Search

Come si distrugge una comunità

Come si distrugge una comunità
Dopo 28 anni il kampo Rom della Favorita non esiste più. Magistratura e Comune di Palermo hanno deciso di disperdere quello che rimane della comunità Rom presente, in perfetta sintonia con quanto succede a livello nazionale nei confronti degli insediamenti dei cittadini di etnia Rom. Un’attenta analisi ci dice però che lo smantellamento avviene perché su quell’area, da qualche anno, ci potrebbero essere degli interessi inerenti la riqualificazione del Parco della Favorita. Ricordiamo che i Rom furono trasferiti alla Favorita diversi decenni fa su disposizione del comune di Palermo poiché allo Zen 2 dove erano allocati scoppiarono disordini e conflittualità... Leggi tutto

Festival SedicidAgosto 2019

Festival SedicidAgosto 2019
Carissim* Compagn* 🙂 è ripartita l’organizzazione del Festival SedicidAgosto per l’edizione 2019. Quest’anno abbiamo lanciato una campagna di autofinanziamento su produzionidalbasso perchè vogliamo oganizzare un bel Festival .. magari di 2 giorni  .. con musica – teatro – poesia estemporanea – tutto accompagnato da buon cibo e vino autoprodotti a prezzi popolari. Con un piccolo contributo di ciascuno il Festival SedicidAgosto punta a diventare il festival di Cultura Libertaria più impotante del Centro Italia. Ritroviamoci! Ovviamente ti chiediamo partecipazione nel pubblicizzare la campagna di autofinanziamento 🙂 e ti invitiamo fin da adesso a partecipare al Festival della prossima estate! Un... Leggi tutto

Contro i reazionari, contro il governo

Contro i reazionari, contro il governo
30 marzo 2019 Note sul XIII Congresso Mondiale delle Famiglie e sul corteo transfemminista UNA FESTA FALLITA Si è tenuta a Verona, dal 29 al 31 marzo, il XIII il tredicesimo Congresso Mondiale delle Famiglie (World Congress of Families, Wcf), organizzato da varie sigle pro-life e anti-Lgbt e da alcune associazioni cattoliche oltranziste. Pur non essendo il primo di questa serie – appunto il tredicesimo – è probabilmente il primo che le associazioni promotrici avevano organizzato in un clima di festa e di rivincita sulle conquiste che, dagli anni sessanta ad oggi, il movimento delle donne ed LGBT avevano ottenuto.... Leggi tutto

Noi non ci stiamo

Noi non ci stiamo
Dopo oltre sei mesi di trattativa, la direzione aziendale e la maggioranza della RSU, a seguito della ratifica avvenuta in assemblea dei delegati (26 a favore, 10 contrari e due astenuti), il giorno 11 marzo 2019 hanno firmato il contratto integrativo aziendale. Siamo perfettamente consapevoli che, come accade ogni volta a seguito della conclusione di una lunga trattativa, ci saranno sempre coloro che riusciranno a rivendicare di aver ottenuto qualcosa di buono per i lavoratori. Siamo perfettamente consapevoli che vi diranno che di meglio non si poteva fare perché non ci sono i soldi a disposizione. Siamo perfettamente consapevoli che... Leggi tutto

Nuovo incidente sul lavoro a Jesi

Nuovo incidente sul lavoro a Jesi
Comunicato Stampa del 28 marzo 2019  L’incidente sul lavoro occorso ad un operaio durante la manutenzione di una caldaia del Carlo Urbani di Jesi, è un fatto grave sul piano umano, sul piano politico e sindacale. Al lavoratore ed alla sua famiglia va tutta la nostra solidarietà. Chi volesse liquidare l’avvenimento con i soliti pretesti legati alla fatalità o all’errore umano, sbaglia. Di fatale in un incidente sul lavoro c’è solo il sistema produttivo di questo paese che taglia la sicurezza, i tempi di lavoro, le garanzie sindacali e salariali in nome del profitto. L’unico errore umano è quello riferito... Leggi tutto

