Search

Note bandite

Note bandite
Dopo Aldrovandi continuiamo con le morti di stato. Il 22 ottobre ricorre l’anniversario della morte di Stefano Cucchi, con questo articolo racconteremo come è morto e perché tramite tre canzoni di generi differenti. Tre brani per chiedere verità e giustizia nei giorni in cui il processo che lo riguarda sta muovendo passi decisivi. REDSKA – BASTARDI SENZA GLORIA ABAN – MESTIERE DI MERDA ANDREA DODICIANNI – SAINT MICHEL 1 REDSKA – BASTARDI SENZA GLORIA I Redska sono un gruppo di riferimento per tutti gli amanti dello ska-core nostrano. Da Forlì la band ha esportato un proprio sound, ottenuto dall’incastro sopraffino di... Leggi tutto

Cucine Senza Confini 2018

Cucine Senza Confini 2018
Quest’anno ho voluto godere fin dall’alba le tre giornate del Convegno “Cucine senza Confini” – organizzato dalle Cucine del Popolo di Massenzatico – e non me ne sono affatto pentita. Le Cucine sono fatte così; non sai se ti diverti di più ad assistere ai laboratori ed alle relazioni o parlare con tutti i compagni e le compagne che sono arrivat* da ogni dove o, non ci crederete ma è così, aiutare nella preparazione ed organizzazione degli eventi e dei vari pasti: cerchiamo però di fare ordine nelle mille attività che si sono susseguite. L’inaugurazione ufficiale è stata alle 19,... Leggi tutto

Lo sguardo della talpa

Lo sguardo della talpa
Sei un figlio di cane rimbambita come un allocco inutile come una nutria scema come un’oca ubbidiente come un cavallo muto come un pesce Sei una troia un vero stallone lercio come un topo brutto come un tacchino fastidioso come un corvo gufo del malaugurio Puzzi come un maiale schifoso come uno scarafaggio sei viscida come una lumaca ignorante come una capra ti fregano come un pollo stupido come un asino grassa come una vacca Sei peggio di uno squalo noioso come un pappagallo cervello da gallina vigliacco come un coniglio assomigli a una scimmia ti comporti da pecora Quanta... Leggi tutto

I sentieri del Maquis

I sentieri del Maquis
Figura leggendaria quella di Ramon Vila Capdevila. Da bambino era stato sfigurato da un fulmine e per questo si era guadagnato il nomignolo di Caracremada (in catalano, faccia bruciata). Attivo nella CNT fin dai primi anni Trenta aveva poi partecipato alla Rivoluzione e alla guerra civile. Nel 1939 inizia anche per lui, come per altre centinaia di migliaia di profughi, il calvario dell’esilio in Francia. Una Francia che – in inverno – rinchiude i profughi in campi di concentramento improvvisati e senza alcun servizio, neppure igienico, spesso sulla spiaggia, come quello di Argelès-sur-Mer dove viene internato Ramon Vila. L’anarchico però... Leggi tutto

Bilancio n.27-28

Bilancio n.27-28
Bilancio n. 27-28 ENTRATE PAGAMENTO COPIE REGGIO EMILIA Federazione Anarchica Reggiana € 100,00 SPEZZANO ALBANESE F.A. “G. Pinelli” FAI € 50,00 NAPOLI Gruppo Anarchico “Francesco Mastrogiovanni” – FAI € 100,00 EMPOLI P. Beccherini vendita militante € 46,00 BOLZANO A. Mazzullo vendita militante € 15,00 Totale € 311,00 ABBONAMENTI COLOGNOLE F. Lazzeri (pdf) € 25,00 TORTONA E. Tonna (cartaceo) € 55,00 S. CASCIANO V.DI PESA Centro Studi Storici della Val di Pesa (cartaceo) € 55,00 ODERZO D. Bedini Barbieri (cartaceo) € 55,00 PREVALLE M. Fasoli (pdf)€ 25,00 SALA BOLOGNESEL. Collina (pdf) € 25,00 VITTORIO VENETO G. Baccaro (pdf) € 25,00 BRESCIA... Leggi tutto

