Search

Chi pagherà lo scotto?

Chi pagherà lo scotto?
Non abbiamo visto ancora niente! Questo è il mantra che serpeggia da un po’ di tempo, da quando cioè il lockdown ha cominciato a presentare il conto e gli aiuti promessi tardano a rimpinguare le tasche di una parte consistente del corpo sociale. Stiamo in qualche modo scampando all’attacco diretto della pandemia – stando a quanto si evince dai dati ufficiali su contagi, decessi e guarigioni – ma quello che la fase acuta si sta lasciando dietro, oltre ad un elevato numero di morti che in molti casi potevano essere, è una situazione sociale disastrosa; siamo però solo all’inizio. Presi... Leggi tutto

Bilancio n° 17/2020

Bilancio n° 17/2020
Bilancio n° 17 ENTRATE PAGAMENTO COPIE CARRARA Gruppo Germinal a/m Tipografia € 30,00 MILANO Federazione Anarchica Milanese € 60,00 Totale € 90,00 ABBONAMENTI ROMA A. Lucignano (cartaceo) € 55,00 SCONOSCIUTA G.P. Zonzini (cartaceo + gadget) € 65,00 PRATO M. Disanto (semestrale) € 35,00 CAPOLONA M. Daveri (cartaceo + gadget) € 65,00 BANARI S. Corda (semestrale) € 35,00 VARSI S. Curziotti (cartaceo) € 55,00 CASSIO L. Scarpa (semestrale) € 35,00 SAN GIOVANNI PERSICETO I. D'Angelo (cartaceo + arretrati) € 110,00 GIOVINAZZO O. Amato (cartaceo) € 55,00 PIACENZA Comitato Emilio Canzi (semestrale) € 35,00 CARMIGNANO DI BRENTA S. Pedron (pdf in regalo)... Leggi tutto

Dall’America latina

Dall’America latina
“In prigione il governo può disporre della libertà della persona e del tempo del detenuto; quindi, si intende facilmente la potenza dell’educazione che, non solamente in un giorno, ma nella successione dei giorni, perfino degli anni può regolare per l’uomo il tempo della veglia e del sonno, dell’attività e del riposo, il numero e la durata dei pasti, la qualità e la razione degli alimenti, la natura e il prodotto del lavoro, il tempo della preghiera, l’uso della parola e, per così dire, fin quello del pensiero, questa educazione che, nei semplici e corti tragitti dal refettorio al laboratorio, dal... Leggi tutto

Dalla Slovenia

Dalla Slovenia
In Slovenia, ormai da sei settimane, si svolgono proteste antigovernative ogni venerdì alle ore 19:00. Queste iniziative sono iniziate con il titolo “Protesta dai balconi” e successivamente si sono trasformate in eventi chiamati “La protesta dai balconi va in bici”. Le manifestazioni hanno avuto inizio venerdì 3 aprile, con canti, cacerolazas e suonando strumenti musicali, slogan urlati dai balconi e dalle terrazze cittadine (ma anche rurali!). Il 1˚ maggio la protesta si è spostata in bicicletta e così i ciclisti hanno conquistato le strade e le piazze delle città. Secondo stime ufficiali, a Lubiana 3.500 persone sono andate in bicicletta... Leggi tutto

Dave Eggers – Il Cerchio

Dave Eggers – Il Cerchio
EGGERS, Dave, Il Cerchio, Milano, Mondadori, 2013. – I segreti sono bugie – Condividere è prendersi cura – la privacy è un furto Questi gli slogan della più potente società di IT (information Technology) del mondo – The Circle, nel romanzo di fantascienza distopica di Dave Eggers del 2013. Annullamento di se stessi, abolizione della privacy, continua e incessante condivisione di tutta la propria vita. Se hai segreti di cui vergognarti o che possano essere deleteri per la convivenza, puoi condividerli e liberarti scoprendo che non sono solo i tuoi segreti; oppure sarai controllato costantemente, qualsiasi sia il tuo ruolo... Leggi tutto

