Search

Per Erdogan la crisi non esiste

Per Erdogan la crisi non esiste
Da questo numero Umanità Nova inizia un rapporto di reciproca collaborazione con i compagni turchi che editano la rivista Meydan, tramite uno scambio di articoli a cadenza mensile che illustrino le vicende dei rispettivi paesi o che trattino questioni di una specifica rilevanza. http://meydangazetesi.org La Crisi che non Può Realizzarsi Fra i membri del parlamento c’è totale consenso. Nessuno nomina la parola “crisi”. Non vogliono essere mandati via dopo che ciò che ha affermato Erdogan. È un po’ come in quei libri per accrescere l’autostima; se tu pensi positivo, tutto è positivo!; se ripeti che non c’è crisi, non c’è crisi! Lo stesso nei discorsi politici – non... Leggi tutto

L'illusione democratica

L'illusione democratica
Molti concordano sul fatto che questa svolta del secolo è segnata da una regressione del pensiero politico, nonché da un’ideologia volta al profitto, con opinioni pubbliche fortemente costrette, incorniciate, guidate, in una parola manipolate, dai media. I giornalisti di oggi sono essenzialmente solo attori che recitano il mantra del potere politico, economico e (sempre più) religioso. Nonostante tutto ciò, alcune persone chiamano questo “la fine delle ideologie”. Non è, al contrario, questo discorso la prova di una nuova ideologia, quella della rinuncia? In effetti, le crisi del capitalismo hanno sempre come corollario la paura della borghesia dei sussulti rivoluzionari di... Leggi tutto

Breve discorso sul reddito

Breve discorso sul reddito
Del reddito o dell’incompatibilità di sistema Il discorso è incentrato sull’analisi di alcuni aspetti contraddittori legati alla ricerca di percorsi emancipativi che il “movimento” sta tentando di mettere in pratica negli ultimi due lustri. L’analisi viene portata avanti partendo da alcuni concetti di base, quali la redditualità diretta, la redditualità indiretta ed il mutualismo; associati a questi si pone l’obbligo di ridefinire talune strategie e recuperare alcuni particolari significati. Nello specifico, prima di affrontare i concetti di base, è utile un ragionamento per inquadrare il problema dal punto di vista storico e sociale: si farà quindi riferimento ad un processo... Leggi tutto

Ideologia, utopia, pseudoutopia

Ideologia, utopia, pseudoutopia
Il Concetto di “Ideologia” Nell’uso corrente, “ideologia” è più o meno sinonimo di un insieme, più o meno coerente, di opinioni politiche. Per “ideologia”, infatti, si intende comunemente un sistema di valori politici, sociali, culturali, religiosi, economici, ecc. accoppiato con un insieme di strategie, più o meno coerenti, volte alla realizzazione, totale o parziale, di tali valori nella società. Esiste, però, anche un altro senso del termine, individuato dalla tradizione filosofica – a partire sostanzialmente dalla cosiddetta “sinistra hegeliana” – che, invece, indica determinati meccanismi politici, sociali e psicologici con caratteristiche molto specifiche che possiamo così schematizzare: Un sistema di... Leggi tutto

Anche il capitalismo ama la decrescita

Anche il capitalismo ama la decrescita
Il governo Gentiloni, in preda alla schizofrenia, prima proclama di voler tagliare le tasse, poi annuncia addirittura una tassa sui cani. Dato che non c’è assurdità che non trovi i suoi estimatori, il “dibattito” sulla nuova tassa si profila teso e interessante. Viene il sospetto che il vero scopo del governo non sia di inseguire gli spiccioli del gettito della tassa ma, appunto, il “dibattito” stesso, il cui senso, come sempre, si ridurrà al “non ci sono soldi e bisogna trovarli da qualche parte”. La vera finalità di certe provocazioni governativo-mediatiche è quindi quella di ribadire il messaggio, anzi l’ideologia,... Leggi tutto

