Search

Se i fini diventano mezzi

Se i fini diventano mezzi
Un tempo gli uomini‭ (‬e le donne‭) ‬dell’establishment ironizzavano sulle manifestazioni oceaniche delle opposizioni politiche e sociali:‭ ‬dicevano la famosa frase derisoria‭ “‬piazze piene,‭ ‬urne vuote‭”‬.‭ ‬Ora possiamo dire che questa affermazione è stata ampiamente superata:‭ ‬infatti possiamo finalmente vedere che alle urne vuote si sono affiancate anche piazze quasi vuote. Prova ulteriore di questo fenomeno già in atto da qualche anno è stata la recente iniziativa lanciata dal cartello Eurostop per il‭ ‬16‭ ‬gennaio scorso:‭ ‬le manifestazioni contro la guerra che si sono svolte a Milano e a Roma. Il cartello succitato è promosso in Italia dalla Rete dei... Leggi tutto

Cantiamogliele‭!

Cantiamogliele‭!
Il‭ ‬4‭ ‬novembre scorso,‭ ‬in una delle piazze principali di Carrara‭ (‬piazza Gramsci già piazza d’armi‭) ‬si è svolta la festa delle forze armate,‭ ‬dove l’amministrazione insieme alle forze dell’ordine ha messo in scena un tragico teatrino coinvolgendo alcune scuole locali.‭ ‬I bambini hanno letto alcune lettere di soldati dal fronte della guerra del‭ ‬15-18.‭ ‬In questo modo il messaggio è stato quello che la guerra si fece per dovere,‭ ‬pazienza se si andava a morire.‭ ‬In questo modo i bambini si abituano ad un mondo in cui la guerra è orribile ma normale. In quell’occasione la nostra compagna Soledad... Leggi tutto

Lubiana contro le guerre e a sostegno dei migranti

Lubiana contro le guerre e a sostegno dei migranti
Giovedì‭ ‬10‭ ‬dicembre una nuova grande manifestazione indetta dal Fronte antirazzista ha percorso le vie della capitale slovena.‭ ‬Da alcuni mesi,‭ ‬da quando il flusso dei profughi che attraversano i balcani ha raggiunto la piccola repubblica,‭ ‬si è costituito a Lubiana questo coordinamento che comprende sia gruppi che individualità che porta avanti una duplice azione:‭ ‬da una parte il sostegno diretto sia materiale che informativo ai profughi in transito e dall’altro un’azione di denuncia delle politiche di chiusura della Fortezza Europa e di contrasto al razzismo nascente e ai gruppi razzisti e nazionalisti.‭ ‬All’interno del Fronte sono presenti e attivi... Leggi tutto

Nessuno è N.A.T.O.‭ ‬per servire

Nessuno è N.A.T.O.‭ ‬per servire
La NATO‭ (‬Organizzazione del Trattato dell’Atlantico del Nord‭)‬,‭ ‬in questi anni ha accresciuto il proprio impegno bellico,‭ ‬l’Iraq e l’Afghanistan in particolare sono i campi di battaglia in cui ha provato a piegare la resistenza dei popoli sotto occupazione‭; ‬oggi in Iraq la NATO e i suoi alleati‭ ‬– Israele,‭ ‬Arabia Saudita,‭ ‬Emirati‭ ‬-‭ ‬combattono l’influenza dell’Iran e della Siria. In Turchia,‭ ‬il governo conduce la sua guerra interna contro gli oppositori e le popolazioni curde con il sostanziale appoggio degli alleati occidentali:‭ ‬operazioni che coinvolgono le forze armate e i servizi segreti turchi,‭ ‬strettamente connessi e dipendenti dai servizi... Leggi tutto

I giorni della NATO‭

I giorni della NATO‭
‬Mercoledì‭ ‬25‭ ‬ottobre,‭ ‬lo stesso giorno di apertura del vertice/parlamentino della NATO,‭ ‬si è svolta in città la contro-manifestazione/corteo.‭ ‬L’iniziativa era stata promossa da un folto numero di associazioni pacifiste che per la verità non si sono rese molto visibili e hanno partecipato per lo più come individualità sparse.‭ ‬Lo striscione di apertura leggeva comunque lo slogan unitario‭ “‬Le vostre guerre.‭ ‬I nostri morti‭ ‬/‭ ‬Basta guerre.‭ ‬Basta NATO‭” (‬simile era il titolo di Umanità Nova diffusa per l’occasione‭)… ‬Complessivamente il corteo era‭ ‬formato soprattutto da componenti di partiti comunisti vari,‭ ‬centri sociali,‭ ‬sindacati di base e da‭ ‬quella‭ ‬-nutrita-‭... Leggi tutto