Per una fenomenologia della bufala

Per una fenomenologia della bufala
Qualche giorno fa, come preannunciavamo in un articolo di poche settimane fa, è divenuto evidente che le fake news sono uno strumento di lotta politica che usano anche i governi e non solo la “gente comune”, l’unica di solito a venire chiamata in causa. L’uomo più potente della Terra, infatti, il presidente degli Stati Uniti d’America Donald Trump, ha utilizzato tutti gli strumenti mediatici a sua disposizione per annunciare urbi et orbi la seguente cosa: il COVID-19, in base agli studi del suo gruppo di esperti, non si è formato per una mutazione spontanea, “salto di specie” o altro, bensì... Leggi tutto

Osservatorio infortuni sul lavoro – marzo,aprile 2020

Osservatorio infortuni sul lavoro – marzo,aprile 2020
Nell’ultimo numero dell’osservatorio la pandemia in corso era agli inizi della sua virulenza nel paese, ma già dal mese di Febbraio erano centinaia solo nella regione Marche i sanitari in isolamento, sono arrivati al 30 aprile a 1124. In regione sono rimasti contagiati 558 sanitari, di cui 3 sono morti, secondo quanto ha riferito Ceriscioli (16 aprile). Nell’azienda ospedaliera Marche Nord (Pesaro/Urbino) ,la provincia più colpita, non c’è stato alcun decesso tra il personale in servizio: contagiati 71 infermieri, 31 medici, 14 operatori socio sanitari e altri 15 addetti (131 in totale). All’ospedale di Urbino inizialmente classificato dai dirigenti sanitari... Leggi tutto

È uscito il “Germinal” n. 129 (con l’inserto storico “Il Germe”)

È uscito il “Germinal” n. 129 (con l’inserto storico “Il Germe”)
Anche quest’anno, malgrado la pandemia e le limitazioni imposte dallo Stato, Il Primo Maggio esce il “Germinal”, giornale anarchico e libertario di Trieste, Friuli, Isontino, Veneto, Slovenia e… Tra “Germinal” e “Germe” si offrono 42 pagine di scritti e immagini per la libertà e l’autogestione, per la solidarietà e l’autonomia. Un soffio di aria pura nel clima ammorbato da attacchi alla salute e da inquinamento da manipolazione autoritaria. In queste pagine, troverete articoli sul nuovo controllo sociale con il pretesto dell’emergenza per il corona virus mentre è il problema principale è il sistema sanitario, brutalmente tagliato negli ultimi anni; la... Leggi tutto

Mutualismo o dell’incompatibilità collettiva

Mutualismo o dell’incompatibilità collettiva
Il processo tecnologico abbatte progressivamente la domanda di lavoro manuale (e non solo), erodendo progressivamente la domanda aggregata a causa dell’abbassamento del reddito pro-capite. In questo scenario di progressiva contrazione della forza lavoro, sostituita da intelligenza artificiale, automazione robotica e gestione digitale, nonché dalla specializzazione nella produzione immateriale che esclude di fatto i soggetti con un basso livello di istruzione, il problema riguardante la tenuta sociale è non solo urgente ma improcrastinabile. Quello che attende il mondo nel post-pandemia è un’accelerazione di questi fattori. Sul versante dell’analisi da molte aree si sta cominciando a capire la vastità del problema e... Leggi tutto

Bilancio n°16/anno 100

Bilancio n°16/anno 100
Bilancio n° 16 ENTRATE PAGAMENTO COPIE TRIESTE Gruppo Germinal € 290,00 MAROTTA-MONDOLFO Edicola Cartamarina € 25,00 Totale € 315,00 ABBONAMENTI MONTORVO D. Pappalardo (cartaceo + gadget) € 65,00 PAVIA P. Pasi (semestrale) € 35,00 CAPRIATE SAN GERVASiO F. Canziani (cartaceo) € 55,00 LAINATE G. Ciarallo (cartaco) € 25,00 MILANO M. Cribiori (pdf) € 25,00 SCONOSCIUTA F. Greco (pdf) € 25,00 SANT'ILARIO D'ENZA R. Bertozzi (cartaceo + gadget) € 65,00 MILANO C. Pinelli (pdf) € 25,00 BELGIO M. Hedouin (pdf in regalo) € 25,00 TRENTO E. Calabrese (semestrale) € 35,00 COMO B. Rumi (pdf) € 25,00 IMOLA E. Francia (cartaceo) €... Leggi tutto

