Search

La repressione è il loro vaccino. Le lotte sono il nostro

La repressione è il loro vaccino. Le lotte sono il nostro
La repressione sociale e politica che si è scatenata da quando è scoppiata la pandemia sta raggiungendo livelli sempre più preoccupanti. Non ci riferiamo solo al controllo sociale capillare (oltre 14 milioni le persone fermate per controlli dall’11 marzo) e alle decine di migliaia di multe erogate dai solerti tutori dell’ordine ma anche e soprattutto alla sospensione di ogni forma di manifestazione pubblica nonché del diritto di sciopero. È chiara l’intenzione del governo di reprimere sul nascere qualsiasi mobilitazione che possa contrastare tramite l’azione diretta e l’autogestione dal basso la crisi sociale epocale in cui siamo immersi e che pare... Leggi tutto

La vicenda di XM24

La vicenda di XM24
Presentiamo la discussione fatta con alcun* compagn* di XM24 in merito all’occupazione dell’ex Caserma Sani e al suo significato politico di resistenza alla mire economiche-repressive di Cassa Depositi e Prestiti, Procura e Comune di Bologna. (Il 16 gennaio l’Xm24 è stato sgomberato. Per aggiornamenti: www.ecn.org/xm24/ ndr) Domanda: Parlateci della nuova occupazione. L’aver scelto di occupare l’ex caserma Sani (situata nel quartiere della Bolognina n.d.r.) non è stata una scelta casuale ovviamente. Innanzitutto era uno dei quattro posti oggetto della trattativa col Comune seguita allo sgombero di Xm24, trattativa che, per incapacità e mancanza di reale volontà politica dell’amministrazione, ha portato... Leggi tutto

Il senso di una lotta

Il senso di una lotta
Lo spazio Xm24,‭ ‬ovvero sia gli ex mercati generali di Bologna di via Fioravanti‭ ‬24,‭ ‬nello storico e proletario quartiere della Bolognina da anni era minacciato di sgombero da parte delle giunte di centrosinistra succedutesi in comune.‭ ‬Uno spazio complesso,‭ ‬vissuto da abitanti del quartiere,‭ ‬studenti,‭ ‬lavoratori,‭ ‬autoproduttori,‭ ‬ravers,‭ ‬punx,‭ ‬hackers,‭ ‬queer,‭ ‬migranti,‭ ‬con una composizione anomala anche rispetto agli altri spazi sociali cittadini.‭ ‬Uno spazio in cui cospiravano una pluralità di esperienze:‭ ‬una scuola di italiano con migranti‭ (‬e in quel‭ “‬con‭” ‬in luogo di un‭ “‬per‭” ‬sta molto‭)‬,‭ ‬un mercato delle autoproduzioni alimentari,‭ ‬a prezzi popolari al contrario... Leggi tutto

L’autogestione non si sgombera-solidarietà a XM24

L’autogestione non si sgombera-solidarietà a XM24
Lo sgombero avvenuto oggi dello spazio sociale XM24 a Bologna è solo l’ultimo episodio di repressione che dimostra la comune volontà di governo e opposizione di cancellare tutte le esperienze che lottano contro la trasformazione delle città -e in particolare dei centri urbani- in città-vetrina dove solo chi ha i soldi può vivere e dove è il profitto a dettare i ritmi della vita quotidiana, lacerando ogni legame sociale e di classe. Il percorso di XM24 e la larga mobilitazione avvenuta in questi mesi hanno dimostrato che radicalità e radicamento sociale possono coniugarsi in maniera virtuosa costruendo fronti di lotta... Leggi tutto

Solidarietà a Giusi Rossi

Solidarietà a Giusi Rossi
Esprimiamo massima solidarietà nei confronti della compagna Giusi Rossi, militante e delegata del sindacato di base SGB, che rischia di perdere il posto di lavoro per aver semplicemente rivendicato il suo antifascismo durante una manifestazione contro un comizio di Forza Nuova a Bologna , dove i nazifascisti erano prontamente difesi da un ingente cordone di polizia che non ha esitato a malmenare la compagna. (qui il video : https://www.globalist.it/news/2019/06/01/picchiata-dai-poliziotti-il-comune-apre-contro-di-lei-un-provvedimento-disciplinare-2042271.html) Giusi è stata per questo motivo segnalata all’ufficio provvedimenti disciplinari del Comune di Casalecchio di Reno dove lavora come dipendente. Lo Stato e i suoi governanti non possono più tollerare ,... Leggi tutto

