Search
Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Roma: cineforum “Shaft il detective”

Marzo 9 @ 19:00 - 23:00

Riprende il cineforum e proseguiamo con il filone “blaxploitation”.

  –    Mercoledì 2 marzo presenteremo un raro documentario del 1970, “Seize the time” di Antonello Branca, uno sguardo in presa diretta sui movimenti di liberazione afroamericani.
–    Mercoledì 9 marzo, proietteremo “Shaft il detective” del 1971, il primo dei due classici della serie “Shaft”, che può essere considerato tra gli antesignani del genere, col carismatico Richard Roundtree e le musiche funky da premio oscar di Isaac Hayes; interessante anche perché è tra i primi film in cui vediamo rappresentate le Black Panters.
–    Mercoledì 16 marzo, vedremo “Blacula”, del 1972, una versione blaxploitation del mito di Dracula, ambientato nell’America razzista degli anni settanta. Notevole l’interpretazione del protagonista, l’attore shakespeariano William Marshall.
–    Mercoledì 23 marzo, completerà il ciclo “Shaft contro i mercanti di schiavi” del 1973, il secondo della serie. Girato in gran parte in Africa, in cui il nostro eroe intraprende una lotta senza tregua contro i trafficanti di esseri umani, fino a decapitarne i vertici, naturalmente bianchi. Incredibilmente attuale, forse il più “politico” della serie.

“Fighting souls” di Stratos Cutugno, del 2021, un breve contributo sull’uccisione di George Floyd, verrà proiettato prima di ogni film.

Il “blaxploitation” (da “black” e “exploitation”) si distingue tra i vari filoni di film di genere degli anni ’70 per avere come protagonisti attori afroamericani, e per rivolgersi a un pubblico, almeno negli Stati Uniti, soprattutto afroamericano.
Titoli come “Shaft”, Superfly”, “Cleopatra Jones” o “Foxy Brown”, anche grazie a colonne sonore di maestri del funky e del soul come Curtis Mayfield e Isaac Hayes, sono divenuti dei classici, ispirando generazioni di cineasti, dai nostri poliziotteschi fino a Tarantino.
I personaggi di questi film per la prima volta mostrano sullo schermo un’immagine di donne e uomini neri dinamica, attiva, vincente, spesso in aperto contrasto coi bianchi e senza timore di confrontarsi con le problematiche più scottanti dell’epoca.
Il fatto che il grosso di questi film, a parte alcune eccezioni, è costituito da opere smaccatamente commerciali, immesse sul mercato in massa per sfruttare un filone che, per quanto settoriale, era economicamente redditizio, portò spesso a un atteggiamento di vero e proprio boicottaggio da parte dei movimenti per la lotta dei diritti degli afroamericani, come le Black Panters; anche considerando il fatto che la maggior parte dei registi e dei produttori erano bianchi, e ovviamente maschi.
Anche per questa dimensione di ambiguità è interessante rivedere oggi questi film: al di là della loro straordinaria forza espressiva e dello stile estetico inconfondibile, che li tende godibili di per sé, possono stimolare spunti di  riflessione sull’industria dello spettacolo, sulla storia della nostra percezione delle lotte per i diritti degli afroamericani, e della società americana in genere.

Dopo le proiezioni ci sarà la possibilità di commentare insieme il film e intavolare un dibattito.

Le proiezioni si terranno presso la sede del Gruppo “Bakunin” in via Vettor Fausto 3 (entrare nel portone e scendere le scale) metro B – Garbatella ogni mercoledì a partire dalle ore 19:00.

Info: gruppobakunin@federazioneanarchica.org

GRUPPO “BAKUNIN” – F.A.I. ROMA E LAZIO

E’ gradita la prenotazione

Dettagli

Data:
Marzo 9
Ora:
19:00 - 23:00

Luogo

roma