinto anno. Non è un’opzione o una libera scelta, è... Leggi tutto

Verso lo sciopero generale. Forum sindacale europeo e percorsi unitari

Verso lo sciopero generale. Forum sindacale europeo e percorsi unitari
Il 10 e 11 settembre si è tenuto a Roma il forum europeo dei sindacati alternativi proposto e organizzato da alcune sigle del sindacalismo di base e conflittuale ADL Varese, CIB-Unicobas, COBAS Sardegna, CUB, SGB e USI CIT ed è stato partecipato da altre organizzazioni dei sindacati di base in Italia e alternativi in Francia, Spagna, Germania, Svizzera che hanno portato il loro contributo alle due giornate. Negli ultimi anni il deterioramento delle condizioni di vita e di lavoro ha interessato tutta l’Europa e la disoccupazione, la precarietà hanno incrementato in maniera esponenziale le disuguaglianze sociali e la concomitante perdita... Leggi tutto

Guerra in Ucraina e diserzione: intervista con il gruppo anarchico “Assembly” di Kharkiv [it,en]

Guerra in Ucraina e diserzione: intervista con il gruppo anarchico “Assembly” di Kharkiv [it,en]
A cura della Commissione Relazioni Internazionali della Federazione Anarchica Italiana -FAI Con questa intervista, intendiamo presentare al pubblico di lingua italiana (e internazionale) il gruppo Assembly che è attivo nella città di Kharkiv da cui produce un giornale online di controinformazione, al quale vengono forniti diversi link nel testo dell’intervista, e opera nelle reti locali di solidarietà in una città che viene attualmente bombardata tutti i giorni. Essendo il nostro primo contatto con questa realtà, si tratta di un’occasione importante per conoscere le opinioni di questo gruppo sui controversi dibattiti internazionali su cui la nostra Federazione ha recentemente espresso le... Leggi tutto

Per l’aborto libero, sicuro e gratuito il 28 Settembre ancora in piazza

Per l’aborto libero, sicuro e gratuito il 28 Settembre ancora in piazza
Femministe e transfemministe scendono in piazza in tutto il mondo il 28 settembre, giornata internazionale per l’aborto libero, sicuro e gratuito. Una giornata non stabilita da organismi istituzionali, ma che nell’ultimo decennio si è progressivamente affermata grazie al bisogno di pubblica visibilità che i movimenti hanno sentito il bisogno di esprimere proprio su questo tema. Affermare la libertà di abortire significa affermare la libertà di scelta sul proprio corpo, sulla propria sessualità, sulla decisione di essere madre o meno, sottraendosi al destino riproduttivo e al ruolo imposto alle donne all’interno della famiglia e della società. Il controllo del corpo femminile... Leggi tutto

Ungheria. Anche le donne sono persone e questo dà molto fastidio al governo

Ungheria. Anche le donne sono persone e questo dà molto fastidio al governo
a cura di Gruppo Anarchico Galatea – FAI Catania Da quando Viktor Orbán è salito al potere nel 2010, il suo governo ha promosso i “valori tradizionali della famiglia”, introducendo una serie di misure volte ad incrementare la natalità in Ungheria. Nonostante il governo ungherese avesse finanziato una campagna contro l’aborto, fino all’inizio di questo 2022 non aveva posto dei limiti all’attuale legge “sulla protezione fetale” del 1992. L’interruzione volontaria di gravidanza presente in questa legge si applica nelle prime 12 settimane di gravidanza se: – è giustificata da un grave rischio per la salute della gestante; – è probabile... Leggi tutto

Russia: la Duma di Stato ha annunciato un progetto di legge che toglie le procedure abortive dall’assicurazione sanitaria obbligatoria

Russia: la Duma di Stato ha annunciato un progetto di legge che toglie le procedure abortive dall’assicurazione sanitaria obbligatoria
a cura di Gruppo Anarchico Galatea – FAI Catania Articolo pubblicato il 15 Agosto sul canale telegram di “Resistenza Femminista Anti-Militarista” (Feministskogo Antivoyennogo Soprotivleniya (FAS) (Феминистского Антивоенного Сопротивления (ФАС)) Per l’autunno, un gruppo di deputati sta progettando di introdurre un progetto di legge che toglie l’aborto dalle procedure presenti nell’assicurazione sanitaria obbligatoria – fatta eccezione per gli aborti terapeutici. Il progetto propone di rimuovere le ragioni sociali dell’aborto, come lo stupro, la privazione o la restrizione dei diritti dei genitori, la reclusione, ecc. In questo modo, il governo restringe sempre più i diritti e le libertà delle donne che hanno... Leggi tutto

La regina e il Commonwealth: un’eredità di dominazione e oppressione imperialista

La regina e il Commonwealth: un’eredità di dominazione e oppressione imperialista
 Traduzione dall’originale The queen and the Commonwealth: A legacy of imperialist domination and oppression a cura di Gruppo Anarchico Galatea – FAI Catania Alcune delle più grottesche distorsioni storiche e delle bugie messe in giro dopo la morte della Regina Elisabetta II riguardano la sua presunta cura e compassione per i cittadini del Commonwealth. Tali affermazioni sono state accompagnate da filmati delle sue numerose visite in Africa, nell’India, nel Pakistan e, più occasionalmente, in Canada e in Australia, distribuendo strette di mano e saluti alle folle acclamanti e incontrando vari e grandi e bravi capi di Stato. Si ha l’impressione... Leggi tutto