Comunicato CRIFA

Comunicato CRIFA
L’incontro della Commissione di Relazioni dell’Internazionale di Federazioni Anarchiche a Milano‭ (‬28‭ ‬e‭ ‬29‭ ‬novembre‭ ‬2015‭) ‬riafferma la propria opposizione a tutti gli eserciti e le guerre.‭ ‬Sono gli Stati che vendono le armi che nel futuro uccideranno le popolazioni.‭ ‬Gli interventi militari,‭ ‬diretti o indiretti,‭ ‬sono una delle principali cause della destabilizzazione nelle regioni del mondo‭ (‬per esempio:‭ ‬Libia,‭ ‬Siria,‭ ‬Iraq,‭ ‬Somalia‭)‬.‭ ‬Questi interventi favoriscono gruppi armati,‭ ‬organizzazioni mafiose e gli sfruttatori di traffici. La popolazioni civili in questi contesti sono forzate a fuggire,‭ ‬rifugiandosi in precari campi di tende o cercando la fortuna con pericolosi e spesso mortali... Leggi tutto

Rompere la gabbia della guerra

Rompere la gabbia della guerra
La forte concentrazione di contingenti militari di stati con interessi diversi e contrastanti in Siria ha portato all’inevitabile: uno scontro diretto. L’abbattimento di un SU-24 russo da parte di un F16 turco, con una dinamica ancora da chiarire, e il successivo dispiegamento da parte delle forze armate russe dei sistemi S-400, che con le loro capacità e il loro raggio di azione in grado di coprire tutta l’area del c.d. Levante rappresentano lo stato dell’arte dei sistemi antiaerei e antimissilistici, e il dispiegamento dei moderni SU-34 con armamento aria-aria presso Latakia sono il sintomo di una forte escalation. In Siria... Leggi tutto

Carrara “E rovina della gioventù”

Carrara  “E rovina della gioventù”
Si dice che chi veniva sorpreso a cantarla, durante la prima guerra mondiale, rischiasse la fucilazione. Cento anni dopo, O Gorizia evidentemente è un testo ancora scomodo, se basta intonarne una strofa per essere aggrediti. Il 4 novembre, festa delle forze armate, a Carrara, non solo si celebrava la “vittoria” in piazza, non solo lo si faceva alla presenza e tramite la voce dei bambini – chiamati a leggere le lettere dei soldati – ma chi ha provato pacificamente a intromettersi nello spettacolo guerrafondaio ha subìto la violenza dello stato. La nostra compagna Soledad Nicolazzi, infatti, è stata fermata dalle... Leggi tutto

Manifestazione antimilitarista del 7 novembre a Reggio Emilia

Manifestazione antimilitarista del 7 novembre a Reggio Emilia
Sabato sette novembre si è svolta, come oramai da consuetudine annuale, la manifestazione antimilitarista “Contro tutte le guerre – Contro tutti gli eserciti” in occasione del quattro novembre. La manifestazione è stata indetta, come sempre, dalla sezione USI – AIT di Reggio Emilia e ha visto l’adesione della Federazione Anarchica Reggiana – FAI, Cassa di Solidarietà Libertaria, Pollicino Gnus e Mag6. Il concentramento è avvenuto in Porta S. Croce e il corteo si è mosso verso la Via Emilia per concludersi in Piazza Prampolini. Alla manifestazione ha partecipato anche l’artista libertario Cecio del de “Gli Spavaldi” che, in Piazza Prampolini,... Leggi tutto

L'anarchismo, l'antimilitarismo e la guerra infinita

L'anarchismo, l'antimilitarismo e la guerra infinita
Oggi è il 7 novembre, l’anniversario della Rivoluzione d’Ottobre. Il colpo di stato che novantotto anni fa portò al potere il governo provvisorio controllato dai bolscevichi e distrusse quello che restava dello stato borghese in Russia, rappresentò il primo passo verso la liquidazione del potere dei Soviet che si era andato affermando nel collasso del potere prima zarista e poi democratico borghese. Il Governo nato dalla Rivoluzione d’Ottobre farà uscire in pochi mesi la Russia dal conflitto mondiale, soddisfacendo la più alta aspirazione dei contadini e degli operai. Quanto succede in Russia dal febbraio all’ottobre del 1917 dimostra che non... Leggi tutto

