Search

Livorno: comunicati e iniziative

Livorno: comunicati e iniziative
STRAGE DI LAVORATOR* SFRUTTAT*. BASTA. Appena pochi giorni fa, nel tardo pomeriggio del 24 giugno, a Tuturano, nella piana del brindisino Camara Fantamadi, un operaio agricolo maliano di 27 anni è stato stroncato da un malore. Immediatamente i media hanno parlato di un malore dovuto al caldo insostenibile di quei giorni e, in generale dell’estate in questa zona del Mediterraneo. Sappiamo che è una mezza verità. Camara è morto di sfruttamento. Si è accasciato alla fine di un turno ininterrotto di 4 ore sotto un sole cocente, in una frazione che raggiungeva in bicicletta da La Rosa di Brindisi, dove... Leggi tutto

Sull’omicidio di Deona Marie Erickson

Sull’omicidio di Deona Marie Erickson
Di seguito la traduzione di un articolo apparso sul sito anarchico statunitense Chrimetinc (Articolo originale qui: https://it.crimethinc.com/2021/06/16/the-culture-of-vehicular-attacks-on-the-murder-of-deona-marie-erickson) in seguito all’assassinio della militante antifascista Deona Marie Erickson avvenuto il 13 giugno, quando un autista ha volontariamente e con violenza attaccato col suo Suv un corteo di protesta antifascista e contro le violenze poliziesche a Minneapolis. Il parallelo con la morte di Adil, sindacalista del Si-Cobas, investito da un camion durante un picchetto di protesta fuori i cancelli della Lidl di Biandrate in provincia di Novara, potrebbe a prima vista sembrare azzardato (diverso il contesto e diverse le motivazioni di fondo dell’attacco)... Leggi tutto

Enrico Ranieri “Bakunino”

Enrico Ranieri “Bakunino”
Il 20 giugno 2021, troppo presto, è venuto a mancare il compagno Enrico Ranieri lasciandoci un vuoto e un profondo dolore. Era soprannominato “Bakunino”; quel soprannome gli piaceva, incarnava il suo modo di vivere l’anarchia come principio sia politico sia personale e comportamentale. Enrico nacque in una famiglia di contadini che produceva vino da sempre: il rapporto conflittuale con i padroni e il contatto con le osterie romane gestite da proletari, spesso anarchici, ha portato la sua famiglia a lottare per l’emancipazione sociale fin dagli anni Trenta. La sua militanza cominciò a 14 anni, all’inizio degli anni ’70, nel gruppo... Leggi tutto

Ciao Bakunino

Ciao Bakunino
Ieri é venuto a mancare a causa di un infame male il nostro compagno Enrico Ranieri, conosciuto da sempre e da tutti come “Bakunino”. Bakunino rappresenta molto per il nostro gruppo e per il movimento tutto, data la sua lunga ed intensa militanza che dalle lotte degli anni ’70 è arrivata fino ad oggi. Comunichiamo a chi volesse dargli l’ultimo saluto che la cerimonia laica si svolgerà martedì 22 giugno alle ore 16.00, nell’area antistante il cimitero di Olevano Romano. Invitiamo tutti/e a portare bandiere, foulard, pezze e quant’altro dei nostri colori, rosso e nero, i colori dell’anarchia, cosicché, assieme... Leggi tutto

Primo Maggio. Piovono multe

Primo Maggio. Piovono multe
La Questura le aveva promesse. 200 multe per chi aveva osato manifestare lo scorso Primo Maggio a Torino. In questi giorni i postini le stanno recapitando a chi aveva partecipato al corteo partito da piazza Vittorio e conclusosi in piazza Castello, dove la polizia aveva blindato ogni strada, per impedire che la manifestazione proseguisse. Una vendetta di Stato per chi non si è piegato alle disposizioni liberticide imposte con il pretesto dell’emergenza Covid. Per il governo i responsabili, gli untori sono quelli che manifestano all’aria aperta con le protezioni e distanziati. Come abbiamo fatto noi il primo maggio. Nel marzo... Leggi tutto

