Search

Lettera dal carcere di Nicola Sacco

Lettera dal carcere di Nicola Sacco
Il 23 agosto del 1927, negli Stati Uniti d’America, furono assassinati sulla sedia elettrica i due anarchici Nicola Sacco e Bartolomeo Vanzetti per il loro attivismo e le loro idee di emancipazione a favore delle classi oppresse e sfruttate. Per ricordarli pubblichiamo la lettera che Nicola Sacco scrisse a suo figlio Dante dalla prigione statale di Charlestown il 18 agosto 1927. Il testo della lettera è tratto dal libro “Dietro le sbarre”, edito dalla casa editrice Zero in Condotta. A DANTE SACCO di Nicola Sacco Mio caro figlio e compagno: dal giorno in cui ti ho visto per l’ultima volta... Leggi tutto

Ricordando Sacco e Vanzetti a 100 anni dall’inizio

Ricordando Sacco e Vanzetti a 100 anni dall’inizio
23 AGOSTO INCONTRO IN RICORDO DI SACCO E VANZETTI A 100 ANNI DALL’INIZIO Preparato da un mese con alcuni incontri , si e’ svolto , come dal 1982, l’incontro al cimitero del paese natale di Bartolomeo Vanzetti. Una settantina di persone, famiglie intere, molti giovani, il doppio della media degli altri anni. Lele Odiardo, storico ricercatore e scrittore della Resistenza libertaria nelle Valli Occitane – ultima sua produzione “Sempre primi nelle imprese più arrischiate ,Sabotaggi e colpi di mano delle prime bande partigiane in provincia di Cuneo ”  ed. REBELDIES Cuneo 2020 – attivo nel Comitato Antirazzista di Saluzzo, ha... Leggi tutto

Le Carte di Vanzetti

Le Carte di Vanzetti
“Se l’anarchismo era la punta piu’ avanzata di questa lotta per la liberta’ contro la tirannia,la documentazione piu’ concreta di una battaglia-simbolo combattuta proprio dagli anarchici, quella sul caso Sacco e Vanzetti, rappresentava simbolicamente uno dei riferimenti piu’ avanzati di questa forma di pensiero, che pertanto avrebbe potuto essere colpita in maniera tanto pesante quanto letale” L.Botta Le carte di Vanzetti Aragno ed. Torino 2019 pag 42 Cento anni fa, il 24 dicembre 1919 a Bridgewater nel Massachusetts, alcuni individui tentarono una rapina ad un blindato. Vanzetti fu accusato di questo , era un militante anarchico conosciuto alla polizia, si... Leggi tutto

Camillo Berneri su Sacco e Vanzetti

Camillo Berneri su Sacco e Vanzetti
Un articolo sul <<Germinal>> di Chicago 15 settembre 1927 Introduzione al testo Ferdinando Nicola Sacco e Bartolomeo Vanzetti erano due militanti anarchici italiani emigrati negli Stati Uniti d’America all’inizio del ‘900. Sacco di professione faceva l’operaio in una fabbrica di scarpe. Vanzetti, invece, dopo aver a lungo girovagato negli Stati Uniti d’America facendo molti lavori diversi, divenne pescivendolo. I due furono arrestati a Boston con l’accusa di rapina e omicidio di un contabile e di una guardia del calzaturificio «Slater and Morrill» di South Braintree. La falsità delle accuse e la totale innocenza dei due accusati venne presto a galla.... Leggi tutto

La giustizia non fa parte di un sistema di potere

La giustizia non fa parte di un sistema di potere
Nella ricorrenza della nascita di Bartolomeo Vanzetti (Villafalletto CN, 11 giugno 1888) intendiamo ricordare la tragica vicenda giudiziaria contro due anarchici di origine italiana, come nostro solito con tre brani. Piemontese lui e pugliese Sacco, i due incapparono nei pregiudizi legati alle loro origini in un regime democratico che li condannò a morte, anche se innocenti. Le loro storie e le loro idee anarchiche non furono spezzate dalla sedia elettrica di Boston del 23 agosto 1927. Libri, spettacoli, film, targhe e lapidi sono serviti nei decenni a non dimenticarli: di seguito ci proveremo con tre canzoni. 1 FRANCESCO DE GREGORI... Leggi tutto

Sputare sui morti

Sputare sui morti
Martedì 22 agosto il miglior fornitore di carta straccia del centro-nord Italia, il Quotidiano Nazionale, tramite un articolo di tal Cesare de Carlo si è premurato di informarci che Sacco e Vanzetti, anarchici di lingua italiana migrati negli USA e ammazzati dallo stato il 23 agosto del 1927, erano due “pacifisti giustiziati per calcolo”, “Integrati, non violenti: nulla a che vedere con i clandestini di oggi” “Nicola e Bart si riconoscevano nei valori dell’America, dove arrivarono legalmente”. Ogni singola cosa scritta in quell’articolo è scritta in malafede. Sacco e Vanzetti erano due rivoluzionari anarchici, la violenza, loro e i gruppi... Leggi tutto

Sacco & Vanzetti un delitto di Stato

Sacco & Vanzetti un delitto di Stato
SACCO & VANZETTI un delitto di Stato di Ronald Creagh edizione Zero in Condotta   Questo studio, basato su un’abbondante documentazione, si legge come un romanzo e appassionerà sia coloro che già conoscono la storia di Sacco e Vanzetti sia quanti vogliono saperne di più sull’America del proibizionismo e l’Europa degli anni ‘folli’. Lo storico Ronald Creagh nell’affrontare la tragica vicenda dei due anarchici ricostruisce, per la prima volta, grazie a fonti inedite, il mondo nel quale vivevano Sacco e Vanzetti prendendo in considerazione gli archivi dell’FBI finalmente disponibili, e i lavori apparsi negli ultimi tempi, tra i quali il... Leggi tutto