Continuiamo a fare la scelta giusta

Continuiamo a fare la scelta giusta
Umanità Nova nel numero scorso pubblicava in prima pagina l’appello a partecipare alla Manifestazione nazionale per il clima e contro le grandi opere che si sarebbe tenuta Sabato 23 marzo a Roma. Si trattava di fare una scelta netta e precisa, senza ambiguità, tra il governo, i capitalisti e le loro menzognere promesse di un rilancio dell’economia e di un benessere generalizzato tramite le loro grandi opere e, più in generale, di prosieguo della logica del profitto industriale come priorità non negoziabile in alcun modo, da un lato, ed i movimenti popolari sorti un po’ ovunque in Italia che si... Leggi tutto

L’anarchista n°1

L’anarchista n°1
Eccoci di nuovo, dopo il n° 0 proseguiamo con il n° 1 la pubblicazione di un foglio di critica e comunicazione libertaria…. Lo riteniamo impellente in tempi in cui il pensiero unico, il tentativo sempre crescente di uniformare le coscienze su parole d’ordine becere ed inumane, sembra trovare terreno fertile in un tessuto sociale frantumato. Il nostro intento è quello di proporre una visione altra dei problemi che affliggono la nostra quotidianità. Sentiamo il bisogno di rompere il muro del silenzio, per rinnovare una resistenza umana e culturale alla volgare barbarie con cui ci vogliono irretire e zittire, attraverso continui... Leggi tutto

Ogni tempesta comincia con una singola goccia

Ogni tempesta comincia con una singola goccia
Il 23 marzo è caduta l’ultima roccaforte dello Stato Islamico in Siria, Baghouz, lungo il vecchio confine con l’Iraq. Una vittoria costata molte vite, per cui sono cadute molte compagne e molti compagni. Solo pochi giorni prima, il 18 marzo, è stato ucciso proprio a Baghouz Lorenzo Orsetti, anarchico fiorentino di 33 anni, caduto con un’unità araba in un’imboscata durante un’operazione. Era membro della formazione Tekoşîna Anarşîst (Lotta Anarchica) sotto il nome di Tekoşer Piling. Domenica 31 marzo ci sarà una manifestazione nazionale a Firenze, con ritrovo alle ore 15 in Piazza Leopoldo, a Rifredi. Gli anarchici saranno presenti per... Leggi tutto

Fai la scelta giusta! Autogestione dappertutto!

Fai la scelta giusta! Autogestione dappertutto!
Sabato 23 marzo si terrà a Roma la manifestazione per il clima e contro le grandi opere. Il Governo promette, attraverso le grandi opere, il rilancio dell’economia e di conseguenza occupazione e benessere per tutti. I sostenitori delle grandi opere, al governo e all’opposizione, si sono autonominati partito del SI’, contro i movimenti popolari diffusi in tutta Italia, che sarebbero il partito del NO: NO al TAV, NO al TAP, NO al MUOS, NO al Terzo Valico ecc… In realtà è il Governo che, come quelli precedenti, attua una politica del NO: NO alla tutela del territorio, NO ai trasporti... Leggi tutto

Aggiornamento sulle operazione repressive a Torino e in Trentino

Aggiornamento sulle operazione repressive a Torino e in Trentino
A Torino il tribunale del riesame ha fatto cadere l’accusa di associazione sovversiva nei confronti dei sei arrestati e, in conseguenza di ciò, Larry e Giada sono stati scarcerati. Restano in carcere gli altri quattro (Antonio, Giuseppe, Niccolò nel carcere di Ferrara e Silvia in quello di Rebibbia a Roma) per via delle accuse di altri reati specifici. Sono invece sempre in carcere i sette anarchici e anarchiche del trentino arrestati il 19 febbraio, il tribunale del riesame ha confermato gli arresti. (Aggiornamento al 17 marzo). Qui trovate il comunicato della Cdc-Fai sugli arresti di Torino Qui il comunicato del... Leggi tutto

