Povertà, repressione e omicidi

Povertà e Sfollati

La povertà in Colombia, nell’ultimo anno, è aumentata considerevolmente: stando ai dati del Departamento Administrativo Nacional de Estadística (DANE), si è passati da 17 milioni di persone a 21 milioni. Gli omicidi delle persone impegnate nel voler un cambiamento della dura realtà che si vive giornalmente in Colombia sono stati almeno 57.[1

Le lotte tra esercito, narcotraffico e gruppi guerriglieri coinvolgono sempre più duramente la popolazione civile: in “Departamentos” come quelli di Antioquia, Norte de Santander ed Arauca (quest’ultimi al confine con il Venezuela) si sono riversati sfollati o desplazados – riportati dalla stampa estera (come la BBC).[2]

Gestione Sanitaria

La gestione sanitaria della pandemia da Covid-19 è stata disastrosa. Nonostante i proclami dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e dell’Organizzazione Panamericana della Salute (OPS) sui meriti della Colombia in merito alle vaccinazioni[3] e l’imposizione di uno dei lockdown più lunghi al mondo (durato 7 mesi), non sono stati migliorati i servizi sanitari e dei trasporti. Ciò ha favorito il propagarsi di un contagio massiccio e sottostimato dalle cifre ufficiali.

Nella società colombiana vi sono differenze tra chi vive nelle città e nelle zone rurali: se i primi possono accedere a a tutta una serie di servizi sanitari pubblici e a domicilio, i secondi devono affrontare l’inesistenza (o il peggioramento, nel migliore dei casi) del sistema ospedaliero nazionale, spostandosi nei centri urbani con i mezzi pubblici (rischiando così di diffondere la pandemia).

Per esperienza personale, il tempo trascorso tra i primi sintomi con relativa allerta al sistema sanitario e la ricezione dei risultati del tampone è stato di 15 giorni, un tempo troppo lungo per la maggior parte delle persone (specie per quelle che rimangono chiuse in casa senza nessun tipo di garanzia economica).

Situazione Scolastica

La scuola pubblica non ha riaperto dalle chiusure dell’anno scorso; gli/le studenti seguono le lezioni online quando ne hanno la possibilità. La maggior parte della popolazione vive, però, in zone rurali dove il servizio internet è pessimo o inesistente e le famiglie non hanno le possibilità economiche per comprare cellulari o computer che siano utili alla didattica a distanza. Questo si traduce in un assenza totale di educazione per ampie fasce della popolazione.

Le Azioni Economiche di Duque e del suo Entourage

In questa situazione già molto tesa, il presidente Duque ed il ministro delle finanze Carrasquilla hanno voluto proporre una riforma fiscale detta “Ley de solidaridad sostenible” (“legge di solidarietà sostenibile” – sic!). La riforma aggiunge l’IVA a molti prodotti di prima necessità come riso o uova che ne erano esenti ed aumenta le tasse sulla benzina ed altri prodotti. Questo farebbe salire ulteriormente il costo della vita e non è tollerabile per una buona metà della popolazione che già fatica ad arrivare a fine mese. Inoltre la riforma, come sempre, non tocca minimamente i più ricchi.

La scusa, ufficialmente e parlando a livello mediatico, è che sarebbero finiti i soldi per finanziare l’“ingreso solidario”, una serie di aiuti economici per le famiglie più povere e che sono state anche le più colpite dalla crisi. Queste, infatti, sono le fasce più basse della popolazione e vivono di lavori informali (come la vendita ambulante per esempio). Le varie chiusure per lunghi periodi hanno causato la perdita del loro lavoro. Con l’impoverimento generale, la gente ha perso potere d’acquisto e questo si riflette maggiormente nelle piazze del mercato e sui lavoratori informali, mentre i ricchi continuano a comprare nei centri commerciali.

Questa riforma fiscale voluta dall’entourage politico al potere dovrebbe servire a ripianare i futuri costi del prestito della “Linea di Credito Flessibile” (in inglese: “Flexible Credit Line” – FCL) tra Fondo Monetario Internazionale (IMF) e Colombia.