L’autogestione come resistenza alla crisi

L’autogestione come resistenza alla crisi
Secondo le morali religiose, borghesi e stataliste (rosse, nere, bianche o di qualsiasi altro colore politico), il lavoro è indice di ordine, nobiltà, crescita e rispetto per se stess* e per gli altr*. Questi mascheramenti morali servono a coprire i meccanismi ripetitivi, conformisti e di disindividualizzazione del lavoro capitalistico. Non solo: si costringono gli individui ad accettare la divisione del lavoro. Come spiega Kropotkin: “La divisione del lavoro è l’uomo classificato, bollato, contrassegnato per tutta la sua vita, a far dei nodi in una manifattura o come sorvegliante in qualche industria, o come conduttore di una carriola nel tal sito... Leggi tutto

Il momento dell’accumulazione

Il momento dell’accumulazione
L’impatto della pandemia globale dovuta alla diffusione del coronavirus avrà conseguenze di lunga durata e, con molte possibilità, vedrà un’accelerazione delle dinamiche di ristrutturazione del capitalismo che sono già in corso. L’improvvisa imposizione del telelavoro e dello smartworking, sulla cui differenza torneremo più avanti, scombina le carte in tavola a molte imprese. Al contempo pone pesanti domande sul futuro della didattica di ogni ordine e grado. Emerge con forza il tema delle infrastrutture digitali, della loro progettazione e della loro gestione. Colossi del capitalismo della piattaforme, Google in primis, hanno saputo cogliere la palla al balzo proponendo i loro servizi... Leggi tutto

Dall’emergenza alla normalità

Dall’emergenza alla normalità
In molti si sono già affrettati a prevedere cosa accadrà “dopo” e, salvo gli ottimisti a oltranza, nessuno prefigura un futuro migliore. Qualche previsione sarà errata e qualcun’altra esatta ma, al momento, si può sicuramente puntare su due carte vincenti: si prospetta una grande crisi economica e sociale; molti cambieranno modo di lavorare. La seconda delle due previsioni è giustificata dal fatto che negli ultimi due mesi la maggioranza degli uffici, pubblici e privati, si sono svuotati dagli impiegati che hanno continuato a lavorare da casa. Quelli che seguono sono alcuni spunti per la discussione e la riflessione collettiva. Come... Leggi tutto

La metró ai tempi del Corona

La metró ai tempi del Corona
La metropolitana milanese, cuore della città che lavora, sempre affollata prima della crisi pandemica, non ha mai chiuso; non come a Wuhan dove le 6 linee metropolitane a partire 22 gennaio vengono bloccate e rimangono ferme per oltre due mesi. Nella città di Milano la metrò e gli autobus di linea continuano ad essere frequentati da molte persone che si recano nei posti di lavoro, quasi tutt* durante le ore di punta. Scorrendo i visi dei e delle passegger* si scorge la tensione nei volti, negli sguardi si legge la paura che a volte è rivolta a chi è vicino,... Leggi tutto

Ci vorrebbe l’Anarchia

Ci vorrebbe l’Anarchia
La crisi sanitaria dovuta all’affiancarsi della pandemia da COVID-19 alle malattie che ordinariamente richiedono nei casi gravi un immediato ricovero in terapia d’emergenza cardio-respiratoria – che ha mandato al collasso i Sistemi Sanitari di tantissimi paesi, in particolare quelli che avevano portato più avanti le ricette neoliberiste di sfascio della sanità pubblica – è l’argomento principe della discussione sia nell’ambito pubblico sia in quello privato. Adesso che in vari paesi il timore della morte, propria e dei propri cari, diminuisce gradatamente con l’affievolirsi in molte nazioni del numero di nuovi contagi, morti e, gradatamente, soprattutto, si rendono nuovamente liberi i... Leggi tutto
1 37 38 39 40 41 57