Qualche parola sul corteo del 5 Giugno

Qualche parola sul corteo del 5 Giugno
Lo sgombero del CSOA Molino e la demolizione di parte degli stabili dell’ex macello hanno scatenato un’ondata di solidarietà in Ticino, in Svizzera e altre parti del mondo. Solidarietà che ci ha scaldato il cuore dimostrandoci che il fazzoletto di terra che abitiamo è ancora capace di grandi cose. In questi giorni, nelle strade si sono (re)incontrate migliaia di persone diverse che in questi decenni hanno frequentato lo spazio, che sia stato per una serata o un pezzo più o meno lungo della propria vita. Il Molino è stato un luogo in cui si sono intrecciati e hanno coabitato, anche... Leggi tutto

Basta omicidi padronali! Adil vive nelle lotte

Basta omicidi padronali! Adil vive nelle lotte
Nella giornata nazionale di sciopero della logistica del 18 giugno Adil Belakhdim, 37 anni, coordinatore dei Si Cobas di Novara è stato investito e ucciso da un camion davanti ai cancelli della Lidl di Biandrate, nel Novarese. Una nuova tragedia che ha colpito i lavoratori e le lavoratrici in lotta nel settore della logistica. Alla Lidl è in corso una delle tante lotte nel comparto della logistica, lotte sempre più estese e radicali, che per questo fanno sempre più paura ai padroni, alle mafie e ai governi che rispondono con sempre maggior durezza e violenza. In pochi giorni si è... Leggi tutto

Marcia No Tav. Verso un’estate di lotta

Marcia No Tav. Verso un’estate di lotta
C’eravamo tutti. Quelli che ci sono sempre stati ed i giovani arrivati sull’onda delle lotte di chi c’era prima. C’erano gli anziani che con lacrimogeni e idranti faticano a respirare ed i bimbetti per i quali non è ancora tempo di barricate. Una marcia necessaria a dimostrare che l’opposizione al Tav e alle grandi opere è radicata in Valle, a Torino ed in ogni dove. C’erano delegazioni delle tante lotte che in questi anni si sono intrecciate e sostenute in una dinamica di mutuo appoggio che si è consolidata con il passare del tempo. C’era anche una delegazione di amministratori,... Leggi tutto

Le nostre idee non si sgomberano!

Le nostre idee non si sgomberano!
Premessa Nella notte tra sabato 29 e domenica 30 maggio 2021 le ruspe hanno demolito una parte del centro sociale “il Molino” sgomberato poche ore prima dalla polizia. Il pomeriggio del sabato aveva visto una partecipata manifestazione a favore dell’autogestione all’ex Macello comunale, sede dell’autogestione dal 2002 – minacciata di sgombero dallo scorso marzo – partire dal centro di Lugano e terminare con un’azione di occupazione temporanea di uno stabile in disuso da anni. Con questo pretesto il Municipio, in maggioranza leghista, ha deciso la linea dura: schedare tutte/i le/i partecipanti a questa nuova occupazione temporanea, sgomberare il Molino e... Leggi tutto

Cassa di solidarietà Libertaria-rifacciamo il punto

Cassa di solidarietà Libertaria-rifacciamo il punto
Continua, con grande impegno, il lavoro mutualistico intrapreso all’inizio della pandemia dalla Cassa di Solidarietà Libertaria di Reggio Emilia. La nostra Cassa raggruppa le Cucine del Popolo, la FAI Reggiana, la sezione reggiana dell’Unione Sindacale Italiana, il Collettivo LouiseMichel e compagni e compagne dell’area libertaria. In più si avvale di varie collaborazioni su tutto il territorio nazionale. Con questa nuova circolare diamo conto del lavoro realizzato dal 15 febbraio a fine maggio 2021. In questo trimestre sono stati molteplici gli interventi in tutti i campi e abbiamo distribuito 285 pacchi alimentari e 30 grandi borse di vestiario. Gli interventi sono... Leggi tutto