L'ospitalità come reato

L'ospitalità come reato
Il giorno prima di scrivere queste considerazioni sulla vicenda di Mimmo Lucano – il sindaco di Riace che al momento in cui scrivo queste righe è agli arresti domiciliari nel suo paese – ho svolto una relazione presso l’edizione 2018 del convegno annuale delle “Cucine del Popolo” di Massenzatico (Reggio Emilia) su “Saperi e Sapori in età ellenistica”. Dopo aver ricordato come la coscienza degli aspetti antropologici e di immaginario collettivo legati al cibo sia decisamente recente e risalga, sostanzialmente, agli anni dopo la prima guerra mondiale con le indagini dell’etnoantropologia e, soprattutto, con la rivoluzione operata nel campo storiografico... Leggi tutto

Uno sciopero generale necessario

Uno sciopero generale necessario
“Stiamo attraversando uno dei periodi peggiori della nostra storia con un governo ibrido e da brividi che in modo spregiudicato utilizza il bastone e la carota: il bastone subito e la carota sono promesse a divenire”. Così iniziavo il mio intervento nella Assemblea Nazionale svoltasi a Milano nella giornata del 29 settembre,giornata promossa dai sindacati CUB, SI Cobas, Slai Cobas, USI Ait a sostegno dello sciopero generale dei 26 ottobre. Metto anche in evidenza nell’intervento che la Lega di salvini ha dichiarato una guerra spietata ai migranti, con il placet dei 5 stelle, una campagna intrisa di odio razziale, una... Leggi tutto

Nuovi terreni di scontro fra le classi

Nuovi terreni di scontro fra le classi
Una prima considerazione ritengo vada fatta per comprendere appieno il contesto nel quale si sviluppa la mobilitazione per lo sciopero del 26 ottobre indetto da CUB, SGB, SI Cobas, SLAI, Cobas, USI: va rilevata l’assenza dalla scena del conflitto, reale o virtuale poco importa, sia del sindacalismo istituzionale che del sindacalismo, diciamo così, semi-istituzionale, e cioè dei sindacati “di base” che hanno firmato l’accordo del 10 gennaio 2014 (1). Per un verso, CGIL CISL UIL, che pure dovrebbero temere la “furia anticasta” dei due partiti attualmente al governo, sembrano singolarmente rilassate e pare che aspettino di valutare la situazione. È,... Leggi tutto

Ecologisti e libertari di ieri e di oggi

Ecologisti e libertari di ieri e di oggi
ML: Jose, nel tuo ultimo libro tradotto in francese (con il titolo La Libertà in un Mondo Fragile pubblicato da L’échappée nel 2018) si rivisita il pensiero libertario, attraverso alcuni suoi pensatori in relazione ai problemi ambientali di ieri e oggi. Possiamo concepire una società libera ed individui autonomi in un mondo con risorse limitate? Questo è il tuo approccio. È un handicap o forse una possibilità? Ti stai allontanando dall’idea di società benestanti e da una certa fede nel progresso tecnico creato dai teorici anarchici. Così, si mette l’accento su alcune dimensioni, troppo spesso oscurate o ridotte secondo te... Leggi tutto

Ancora assistenzialismo per ricchi

Ancora assistenzialismo per ricchi
Dopo i numerosi assist a Matteo Salvini, i media si sono decisi a dare una mano anche a Luigi di Maio, montando un caso su dichiarazioni “confidenziali” del portavoce del Presidente del Consiglio. Gli scontati attacchi al governo si sono espressi con le consuete sfide al buonsenso. Il presidente del parlamento europeo, Antonio Tajani, è arrivato a parlare di “purghe staliniane”, come se le eventuali rappresaglie contro i burocrati del Tesoro prospettate dal portavoce consistessero in deportazioni in Siberia e non in semplici trasferimenti ad altri uffici. Esagerazioni che hanno ancora una volta giovato al governo, che ormai lucra da... Leggi tutto