Addio Sandro Galli, uomo libero

Addio Sandro Galli, uomo libero
“L’esperienza non ha proprietà transitiva”; “l’anarchia è tutto ciò che allarga spazi di libertà”: queste sono due frasi che abbiamo sentito dire tante volte al compagno Sandro Galli, morto la mattina di domenica 14 ottobre 2018. A seguito di un ictus era stato ricoverato nella casa di riposo dell’Istituto Sant’Anna, di via Pizzardi 30, a Bologna, dove martedì 16 lo abbiamo ricordato e salutato con la nostra bandiera sulle note di “Nostra patria è il mondo intero”. Schivo e appartato, per lo meno negli ultimi anni, passava comunque con regolarità al circolo anarchico Berneri per un saluto e per rinnovare... Leggi tutto

2 giugno contro gli eserciti

2 giugno contro gli eserciti
Varie le iniziative in occasione della festa nazionalista e militarista del due giugno. A Livorno il presidio antimilitarista in vista del 2 giugno messo in agenda da tempo dalla Federazione Anarchica Livornese e dal Collettivo Anarchico Libertario per il 1 giugno, si è trasformato per l’evolversi della situazione politica nella prima iniziativa di piazza a Livorno contro il nuovo governo guidato da Conte a composizione 5 stelle-Lega, che proprio in quelle ore ha prestato il giuramento ed è entrato in carica ufficialmente. Per questo si è scelto di scendere in piazza con uno striscione chiaro che ha attirato l’attenzione e... Leggi tutto

Stop Al Panico (Associazione di Mutuo Soccorso per il diritto di espressione)

Stop Al Panico (Associazione di Mutuo Soccorso per il diritto di espressione)
L’associazione di Mutuo Soccorso per il diritto di espressione (mutuosoccorso.noblogs.org) è lieta di annunciare di aver dato alle stampe “Stop al panico!”, la seconda edizione riveduta, aggiornata e ampliata di “Difesa legale, note per una maggiore consapevolezza”.   Polizie e tribunali: istituzioni selettive e discrezionali poste da un ordinamento a garanzia di sé stesso, per natura inclini a essere piegate a fare del dissenso un crimine. Una ricognizione ragionata nelle trame del processo penale, pensata per chi prende parte a manifestazioni di piazza e movimenti dal basso. Nuova edizione aggiornata alle ultime novità legislative con approfondimenti inediti sull’autotutela digitale (in... Leggi tutto

Una risposta di movimento alla questione securitaria

Una risposta di movimento alla questione securitaria
Nella notte del 22 novembre a Bologna dieci persone che dormivano sotto il portico di viale Masini sono state multate e allontanate dalla zona, con un “ordine di allontanamento” al quale si accompagna una sanzione dai 100 ai 300 euro. A livello legale, ciò è previsto dalla legge Minniti sulla sicurezza urbana, che si interessa in questo caso a “chiunque ponga in essere condotte che impediscono l’accessibilità e la fruizione delle infrastrutture, fisse e mobili, ferroviarie, aeroportuali, marittime e di trasporto pubblico”, ma anche di scuole, siti universitari, parchi, o più in generale luoghi “interessati da consistenti flussi turistici”1. In... Leggi tutto

Sugli sgomberi di Làbas e Crash a Bologna

Sugli sgomberi di Làbas e Crash a Bologna
Ai compagni e alle compagne di Làbas e di Crash tutta la nostra solidarietà La violenza raggiunta dagli organi di governo di questa città, a tutti i livelli, ci lascia profondamente disgustati. Si tratta di una violenza che si esprime a livello economico, con la costante precarizzazione del mercato del lavoro e l’emergere di nuove sacche di povertà urbana; a livello sociale, con i tagli al welfare e l’introduzione di politiche che “colpevolizzano” il disagio sociale; a livello politico e pubblico, con la repressione di tutte quelle esperienze autogestite che con la propria irriducibile alterità all’ordine di cose esistente costituiscono... Leggi tutto