Abu Dhabi,‭ ‬Braunsbach,‭ ‬Grosseto

Abu Dhabi,‭ ‬Braunsbach,‭ ‬Grosseto
Costruita in una zona desertica,‭ ‬Abu Dhabi,‭ ‬capitale degli Emirati Arabi Uniti,‭ ‬è una delle città più moderne e più care al mondo,‭ ‬caratterizzata da uno sviluppo edilizio frenetico ed estroso grazie alle finanze derivate dall’estrazione del petrolio.‭ ‬Qui si sono‭ “‬sbizzarriti‭” ‬gli architetti,‭ ‬un po‭’ ‬meno gli urbanisti perché tra le varie problematiche da risolvere,‭ ‬per una popolazione che ha superato i‭ ‬600.000‭ ‬abitanti,‭ ‬forse ci sarà anche il ridimensionamento delle condutture di scarico delle acque piovane.‭ ‬La pioggia è piuttosto rara in un paese caratterizzato dal clima arido dei deserti tropicali,‭ ‬mediamente si registrano poco meno di‭ ‬100‭... Leggi tutto

Un quinto dell'umanità

Un quinto dell'umanità
EV: Antonio, quando e perché hai iniziato ad interessarti della Cina? AC: Questo mio interesse è iniziato già durante gli anni sessanta – in pieno periodo maoista, sia nel senso dei rapporti di potere interni alla Repubblica, sia nel senso dell’interesse che questa esperienza suscitava in molti ambiti della sinistra rivoluzionaria. Io partivo da posizioni diverse dai seguaci del maoismo, ma proprio per questo cominciai ad interessarmi della effettiva realtà della Cina. EV: La nostra chiacchierata verterà soprattutto sulla Cina odierna, ma potresti fare una veloce puntata sulla Cina del Presidente Mao? AC: Non ci riesco in poche battute, dovremmo... Leggi tutto

Se sei milioni vi sembran pochi

Se sei milioni vi sembran pochi
Anyuan è una città mineraria della Cina,‭ ‬nota agli inizi del secolo scorso per essere stata un po‭’ ‬il cuore della Cina rossa‭ (‬detto per inciso,‭ ‬vi era anche una discreta presenza anarchica ed anarcosindacalista‭)‬:‭ ‬i massimi dirigenti del Partito Comunista Cinese vi si recarono più volte e la città nel‭ ‬1922‭ ‬vide una rivolta che entrò nell’immaginario fondativo del marxismo cinese.(1) ‭ ‬ ‭ ‬Oggi,‭ ‬però,‭ ‬è ritornata alla ribalta per una serie di scioperi e manifestazioni contro una ristrutturazione capitalistica diretta stavolta dal partito marxista al potere,‭ ‬ancora osannato da varie componenti dei movimenti di opposizione mondiali. In... Leggi tutto

La comunicazione della crisi

La comunicazione della crisi
Malgrado ciò che dicono alcuni, non esiste una legge naturale (legge dei salari), la quale determina la parte che va al lavoratore sul prodotto del suo lavoro: o, se legge si vuol formulare, essa non potrebbe essere che questa: il salario non può scendere normalmente ai disotto di quel tanto che è necessario alla vita, né può normalmente salire tanto da non lasciare nessun profitto al padrone. (MALATESTA, Errico, Il Programma Comunista Anarchico Rivoluzionario, 1919) Ipotizziamo che, partendo da un feterminato focolaio, la lebbra si si stia espandendo in tutto il pianeta, colpendo ovunque un numero enorme di persone. I... Leggi tutto