La FCL è uno strumento per prevenire la probabilità di una crisi economica di determinati paesi con situazioni politiche ed economiche forti (specie a livello storico), rafforzando la fiducia di queste economie all’interno dei mercati internazionali. Questi accordi per la FCL tra Colombia e IMF risalgono al 2009 quando vi era a capo del paese sudamericano Alvaro Uribe. Rinnovato ogni due anni, il FCL approvato nell’Aprile 2020 consente al governo Duque di poter accedere a 17 miliardi di dollari nei prossimi due anni (di cui bisogna specificare che il 2 Dicembre del 2020, in piena pandemia, Duque e soci hanno attinto 5 miliardi di dollari da esso per mitigare l’impatto economico in Colombia).

Nonostante le dichiarazioni entusiaste di Hamid Faruqee, capo missione dell’IMF in Colombia,[4] Antoniette Monsio Sayeh, vice direttore generale dell’IMF,[5] e Gerry Rice, direttore del Dipartimento Comunicazione,[6] sulla gestione del FCL in Colombia, assistiamo al classico “gioco” dell’indebitamento nell’America Latina: rendendo dipendente un territorio con prestiti e quant’altro, rafforzano la borghesia e la burocrazia locale e, al tempo stesso, vengono attratti gli investitori (specie stranieri) da una situazione potenzialmente stabile a livello economico e politico.

Il caso colombiano è un esempio di tutto questo.

La Repressione

A causa di questa proposta di legge e ciò che ne consegue, è stato indetto uno sciopero generale e totale a partire da giorno 28 Aprile. Sono state incendiate banche, CAI (stazioni di polizia), bloccate le arterie principali del paese e ci sono stati anche episodi di saccheggio. La reazione della polizia è stata durissima. Stando a quanto riporta Temblores ONG, dal 28 Aprile fino all’8 Maggio vi sono state 47 persone assassinate (di cui 39 da parte della polizia), 963 detenzioni arbitrarie, 12 stupri, 548 persone scomparse e 278 aggressioni da parte della polizia.[7] La città in cui vi sono stati più morti è Cali con 35 vittime.[7]

Sono decine i video che dimostrano gli abusi commessi dalla polizia.[8] Tra le tecniche usate vi è quella di togliere la luce di interi quartieri e poi aprire il fuoco in modo che non ci possano essere filmati incriminanti per la polizia. Stanno inoltre usando lacrimogeni scaduti che sono molto pericolosi in quanto, sprigionando cianuro di idrogeno o acido cianidrico, possono causare arresto respiratorio.[9]

L’ex presidente Uribe ha incitato con un tweet Duque all’uso dell’esercito per reprimere la protesta, (questo tweet è stato cancellato dalla piattaforma per incitamento alla violenza) e Duque ha subito obbedito.[10] Tutte le città principali del paese sono militarizzate. A Buga vi sono dei video girati dalla popolazione locale, dagli elicotteri, sparano ai manifestanti.[11]

Anche le bande paramilitari stanno dando una mano alla repressione. Secondo i paramilitari la polizia “ha la mano troppo leggera” (in quanto la sua azione è limitata al rispetto dei diritti umani – sic!) e, quindi, loro penseranno ad aprire il fuoco contro chi viene sorpreso a commettere atti di vandalismo.[12] La situazione è degenerata e sono decine i video di sparatorie effettuate dalle auto in corsa. Anche la guardia indigena ha catturato un uomo che stava sparando sulla folla di manifestanti.[13]

Il 2 maggio il presidente Duque ha ceduto ad una delle richieste principali ed ha ritirato la riforma fiscale e, il giorno seguente, il ministro delle finanze Carrasquilla, promotore della riforma, si è dimesso. Queste mosse politiche, però, non sono bastate a calmare gli animi e le proteste continuano.

Il 4 Maggio sono state segnalate sospensioni del servizio internet a Cali[14] perché in tal modo si poteva impedire alle gente di denunciare, attraverso le dirette sui social, la situazione di violenza che stanno vivendo.[15]. Gli stessi mezzi di informazione indipendente consigliano ai/alle manifestanti di rientrare in casa dopo le sei di sera perché, col buio, aumentano gli abusi e le sparatorie da parte della polizia. Come spesso accade si cerca di incolpare la guerriglia per i disordini avvenuti nelle città.

