Search

Apertura del laboratorio autogestito “La miccia”

Apertura del laboratorio autogestito “La miccia”
Lo spazio vuole essere un luogo concreto di resistenza e di libertà tra le pieghe di questa città, dove ritroviamo tutte le più deleterie dinamiche della provincia: isolamento, indifferenza, paura dell’altro, bigottismo. Ma anche qui è possibile agire. Più che mai qui è necessario fare qualcosa. A partire da questa convinzione ha preso vita “La Miccia”: due piccole stanze animate da un ambizioso progetto aperto alla città, quello di innescare un modo di vivere e di pensare diverso, radicalmente altro, basato sulla solidarietà, il mutuo appoggio, la capacità di autorganizzarsi e di agire in prima persona, senza deleghe. “La Miccia”... Leggi tutto

Un momento di lotta sull’edilizia scolastica

Un momento di lotta sull’edilizia scolastica
Gli eventi della settimana appena trascorsa a Livorno insegnano che la lotta paga, ma soprattutto insegnano che ci sono delle grandi potenzialità nella società che spesso vengono ignorate e che il dibattito politico ufficiale tende a nascondere e mascherare. In questi giorni è esplosa in città la protesta studentesca sui problemi dell’edilizia scolastica, è iniziata lunedì 7 gennaio dal Liceo “F. Enriques” con scioperi e cortei quotidiani, per poi estendersi coinvolgendo tutte le scuole superiori della città portando in piazza 3000 studenti giovedì 10 gennaio. Altrettanto partecipata è stata la manifestazione di sabato 12, organizzata dagli studenti, che ha visto... Leggi tutto

Comunicato sulla manifestazione pro Dominutti

Comunicato sulla manifestazione pro Dominutti
Come anarchiche e anarchici, che a Monfalcone hanno la propria sede al Caffè Esperanto, abbiamo deliberatamente scelto di ignorare la parata mistificatoria e antistorica che si ripete penosamente da quando l’allora assessore Paola Benes ha riportato in auge la figura di Pietro Dominutti ucciso in circostanze mai chiarite nel 1948 quando Monfalcone era già italiana. Lasciamo alla loro miseria morale ed intellettuale, alla ottusa e ignobile strumentalizzazione di un periodo storico complesso un silenzio carico di significati. Abbiamo già abbondantemente argomentato la nostra opposizione a questo tipo di manifestazioni che nulla hanno a che fare con la pietà umana e... Leggi tutto

Piena solidarietà ai condannati per le lotte alla DHL di Settala!

Piena solidarietà ai condannati per le lotte alla DHL di Settala!
Esprimiamo vicinanza e solidarietà nei confronti dei compagni e della compagna del S.I.Cobas e del Centro sociale Vittoria condannati a pene pesanti per aver partecipato alle lotte e ai picchetti alla DHL di Settala nel marzo 2015. Queste condanne evidenziano la chiara volontà di intimidire e frenare ogni forma di opposizione sociale tesa alla messa in discussione di un sistema basato sullo sfruttamento e l’oppressione. Con questa sentenza il giudice ha voluto dare concretezza al Decreto Sicurezza del governo giallo-verde che intensifica l’attacco al movimento dei lavoratori, soprattutto a quello che più ha dimostrato di non essere succube del collaborazionismo... Leggi tutto

Presidio antifascista all’Alberone

Presidio antifascista all’Alberone
Lunedì 7 gennaio si è concluso intorno alle ore 20 il presidio antifascista “Ai nostri posti ci troverete” di fronte la sede del Comitato di Quartiere Alberone in Via Appia Nuova 357. Alcune centinaia di compagne e compagni si sono riuniti a partire dalle ore 16, come ogni anno dal 1979, per impedire ai fascisti, nel giorno dell’anniversario dei morti di Acca Larentia,di compiere impunemente le loro provocazioni nel quartiere. Via Acca Larenzia è la strada che ospitava una sede dell’MSI dove il 7 gennaio del 1978 furono uccisi F.Bigonzetti, F.Ciavatta e S.Recchioni. Dal 1970 la sede del CdQ Alberone... Leggi tutto

La Polveriera è sotto sgombero! Difendiamo l’autogestione!

La Polveriera è sotto sgombero! Difendiamo l’autogestione!
Venerdì scorso (il 30 novembre ndr) il CDA dell’Azienda Regionale per il Diritto allo Studio ha approvato – senza alcun preavviso e con il solo voto contrario delle rappresentanze studentesche – lo sgombero degli spazi comuni della Polveriera come condizione per l’avvio dei lavori di riqualificazione di sant’Apollonia. Anni fa (diversa era la giunta regionale, uguale il partito) questo progetto di riqualificazione fu presentato con la promessa di restituire un luogo semi-abbandonato e fatiscente agli studenti e abitanti del centro storico. Un progetto che oggi prevede uno stanziamento di 2.3 milioni di euro, ma che nel frattempo è cambiato: invece che... Leggi tutto

Appello del movimento delle donne libere

Appello del movimento delle donne libere
Care Donne e amiche, oggi, i valori e le conquiste della lotta per la libertà delle donne in tutto il mondo sono grazie alla politica pionieristica di tutte coloro che hanno avuto la fiducia nel condurre la lotta a costo della vita. In questo periodo, sono alte le possibilità per le donne di migliorare ulteriormente la lotta. Mentre il Medio Oriente e il mondo stanno attraversando un processo storico, sono emersi capi di stato sessisti. Questi sviluppi portano l’ISIS e gli stati con mentalità simile a legittimare la violenza contro le donne. La Terza Guerra Mondiale si sta anche approfondendo... Leggi tutto