Passeggiata delle puttane

Passeggiata delle puttane
Venerdì 4 giugno le strade di Torino sono state invase con gioiosa rabbia dalla slut walk lanciata dalla rete free(k) pride contro la violenza omolesbobitransfobica e il pinkwashing istituzionale. Il sabato precedente Stefanessa, frocia attiva nelle lotte a Torino, era stata aggredita alla Vucciria, il quartiere della movida palermitana. Le si sono avventati contro in quattro, armati di bottiglie e decisi a sfregiarla, come le hanno gridato per disprezzo. La bottiglia non è arrivata a segno ma una gragnuola di pugni al volto le ha spaccato il naso, tumefatto un occhio, gonfiato il volto. Quando l’ultimo pugno del gruppo macista... Leggi tutto

2 giugno a Torino e Roma

2 giugno a Torino e Roma
Torino. Per il secondo anno consecutivo i militari hanno deciso di disertare piazza castello, rifugiandosi tra le mura della Caserma Montegrappa per le celebrazioni militariste del 2 giugno. Gli antimilitaristi, come ogni anno, non sono mancati all’appuntamento, cui hanno partecipato centinaia di persone. La performance “Sabbia di sangue” ha efficacemente smontato la retorica militarista sulla guerra. Il canzoniere di “Note di Rivolta” ha accompagnato e concluso la giornata in cui abbiamo “fatto la festa alla Repubblica”. Numerosi gli interventi su spesa bellica, uso dei militari per le strade, nei CPR e nel cantiere/fortino di Chiomonte. Un focus particolare sull’industria bellica... Leggi tutto

Leo Candela

Leo Candela
Dopo lunga malattia il 6 febbraio ci ha lasciato il compagno Leo Candela. A causa della situazione pandemica i suoi funerali si sono svolti in forma ristretta alla presenza di pochi intimi, concludendosi con la cremazione. Leo Candela era originario di Bova Marina ove era nato l’8 dicembre 1948. Dopo aver conseguito un attestato di operaio specializzato presso l’Istituto Professionale “E. Fermi” si era trasferito a Milano ove vi aveva svolto la sua attività lavorativa stringendo rapporti con il movimento anarchico locale e partecipando alle varie iniziative ma mantenendo sempre un legame strettissimo con la sua terra d’origine, la Calabria.... Leggi tutto

Sgomberato e demolito il CSOA Molino di Lugano

Sgomberato e demolito il CSOA Molino di Lugano
Nella notte tra sabato 29 e domenica 30 maggio 2021 le ruspe hanno demolito una parte del centro sociale “il Molino” sgomberato poche ore prima. Il pomeriggio del sabato aveva visto una partecipata manifestazione a favore dell’autogestione all’ex Macello comunale, sede dell’autogestione dal 2002 -minacciata di sgombero dallo scorso marzo- partire dal centro di Lugano e terminare con un’azione di occupazione temporanea di uno stabile in disuso da anni. Con questo pretesto il Municipio ha deciso la linea dura: schedare tutte/i le/i partecipanti a questa nuova occupazione temporanea, sgombrerare il Molino e addirittura demolirlo nottetempo! Chi ha    frequentato il... Leggi tutto

Musa: omicidio di stato al CPR di Torino (agg.al 25 maggio)

Musa: omicidio di stato al CPR di Torino (agg.al 25 maggio)
Musa Balde aveva 23 anni. Nella notte tra sabato e domenica, è morto nel CPR. Il 9 maggio era a Ventimiglia, fuori da un supermercato dove cercava di racimolare qualche soldo. Tre uomini lo assalgono a calci, pugni e sprangate. Qualcuno fa un video: Musa è a terra, rannicchiato mentre i tre infieriscono su di lui. Una vicenda di violenza razzista come tante: solo la diffusione delle immagini impedisce che il silenzio cali sulla sua storia, perché quelli come Musa raramente hanno la possibilità di raccontare ed essere creduti. Va da se che i media danno ampio spazio alla versione... Leggi tutto
1 6 7 8 9 10 35