Comunicato sui fatti del 28 giugno a Bologna

Comunicato sui fatti del 28 giugno a Bologna
Alla luce della provocatoria presentazione di un fumetto sul fascista Sergio Ramelli, nella giornata del 28 giugno 2017, gli spazi sociali che popolano il quartiere Santo Stefano si sono attivati per opporsi a tale presenza. Nei giorni scorsi, la condanna di questa iniziativa è stata espressa con veemenza in più sedi, manifestando con chiarezza l’incompatibilità della presenza fascista con il nostro quartiere. Nonostante ciò, le istituzioni locali e la Questura hanno ritenuto opportuno permettere e difendere la presenza dei fascisti in città. Comune e Quartiere, non ci stupisce, si sono lavati le mani rispetto a questa infame presenza con la... Leggi tutto

Terrorizzare e reprimere

Terrorizzare e reprimere
Scriviamo queste righe con l’elicottero che ci ronza sulla testa, a G7 Ambiente ancora in corso. Terrorizzare e reprimere sono le parole che meglio spiegano quanto è avvenuto in questi giorni di giugno 2017 a Bologna. Migliaia di poliziotti, altrettante identificazioni, un numero imprecisato di fermi e di fogli di via preventivi. In base a informazioni di polizia, viene fermato chi arriva in città e la questura ne ordina l’allontanamento. È esattamente quello che faceva il fascismo: in occasione di eventi particolari, come la visita in città del re o di qualche alto gerarca, fermava o allontanava chi era ritenuto... Leggi tutto

Difendere XM24, per tornare a respirare

Difendere XM24, per tornare a respirare
Dal 2013 al 2016 il grande affresco Occupy Mordor, dipinto da Blu sulla parete di XM24, ha messo in scena una battaglia per la città: le truppe del sindaco Sauron – armate di ruspe, mortadelle e sfollagente – si scontravano con un popolo che suonava, ballava, pedalava, leggeva, hackerava, coltivava e lanciava angurie con le catapulte. Oggi l’affresco non c’è più, ma la battaglia è in pieno svolgimento. Proprio come in quella raffigurazione, la città ufficiale ha la forza dei partner economici per imporsi ai suoi avversari, ha la forza poliziesca per reprimerli, e ha mezzi enormi – infinitamente più... Leggi tutto

“‬Suonata è già l'ora bisogna lottar‭”*

“‬Suonata è già l'ora bisogna lottar‭”*
Nelle assemblee Non Una Di Meno verso‭ ‬il‭ ‬26-27‭ ‬novembre‭ ‬a Roma,‭ ‬si è subito pensato a l’indomani del‭ ‬25‭ ‬Novembre.‭ ‬La Giornata Internazionale Per L’eliminazione Della Violenza Contro Le Donne non doveva essere il traguardo bensì la nostra linea di partenza.‭ ‬La rinascita del femminismo è stata vissuta con entusiasmo durante questo percorso,‭ ‬venendo poi confermata dall’immenso successo della manifestazione nazionale del‭ ‬26:‭ ‬una marea di voci di donne si fanno sentire malgrado la censura dei media. Migliaia di donne sono scese in piazza e hanno sfilato con orgoglio attraverso Roma‭ ‬per rivendicare l’autodeterminazione,‭ ‬centinaia di loro hanno partecipato... Leggi tutto

Il saggio indica la lotta, lo stolto guarda il tornello

Il saggio indica la lotta, lo stolto guarda il tornello
È sotto gli occhi di tutti quanto successo nella biblioteca di via Zamboni n. 36 a Bologna. In questi giorni abbiamo imparato a conoscerla, riconoscerla e diffonderla oltre Bologna semplicemente dicendo “il 36”. Sì perché quella biblioteca pubblica (è bene ricordarlo), chi ha esperienze cittadine bolognesi la conosce come “il 36”: “ci vediamo al 36”, “andiamo al 36”, “sono al 36”. Ma, ora, dopo la violenta irruzione al 36 da parte dello Stato a suon di manganellate, denunce e arresti, quel numero ha assunto un significato nuovo, che porta dentro di sé tutta la sua carica di lotta e rivendicazione.... Leggi tutto
1 2