Il governo della paura

Il governo della paura
L’anniversario della strage del Centro di Permanenza Temporanea “Serraino Vulpitta” cade in uno dei periodi più bui nella storia di questo paese. Il progressivo attacco ai diritti umani e alle libertà civili, portato avanti da vent’anni senza sostanziali differenze da governi di ogni colore, sta raggiungendo il suo apice grazie all’esecutivo guidato da Lega e Movimento Cinque Stelle. Il cosiddetto “decreto sicurezza”, fortemente voluto dal ministro dell’Interno Matteo Salvini, è un formidabile strumento repressivo che colpisce in primo luogo gli immigrati ma che non risparmia, più in generale, tutti i soggetti vulnerabili che – secondo questa logica abietta – vengono... Leggi tutto

Presidio solidale con la Rojava

Presidio solidale con la Rojava
Giovedì 20 dicembre si è tenuta una manifestazione di fronte agli uffici del parlamento europeo in corso Magenta per denunciare la situazione in corso nella Rojava. L’iniziativa promossa dalla comunità curda milanese, sostenuta da alcuni centri sociali e dalla federazione anarchica, ha raccolto un centinaio di solidali che dopo aver lanciato slogan e affisso striscioni in prossimità degli uffici, ha percorso le vie del centro in corteo per poi concludere l’iniziativa nei pressi della stazione di Cadorna. L’incaricato Leggi tutto

Comunicato ‘Spezzone Sociale’ post-manifestazione del 22 dicembre

Comunicato ‘Spezzone Sociale’ post-manifestazione del 22 dicembre
Se viviamo è per camminare sulla testa dei Re William Shakespeare La politica in cui crediamo, fatta dal basso, è la capacità di inventare il futuro, di sovvertire la divisione del mondo così come ce la presentano, di creare nuovi significati inaspettati e dirompenti. Quanto accaduto ieri, 22 dicembre in piazza, va proprio in questa direzione e la manifestazione ‘C’è chi dice no’, indetta dall’Associazione Democratica Albese contro il DL Sicurezza, ne è stata il teatro primo. Abbiamo deciso di manifestare, nonostante ADA sia nell’orbita del centrosinistra, perché sapevamo che in piazza sarebbero scese numerose associazioni, gruppi e individui che, semplicemente, sono... Leggi tutto

Per Erdogan la crisi non esiste

Per Erdogan la crisi non esiste
Da questo numero Umanità Nova inizia un rapporto di reciproca collaborazione con i compagni turchi che editano la rivista Meydan, tramite uno scambio di articoli a cadenza mensile che illustrino le vicende dei rispettivi paesi o che trattino questioni di una specifica rilevanza. http://meydangazetesi.org La Crisi che non Può Realizzarsi Fra i membri del parlamento c’è totale consenso. Nessuno nomina la parola “crisi”. Non vogliono essere mandati via dopo che ciò che ha affermato Erdogan. È un po’ come in quei libri per accrescere l’autostima; se tu pensi positivo, tutto è positivo!; se ripeti che non c’è crisi, non c’è crisi! Lo stesso nei discorsi politici – non... Leggi tutto

Prendocasa sotto attacco

Prendocasa sotto attacco
Le accuse mosse ai compagni cosentini di prendo casa si inseriscono in un processo di demonizzazione molto chiaro, che ha lo scopo di sradicare tutti i tentativi per arginare ogni forma di riappropriazione dei diritti più elementari. Da un lato vi è un sistema economico che sovra determina l’agire politico, imponendo tagli alla spesa pubblica, polverizzando posti di lavoro e ammassando liquidità nei forzieri delle banche o versandoli direttamente alle aziende (una delle misure previste dal cosiddetto reddito di cittadinanza). Dall’altro lato troviamo un meccanismo repressivo che in virtù di un concetto di giustizia assai anomalo, condanna e persegue chi... Leggi tutto

Ricordando Giuseppe Pinelli

Ricordando Giuseppe Pinelli
Fra le numerose iniziative di questi giorni per ricordare la strage di stato e l’omicidio di Pinelli organizzate o partecipate da realtà della FAI (Milano, Roma, Livorno, Reggio Emilia, Palermo, Empoli..) pubblichiamo due foto della corona di alloro che questa mattina abbiamo posto presso la lapide dedicata a Giuseppe Pinelli all’ingresso della Facoltà di Lettere e Filosofia all’Università La Sapienza di Roma da Gruppo Anarchico C.Cafiero-FAIRoma. Leggi tutto

Nel solco della rivolta di dicembre

Nel solco della rivolta di dicembre
La Rivolta di dicembre è incisa nella memoria delle migliaia di persone che l’hanno vissuta, ed è un simbolo di resistenza per chi, troppo giovane, non vi ha preso parte in prima persona. Iniziò come dura risposta di rabbia per l’omicidio di Alexandros Grigoropoulos, studente quindicenne, commesso dalle guardie speciali E. Corconea e V. Saraliotis all’incrocio delle strade Tzavella e Mesolongiou a Exarchia. Un omicidio commesso come corollario alle pesanti aggressioni statali contro le lotte sociali che si stavano dando in quel periodo. La Rivolta di dicembre è per tutti noi un momento di ispirazione, un lampo in cui abbiamo... Leggi tutto
1 26 27 28 29 30 34