Renato Spagnoli

Renato Spagnoli
La Federazione Anarchica Livornese esprime il proprio cordoglio per la scomparsa di Renato Spagnoli, ed è vicina ai suoi familiari ed ai suoi amici. Negli anni sessanta del 1900 Renato dette vita, all’interno della sede della Federazione Anarchica Livornese, ad una interessante esperienza di avanguardia artistica, il gruppo Atoma, insieme, fra gli altri, a Mario Lido Graziani, Renzo Izzi, Giorgio Bartoli e Renato Lacquaniti. Nel corso degli anni Renato ha sempre rappresentato un punto di riferimento artistico importante e innovativo ed ha mantenuto un rapporto di affetto con gli anarchici livornesi. Negli anni ’70 mise a disposizione il suo talento... Leggi tutto

Solidarietà con i lavoratori dell’Angeleri di Guazzona

Solidarietà con i lavoratori dell’Angeleri di Guazzona
Domenica 10 marzo, nel giardino della sede dell’Ateneo Libertario e della Federazione Anarchica di Milano, si è tenuto un pranzo in sostegno dei braccianti agricoli, prevalentemente lavoratori immigrati, organizzati nella FlaicaUniti-CUB, impiegati nella Ditta Angeleri di Guazzona in provincia di Alessandria, in sciopero da vari mesi per rivendicare il pagamento dei loro salari, con l’obiettivo di costituire una cassa di resistenza. E’ da ottobre dell’anno scorso infatti che non ricevono lo stipendio e l’azienda si rifiuta di saldare il suo debito, nonostante accordi di facciata in prefettura. Nei mesi passati si erano tenuti dei presidi di solidarietà in loco ai... Leggi tutto

Vogliam la libertà- Né Dio, Né Patria, Né Famiglia

Vogliam la libertà- Né Dio, Né Patria, Né Famiglia
L’anarchismo non può che essere antisessista e nemico del patriarcato, perché l’eliminazione di ogni relazione di dominio, di ogni esclusione dai processi decisionali, di ogni negazione delle differenze sono suoi elementi costitutivi. Non c’è un solo femminismo. Alcuni sono estranei ad un approccio libertario, che avversa ogni identità escludente. Il femminismo della differenza non mira a spezzare la gerarchia ma solo a capovolgerla, nell’immaginario e nelle relazioni sociali. Questo femminismo è intimamente autoritario perché punta alla conquista del potere, valorizzando le gerarchie al femminile senza intaccare il dominio. È un femminismo che ignora le periferie del mondo, dove sui corpi... Leggi tutto

Sì all’autogestione, no allo sgombero della cascina Ponchia!

Sì all’autogestione, no allo sgombero della cascina Ponchia!
Siamo solidali con i giovani del KAP che hanno iniziato e continuano, insieme a noi, l’occupazione della cascina Ponchia “Cocca Casile”, nel quartiere Monterosso, a Bergamo. I giovani in questi cinque anni si sono incontrati, hanno civilmente organizzato iniziative, corsi, laboratori politici, hanno sperimentato l’autogestione, preservando la cascina da un ulteriore degrado e dalla sua svendita. Gli stessi hanno aperto la cascina al quartiere e ad altri gruppi del territorio, tra cui il nostro. Rivendichiamo per tutte le persone come noi, che ne sentano forte l’esigenza, il diritto di gestire attività in autonomia, in uno spazio pubblico, libero, gratuito e... Leggi tutto

La lotta e la solidarietà ci rendono forti!

La lotta e la solidarietà ci rendono forti!
Siamo le donne dell’Anatolia e della Mesopotamia; Abbiamo vissuto nei giorni bui della storia. Per decenni la gente di queste terre è stata sempre più oppressa. Abbiamo visto la povertà, abbiamo visto la guerra, abbiamo visto quelli che sono fuggiti e sopravvissuti alla guerra degli stati; ma uccise nella guerra del capitalismo o del patriarcato. Abbiamo visto le nostre sorelle torturate, accoltellate, uccise, trascinate nude, fatte a pezzi, bruciate vive … Abbiamo visto i nostri bambini, schiacciati e investiti, abbiamo visto le Madri del sabato chiedere giustizia e abbiamo visto gli assassini che cercavano di mettere a tacere le nostre... Leggi tutto
1 24 25 26 27 28 34