Come un titolo può ingannare

Come un titolo può ingannare
Di Angelo Tirrito ne avevo sentito parlare ma non lo conoscevo. Alfredo Taracchini Antonaros invece lo conosco e mi pregio di potermi definire un suo amico, non me ne voglia. Già la sua introduzione – Un Posto da Evitare – è una rivelazione. Racconta di come e perché è nata la Bocconi e della sua storia, passata e presente. Se però il presente viene dal passato qui si capisce bene cosa sia la Bocconi ed i libro solo per queste poche pagine meriterebbe la lettura. L’opuscolo, invece, inizia con “Abolizione della Proprietà Privata”e... Leggi tutto

La battaglia langue

La battaglia langue
“Camillo Berneri dovette passare la frontiera (con la Francia) agli inizi di aprile 1926. Da Camerino (dove insegnava) si trasferì a Bellaggio e da qui a Milano, dove lasciò la sua famiglia dopo aver trascorso qualche giorno a Sanremo, attraversò clandestinamente la frontiera sistemamdosi a Nizza (dove) nei primi mesi del 1927 si riunì alla moglie e alle figlie. Partì immediatamente per Parigi (…)”. In Francia entrò in contatto con l’ambiente dei fuoriusciti dall’Italia, che nell’Aprile del 1927 nel Convegno di Nerac cercarono di organizzare politicamente il “fuoriuscitismo”: in quel convegno venne fondata la Concentrazione Antifascista, concentrazione che trovava la... Leggi tutto

Bilancio n.26

Bilancio n.26
Bilancio n. 26 ENTRATE PAGAMENTO COPIE MESSINA Biblioteca di Studi Sociali P.Gori€ 100,00 LiVORNO Federazione Anarchica Livornese € 51,00 MARINA DI PISA Diffusione al bagno Big Fish € 9,00 ROMA Gruppo Anarchico Carlo Cafiero € 25,00 PALERMO A. Rampolla “Ricordando Antonio Cardella e Pietro Riggio”€ 100,00 Totale € 285,00 ABBONAMENTI OLEVANO ROMANO U. Middei (cartaceo + gadget) € 65,00 ROMA Gruppo Anarchico Carlo Cafiero (pdf) € 25,00 MASSA MARTANA L. Lucioni (cartaceo) € 55,00 SAN GIOVANNI VALDARNO G. Nocini (cartaceo) € 55,00 ROMA M. Buraschi (cartaceo + gadget) € 65,00 SARZANA P. Cavuoti (semestrale) € 30,00 TRIESTE  D. Pacor (cartaceo)€... Leggi tutto

Il sole sorge a Nord-est

Il sole sorge a Nord-est
Il Capitano Salvini ci ha ricordato, sotto il sole d’agosto, che questo nostro popolo, per lo più composto da smidollati e indisciplinati, ha bisogno della reintroduzione della leva obbligatoria, utile ad educare giovinastri e giovinastre. Sembra dunque che il Capitano non abbia una buona opinione del Popolo che, a suo dire, lo onora di un sostegno plebiscitario (quello accertato fino ad oggi è del 17 per cento circa dei voti validi del marzo scorso: poco più del 12 per cento degli elettori italiani). Ma l’uscita agostana non è estemporanea: già da tempo i leghisti sostengono una nuova leva obbligatoria e... Leggi tutto

La lunga onda rosso-bruna

La lunga onda rosso-bruna
Roberto Pirrone. Non mi ricordavo proprio chi fosse questo tizio. Fino a quando un paio di settimane fa sono andato a comprare il giornale all’edicola-tabacchi dove vado di solito e mi sono trovato in coda dietro a un esagitato che, mentre spendeva alcune decine di euro in Gratta E Vinci, continuava a citarlo alla povera edicolante con gli occhi spalancati come esempio del fatto che “i veri comunisti sono quelli che sono contro gli immigrati”. Finiti i girotondi e le gazzarre della spazzatura fascista e leghista la sera prima, il primo a festeggiare i risultati elettorali che hanno poi portato... Leggi tutto
1 2 3 4 5 100