Il crollo delle banche è il fallimento dello Stato

Il crollo delle banche è il fallimento dello Stato
Il crollo delle borse ha occupato il primo posto nei mezzi comunicazione questa settimana.‭ ‬Si tratta di un fenomeno che si è esteso a tutto il mondo,‭ ‬ma che probabilmente ha cause diverse da Shanghai a Wall Street,‭ ‬da Tokyo a Milano.‭ ‬Un elemento comune è il difficile rapporto tra i grandi protagonisti della politica economica,‭ ‬i governi e le istituzioni sovranazionali,‭ ‬l’aristocrazia finanziaria,‭ ‬le multinazionali industriali e commerciali,‭ ‬e la difficoltà,‭ ‬per non dire l’impossibilità,‭ ‬di trovare soluzioni razionali ai problemi economici mondiali.‭ ‬La crisi borsistica è l’arma spesso usata dalle varie componenti dell’aristocrazia finanziaria per costringere i governi... Leggi tutto

SAREMO IL‭ ‬99,999% (seconda parte)

SAREMO IL‭ ‬99,999% (seconda parte)
Abstract della prima parte‭ (‬UN‭ ‬2‭ ‬2016‭- ‬http://www.umanitanova.org/2016/01/31/saremo9999/) In occasione del‭ ‬World Economic Forum‭ ‬di Davos sono emersi dati sulla distribuzione della ricchezza:‭ ‬62‭ ‬persone ricche quanto la metà della popolazione mondiale più povera,‭ ‬l‭’‬1%‭ ‬degli abitanti del pianeta che possiedono quanto il restante‭ ‬99%‭ – ‬dati impressionanti,‭ ‬ma ancor più impressionante è la rapidità di questo processo‭ (‬5‭ ‬anni fa i‭ ‬62‭ ‬erano‭ ‬388,‭ ‬ecc.‭)‬.‭ ‬In realtà,‭ ‬la concentrazione e polarizzazione di ricchezza è una prerogativa del capitalismo sin dai suoi inizi,‭ ‬relativamente alle società preindustriali,‭ ‬un fenomeno che venne parzialmente interrotto dalle prime forme di organizzazione del movimento... Leggi tutto

SAREMO IL‭ ‬99,999%

SAREMO IL‭ ‬99,999%
Una notizia nei giorni scorsi ha fatto il giro della rete:‭ ‬in occasione del‭ ‬World Economic Forum di Davos,‭ ‬l’organizzazione non governativa Oxfam ha dimostrato,‭ ‬cifre alla mano,‭ ‬come il patrimonio accumulato dall‭’‬1%‭ ‬dei più ricchi al mondo ha superato lo scorso anno quello del‭ ‬99%‭ ‬della popolazione mondiale,‭ ‬con un anno in anticipo rispetto alle previsioni.‭ ‬Inoltre,‭ ‬all’interno di questo dato,‭ ‬i‭ ‬62‭ ‬uomini più ricchi del mondo hanno una ricchezza equivalente a quella della metà più povera della popolazione mondiale‭ ‬– all’incirca‭ ‬62‭ ‬contro‭ ‬3.600.000.000,‭ ‬più o meno‭ ‬1‭ ‬contro‭ ‬58.064.516:‭ ‬in pratica,‭ ‬ognuno di questi uomini guadagna... Leggi tutto

La via dei mutamenti climatici è lastricata di buoni propositi‭

La via dei mutamenti climatici è lastricata di buoni propositi‭
“L’accordo di Parigi permette ad ogni delegazione di ritornare al proprio paese a testa alta.‭ ‬Il nostro impegno collettivo vale di più della somma di quelli singoli.‭ ‬La nostra responsabilità verso la storia è immensa.‭” ‬Queste le parole di Laurent Fabius ministro degli esteri francese e,‭ ‬per l’occasione,‭ ‬presidente della COP‭ ‬21‭ (‬Conferenza sui cambiamenti climatici di Parigi‭)‬. Le frasi citate costituiscono un’efficace sintesi della conferenza ONU che è stata per qualche giorno al centro dell’attenzione mondiale.‭ ‬L’immagine dei capi di stato uniti mano nella mano,‭ ‬braccia alzate,‭ ‬a formare una catena umana davanti alla platea plaudente è passata su... Leggi tutto
1 2 3