Search

Dalla TRADIZIONE alla RI(e)VOLUZIONE musicale

Dalla TRADIZIONE alla RI(e)VOLUZIONE musicale
Avevamo già raccontato nel n. 25 del giornale di Roccatederighi e del CoroSedicidAgosto. In occasione dell’uscita del doppio cd vi proponiamo un intervista a Jonny Marucci e Claudio “Bube” Iannuzzi. Ci volete parlare di questo progetto che finalmente si è concretizzato? J: Amore&Anarchia – Tradizione e RI(e)voluzione è un progetto musicale inciso su doppio CD, che vede su un lato la tradizione del CoroSedicidAgosto e sull’altro la ri(e)voluzione di Bube e i suoi Mazzacani. Qui a Roccatederighi la tradizione del canto si tramanda ormai da 120 anni. I canti si sentivano echeggiare, nelle osterie, nelle botteghe, in piazza e nelle cantine con... Leggi tutto

Il principio speranza del futuro

Il principio speranza del futuro
La Fantascienza è una forma di letteratura popolare – per nulla nel senso spregiativo del termine – nata non casualmente con la società industriale, perché la sua specifica forma narrativa ha permesso e permette tuttora di rappresentare le potenzialità ed i timori degli uomini di fronte ad una situazione che modifica di continuo, in una maniera mai vista prima, le condizioni materiali di vita di ogni essere umano. È facile notare la forte presenza dell’anarchia – intesa sia come appartenenza ideologica e talvolta militante dei singoli scrittori, sia come tematica narrativa che va di là di questi, pur numerosi. Queste... Leggi tutto

I Believe in Anarchy

I Believe in Anarchy
« Non ho vergogna di essere punk, non mi importa niente e non mi importa quello che dici perché credo nell’anarchia » (Exploited, I Believe in Anarchy, 1981) Un insolito avvenimento, nasceva a metà degli anni ‘70, assalendo la borghesia, scagliandosi contro una società consumistica e un sistema corrotto. Un gesto di disubbidienza, un atto di provocazione, che come un’esplosione mutava la cultura, la moda e soprattutto la musica. Un urlo di ribellione che persiste, insiste e resiste sino ai giorni nostri. Una reazione, un atteggiamento di protesta chiamato PUNK. Sorto dalle viscere del garage/hard/glam rock o semplicemente Proto-punk (di cui facevan parte... Leggi tutto

La realtà del Primo Maggio

La realtà del Primo Maggio
Grazie alla collaborazione dei compagni della Federazione Anarchica Empolese,‭ ‬ho avuto modo,‭ ‬sabato‭ ‬9‭ ‬aprile,‭ ‬di assistere ad una conferenza di Maurizio Maggiani.‭ ‬Più che una conferenza,‭ ‬Maggiani ha raccontato delle storie‭; ‬la più interessante per me è stata quella in cui rievocava,‭ ‬in una catena di fatti quotidiani,‭ ‬il Primo Maggio a La Spezia negli anni‭ ‘‬50‭ ‬e‭ ‘‬60‭ ‬del secolo scorso,‭ ‬un giorno di festa,‭ ‬un giorno rituale,‭ ‬composto anche da tanti piccoli riti personali e familiari. Il rito del Primo Maggio serviva a confermare nei lavoratori il proprio ruolo,‭ ‬il ruolo delle loro organizzazioni sindacali e politiche... Leggi tutto

Il futuro della società

Il futuro della società
‭“‬Non c’è più uno Stato,‭ ‬non c’è più un potere centrale superiore‭ (‬…‭) ‬c’è solo la forza collettiva risultante dalla federazione‭ (…) ‬i comuni godono della pienezza della loro indipendenza,‭ ‬c’è la vera anarchia‭” ‬J.‭ ‬Guillaume La Comune di Parigi oggi La ricorrenza della Comune di Parigi è caduta quest’anno in un periodo in cui emerge la crescente sfiducia delle masse nell’ordinamento giuridico e nelle forme di legittimazione delle classi di governo. Mentre si avvicinano le elezioni amministrative in importanti città,‭ ‬la paura maggiore per il ceto politico è rappresentato dal crescere dell’astensionismo.‭ ‬L’astensionismo segna una serie di novità nel... Leggi tutto

Il pensiero libero di Gustav Landauer

Il pensiero libero di Gustav Landauer
Il volume Gustav Landauer. Anarchico ebreo tedesco 1870-1919 di Gianfranco Ragona, ricercatore di storia del pensiero politico contemporaneo presso l’Università degli studi di Torino, non solo ha segnato un’indubbia svolta nelle ricerche su questo significativo militante tedesco, ma ha anche, a mio avviso, aperto importanti tracce di analisi su un pensiero anarchico e una prassi conseguentemente eretica in grado di darci parziali indicazioni sull’annoso “che fare” quotidiano. Esso è uno strumento utile, ricco e poliedrico per i rivoluzionari d’oggi ed è sicuramente salutare che, anche grazie a questo lavoro di Ragona, alcuni degli aspetti principali del pensiero di Landauer siano... Leggi tutto

Lo Stato.‭ ‬Breve storia del Leviatano‭

Lo Stato.‭ ‬Breve storia del Leviatano‭
I tipi di Elèuthera,‭ ‬oramai tre anni fa‭ (‬ma io me ne sono colpevolmente reso conto solo ora‭…)‬,‭ ‬hanno dato alle stampe un ulteriore interessante studio di taglio antropologico.‭ Lo Stato,‭ ‬questo il titolo del volumetto di Harold B.‭ ‬Barclay,‭ ‬novantenne professore di antropologia in Canada,‭ ‬è una‭ ‬Breve storia del Leviatano‭ ‬(così recita il sottotitolo‭) ‬originale e,‭ ‬a mio avviso,‭ ‬stimolante.‭ Lo Stato,‭ ‬anche in Italia,‭ ‬è stato studiato in profondità dal punto di vista storico e della scienza politica,‭ ‬in associazione a termini quali politica,‭ ‬costituzione e amministrazione,‭ ‬ma anche legittimità,‭ ‬disciplina e istituzioni,‭ ‬a segnalare la complessità... Leggi tutto

Siamo sicuri che il metodo scientifico oggi sia predominante‭?

Siamo sicuri che il metodo scientifico oggi sia predominante‭?
Nel numero scorso,‭ ‬Daniele Leoni,‭ ‬nel suo articolo‭ ‬Anarchici e Scienza.‭ ‬A Cosa Dobbiamo Credere‭?‬ ha sollevato una serie di questioni molto interessanti.‭ ‬Avendo sul punto a tratti una visione diversa delle cose,‭ ‬proverò ad articolarla in questa sorta di risposta. Innanzitutto,‭ ‬la tesi di Levitt citata all’inizio dell’articolo per cui la scienza costituirebbe‭ “‬un enorme,‭ ‬quasi assoluto,‭ ‬successo epistemologico‭” ‬non mi convince affatto:‭ ‬ho l’impressione,‭ ‬invece,‭ ‬che la scienza‭ – ‬intesa come metodo scientifico più che comunità degli scienziati‭ – ‬sia tenuta in una sorta di limbo:‭ ‬in sostanza,‭ ‬utilizzata,‭ ‬e soprattutto diffusa,‭ ‬il meno possibile,‭ ‬giusto il minimo... Leggi tutto
1 2