Scioperi ad oltranza nel Mare del Nord

Scioperi ad oltranza nel Mare del Nord
Traduzione dall’originale Wildcat strikes on the North Sea a cura di Gruppo Anarchico Galatea – FAI Catania I lavoratori del settore petrolifero e del gas delle piattaforme del Mare del Nord hanno scioperato alle 13.00 di giovedì 8 Settembre. I lavoratori sono impiegati dagli appaltatori Bilfinger, Stork e Wood e comprendono personale di coperta, isolatori, pittori e ponteggiatori. All’inizio di Maggio, i lavoratori avevano scioperato in modo non ufficiale per i bassi salari su sedici piattaforme. Questa seconda ondata di scioperi è coordinata da un gruppo di lavoratori, l’ “Offshore Oil and Gas Workers Strike Committee” (“Comitato di Sciopero dei... Leggi tutto

L’uragano Fiona provoca inondazioni e danni ingenti a Porto Rico

L’uragano Fiona provoca inondazioni e danni ingenti a Porto Rico
Traduzione dall’originale Hurricane Fiona triggers massive flooding and damage in Puerto Rico a cura di Gruppo Anarchico Galatea – FAI Catania Le forti piogge e le inondazioni provocate dall’uragano Fiona hanno continuato a colpire Porto Rico lunedì (19 Settembre, ndt), lasciando milioni di persone senza corrente elettrica, acqua potabile e un riparo sicuro. Anche se l’uragano di categoria 1 si è spostato sull’impoverita Repubblica Dominicana, distruggendo strade e linee elettriche, ieri su alcune parti di Porto Rico sono caduti 30 centimetri di pioggia. Il territorio statunitense si sta ancora riprendendo dagli effetti dell’uragano Maria, che ha colpito Porto Rico esattamente... Leggi tutto

La catena elettorale

La catena elettorale
Le dimissioni di Mario Draghi da presidente del Consiglio dei Ministri (21 Luglio) e di Nello Musumeci da Presidente della Regione Sicilia (5 Agosto) hanno portato ad un grosso fermento all’interno delle forze politiche istituzionali. Nell’ultimo mese, personalità come Meloni, Salvini, Letta, Berlusconi, Calenda e Conte, si sono esposti a livello pubblico in comizi cittadini, talk show e social network per accaparrare consensi e tornare, così, a gestire la cosa pubblica secondo gli interessi dei gruppi di potere economico che stanno dietro costoro. Il momento storico che affrontiamo, però, è diverso da quello delle precedenti elezioni nazionali (2018): la guerra... Leggi tutto

Messico: Nel governo di AMLO, quasi 29.000 persone in più sono entrate in carcere. Il 58% di loro non ha un processo o una condanna

Messico: Nel governo di AMLO, quasi 29.000 persone in più sono entrate in carcere. Il 58% di loro non ha un processo o una condanna
di Gruppo Anarchico Galatea – FAI Catania In questi sei anni, la popolazione delle carceri federali e statali è aumentata di 28.928 unità. Oggi la Corte Suprema inizierà a discutere i disegni di legge che propongono l’eliminazione della custodia cautelare ufficiosa o automatica.di Gr   la popolazione carceraria in Messico è passata da 197.988 persone a 226.916, per un totale di 28.928 nuovi detenuti nei centri statali e federali La maggior parte, il 58% di coloro che sono detenuti,... Leggi tutto

Arriverà a toccare tutti, in particolare le donne

Arriverà a toccare tutti, in particolare le donne
Articolo di Rita Dvorkina. Pubblicato su “Zhenskaya pravda”, n. 8, 8 Agosto 2022 Un’esplosione di armi nucleari in un’area popolata non risparmierebbe nessuno. Ma, come nel caso dell’esposizione ad altre armi, le conseguenze possono essere diverse per uomini e donne. “Zhenskaya pravda” ha esaminato i danni specifici che l’uso delle armi nucleari può causare alle donne. Fortunatamente, il mondo non è stato testimone dell’utilizzo di armi nucleari dal 1945. Tuttavia, gli effetti del bombardamento nucleare di due città giapponesi, più di 2.000 test di armi nucleari da allora, e... Leggi tutto

Marcinelle del Belgio, Marcinelle di Sicilia

Marcinelle del Belgio, Marcinelle di Sicilia
a cura di Gruppo Anarchico Galatea – FAI Catania Sono passati 66 anni dal disastro di Marcinelle in cui morirono 262 persone; la maggior parte di questi morti erano di nazionalità italiana. Ma come si arrivò ad una situazione simile? Ricorrendo ad un vecchio trucco già sperimentato decenni addietro dalle classi dominanti italiane, si aprirono le frontiere in uscita per poter ridurre la pressione sociale all’interno del paese. Così, grazie al “Protocollo italo-belga” del 23 Giugno 1946, migliaia di famiglie italiane emigrarono in Belgio in cerca della cosiddetta fortuna (fatta di un tetto sopra la testa e di cibo tre... Leggi tutto

Come è successo che nel XXI secolo le donne si ritrovano di nuovo a dover combattere per il diritto di abortire?

Come è successo che nel XXI secolo le donne si ritrovano di nuovo a dover combattere per il diritto di abortire?
Dopo che abbiamo tradotto “L’aborto in Russia” , grazie alla disponibilità di una persona madrelingua, si è riuscito a tradurre per intero il saggio di Anna Sidorevich. Traduzione di Evgeny per il Gruppo Anarchico Galatea – FAI di Catania Come è successo che nel XXI secolo le donne si ritrovano di nuovo a dover combattere per il diritto di abortire? Come mai sta accadendo questo in tutto il mondo – e anche nell’Occidente? Ve lo raccontiamo nel modo più dettagliato possibile. Il 24 giugno la Corte Suprema degli Stati Uniti ha annullato il caso di “ Roe v.Wade” , [con... Leggi tutto
1 8 9 10 11 12 206