Il Terrorismo del Giornalismo

Al fine di diminuire l’appoggio popolare e legittimare la risposta militare contro i/le manifestanti, i mass media nazionali e ufficiali stanno dando notizie o parziali o che si concentrano sui danni avvenuti durante le manifestazioni. I tentativi di alterare la realtà sono costanti e lo possiamo vedere con i seguenti esempi:

– evitare accuratamente di pubblicare le decine di video dove si vedono chiaramente gli infiltrati della polizia in borghese che causano tutta una serie di danneggiamenti;[16]

– a Cali è saltato in aria quasi un isolato intero dopo che un hotel era stato usato, molto probabilmente, come deposito di esplosivi dalla polizia. I filmati che giravano in un primo momento insinuavano che fosse colpa dei/delle manifestanti e mostravano il proprietario dell’albergo in lacrime per provocare l’empatia della gente. Filmati successivi dimostravano, invece, che al momento dell’esplosione alcuni agenti stavano riempiendo il magazzino di sacchi contenenti probabilmente qualche sostanza esplosiva;[17]

– il telegiornale della Radio Cadena Nacional de Televisión de Colombia (di proprietà del miliardario Carlos Ardila Lülle e della sua famiglia, in ottimi rapporti con l’attuale entourage presidenziale colombiano), ha detto che la gente di Cali stava festeggiando in strada perchè il presidente Duque aveva abolito il progetto di riforma fiscale. In realtà la gente non stava festeggiando ma stava protestando veemente contro la repressione dello squadrone antisommossa della polizia (noto come Escuadrón Móvil Antidisturbios – ESMAD).[18]

Purtroppo, la maggioranza delle persone non legge i mezzi d’informazione indipendente ma si limita a guardare telegiornali e simili; questo diminuisce notevolmente l’appoggio che avrebbero i/le manifestanti – nonostante la maggior parte delle persone non appoggi più il governo di Duque in carica (le proiezioni più recenti danno Gustavo Francisco Petro come candidato favorito.[19] Probabilmente questo fatto, unito alla reale pericolosità di uscire a manifestare, impedisce che le proteste abbiano un’adesione totale da parte della popolazione.

Condanne Internazionali e Sostegni

Durante le giornate del 4 e 5 maggio sono arrivate sia le condanne dall’ONU sull’uso spropositato della violenza da parte della polizia[20] sia il supporto di Anonymous sotto forma di hackeraggio delle pagine ufficiali dell’esercito, senato e presidenza (diffondendo le comunicazioni radio della polizia, le mail e password di militari, e cambiando la descrizione dell’esercito nella pagina di wikipedia).[21] Inoltre hanno iniziato a scioperare anche i camionisti aiutando così a bloccare alcune delle strade principali.

Anche gli/le studenti delle principali università pubbliche del paese stanno dichiarando uno sciopero indefinito ma la maggior parte dei/delle docenti, pur essendo d’accordo, non li possono appoggiare perché rischierebbero il posto di lavoro. I/le manifestanti chiedono di ritirare la riforma del sistema di salute che peggiorerebbe ulteriormente l’accesso ad un sistema di sanità già molto precario,[22] lo smantellamento dell’ESMAD e le dimissioni del presidente Duque. Come denunciano gli striscioni nelle manifestazioni “è più pericoloso il governo del virus” ed è per questo che le persone continuano a manifestare.

Federica

NOTE

[1] LÍDERES SOCIALES, DEFENSORES DE DD.HH Y FIRMANTES DE ACUERDO ASESINADOS EN 2021, 9 Aprile 2021. Link: http://www.indepaz.org.co/lideres-sociales-y-defensores-de-derechos-humanos-asesinados-en-2021/

[2] Crisis en Apure y Arauca: 5 claves para entender la escalada de violencia en “la otra frontera” entre Colombia y Venezuela, 6 Aprile 2021. Link: https://www.bbc.com/mundo/noticias-america-latina-56645187. Crisis humanitaria: 2 mil desplazados en Argelia, Cauca por conflictos armados, 28 Marzo 2021. Link: https://www.radionacional.co/noticia/actualidad/crisis-humanitaria-el-plateado-argelia-cauca-desplazados. Aumentó el número de desplazados en Ituango, Antioquia, 17 Febbraio 2021. Link: https://www.eltiempo.com/colombia/medellin/antioquia-aumento-el-numero-de-desplazados-en-ituango-567676

[3] “Organización Mundial de la Salud reconoce a Colombia como un referente mundial en materia de vacunación”, 30 Gennaio 2021. Link: https://www.paho.org/es/noticias/30-1-2021-organizacion-mundial-salud-reconoce-colombia-como-referente-mundial-materia.

[4] “Expanded Flexible Credit Line Will Help Colombia Cope with COVID-19”, Settembre 2020. Link: https://www.imf.org/en/News/Articles/2020/09/25/na092520-expanded-flexible-credit-line-will-help-colombia-cope-with-covid-19

[5] “IMF Executive Board Concludes Review of Colombia’s Performance Under the Flexible Credit Line Arrangement”, 30 Aprile 2021. Link: https://www.imf.org/en/News/Articles/2021/04/29/imf-executive-board-concludes-review-of-colombia-flexible-credit-line-arrangement

[6] Conferenza stampa del 6 Maggio 2021. Link: https://www.imf.org/en/News/Articles/2021/05/06/tr050621-transcript-of-imf-regular-press-briefing

[7] Link: https://www.facebook.com/tembloresong/posts/1678259165708222

[8] En camara quedo policia que le dispara a ciudadano que caminaba por la calle – paro nacional. Link: https://www.youtube.com/watch?v=p38FiMgTyZ8. Decenas de abusos de poder policial con manifestantes quedaron grabados en video, 2 Maggio 2021. Link: https://www.noticiasuno.com/nacional/decenas-de-abusos-de-poder-policial-con-manifestantes-quedaron-grabados-en-video/

[9] Link: https://www.facebook.com/photo?fbid=500909614608759&set=a.101268531239538

[10] Duque anuncia “asistencia militar” en ciudades donde haya vandalismo, 2 Maggio 2021. Link: https://www.noticiasuno.com/nacional/duque-anuncia-asistencia-militar-en-ciudades-donde-haya-vandalismo

[11] “Es una zona de guerra”: Manifestantes denuncian a helicóptero disparando sobre barrios colombianos. Link: https://www.youtube.com/watch?v=qv1RQQXT_io

[12] ¿Nuevo grupo paramilitar en Medellín?, 2 Maggio 2021. Link: https://contracara.com.co/noticias/nacion/nuevo-grupo-paramilitar-en-medellin/

[13] Link: https://www.facebook.com/cric.colombia/videos/915268279267148 | https://www.facebook.com/cric.colombia/posts/3337012339734461 | https://www.facebook.com/cric.colombia/videos/2918555308395163

[14] Link: https://www.facebook.com/ColombiaInforma/photos/a.591167497673347/3800257590097639/

[15] Link: https://masacreencalicolombia.weebly.com/

[16] Link: https://twitter.com/PaGaGoXD1/status/1389284580167933962?s=1002

(17) Link: https://www.facebook.com/1061230966/posts/10221017325677107/?sfnsn=scwspwa

https://www.youtube.com/watch?v=q2MYhhMFBDE

[18] Detector: Caleños no estaban celebrando cambios a la reforma, como dijo RCN, 1 Maggio 2021. Link: https://lasillavacia.com/detector-calenos-no-estaban-celebrando-cambios-reforma-como-dijo-rcn-81310

[19] “Los motivos por los que Gustavo Petro ganaría si las elecciones fueran hoy”, 23 Aprile 2021.

Link: https://colombia.as.com/colombia/2021/04/23/actualidad/1619198693_236869.html

[20] ONU condena el uso “excesivo de la fuerza” en el marco de las protestas en Colombia, 4 Maggio 2021. Link: https://www.infobae.com/america/colombia/2021/05/04/onu-condena-el-uso-excesivo-de-la-fuerza-en-el-marco-de-las-protestas-en-colombia/

[21] Anonymous sigue hackeando: ahora fueron las comunicaciones de la Policía, 5 Maggio 2021

Link: https://www.elespectador.com/noticias/judicial/anonymous-hackeo-las-comunicaciones-radiales-de-la-policia/

[22] La riforma del sistema di salute privatizzerebbe ancor di più il sistema sanitario colombiano, intervista ad un medico. Link: https://www.youtube.com/watch?v=UBpGHb79nSs