Spezziamo le ali al militarismo‭!‬

Spezziamo le ali al militarismo‭!‬
Dal‭ ‬17‭ ‬al‭ ‬19‭ ‬novembre si terrà a Torino‭ “‬Aerospace‭ & ‬defence meeting‭”‬,‭ ‬mostra mercato internazionale dell’industria aerospaziale di guerra.‭ ‬Un’occasione per valorizzare le eccellenze del made in Italy nel settore armiero,‭ ‬con un focus sulle cinque aziende piemontesi,‭ ‬leader nel settore:‭ ‬Alenia Aermacchi,‭ ‬Thales Alenia Space,‭ ‬Avio Aero,‭ ‬Selex Es,‭ ‬Microtecnica Actuation Systems‭ ‬/‭ ‬UTC.‭ ‬280‭ ‬SMEs.‭ ‬La mostra-mercato è riservata agli addetti ai lavori:‭ ‬fabbriche del settore,‭ ‬governi e organizzazioni internazionali,‭ ‬protagonisti dell’industria di guerra,‭ ‬un‭ ‬business lucroso,‭ ‬che non va mai in crisi.‭ ‬Le immagini dei profughi che premono alle frontiere chiuse dell’Europa,‭ ‬il dibattito sull’accoglienza umanitaria,‭... Leggi tutto

Bologna Corteo antimilitarista

Bologna Corteo antimilitarista
Oggi‭ ‬31‭ ‬ottobre‭ ‬2015‭ ‬un gruppo di compagni/e anarchici/e anarcosindacalisti/e è partito in corteo dal Circolo‭ “‬C.‭ ‬Berneri‭” ‬per portare una corona di fiori alla lapide‭ ‬-‭ ‬già affissa‭ ‬-‭ ‬in ricordo di Augusto Masetti,‭ “‬il soldato che disse no alla guerra‭”; ‬che le antimilitariste e gli antimilitaristi gli dedicarono nel centenario del suo gesto.‭ ‬Il‭ ‬30‭ ‬ottobre del‭ ‬1911,‭ ‬nel piazzale della caserma Cialdini di Bologna,‭ ‬gli ufficiali arringavano la truppa destinata alla guerra coloniale in Libia.‭ ‬Augusto Masetti rispose con un colpo di fucile‭ ‬-‭ ‬che ferì il colonnello Stroppa‭ ‬-‭ ‬gridando‭ “‬Viva l’anarchia fratelli ribellatevi‭!”‬.‭ ‬La questura... Leggi tutto

Azione diretta contro le basi militari

Azione diretta contro le basi militari
La manifestazione del 3 novembre al poligono di capo Teulada è stata una grande vittoria del movimento antimilitarista: non era mai successo che si riuscisse ad interrompere una esercitazione della NATO; e non si trattava di una manovra qualsiasi, ma della Trident Juncture, la più grande esercitazione dai tempi del crollo del muro di Berlino: 30 Stati, 36.000 militari, 60 tra navi e sottomarini e 140 tra aerei ed elicotteri. Una esercitazione funzionale all’obiettivo di triplicare entro il 2016 gli effettivi della Nato Response Force (NRF), portandoli da 13 mila a 30 mila unità, e affiancandovi una forza di... Leggi tutto

Contro i giochi di guerra

Contro i giochi di guerra
            Quasi mille persone hanno partecipato alla manifestazione che si è svolta Sabato 31 Ottobre a Marsala (TP) per protestare contro «Trident Jucture 2015», ossia l’imponente esercitazione militare della Nato che si sta svolgendo da alcune settimane, e fino al 6 Novembre, nello spazio aereo tra la Sicilia e la Sardegna. Queste esercitazioni (di cui Umanità Nova ha dato notizia lo scorso Giugno, pubblicando il comunicato di denuncia del Coordinamento per la Pace di Trapani) si tengono in Italia, Portogallo, Spagna, Oceano atlantico e mar Mediterraneo, e vedono coinvolti 36 mila militari provenienti da più... Leggi tutto

GUERRA alla GUERRA‭ ‬ L'italia si ri-prepara a partire

GUERRA alla GUERRA‭ ‬ L'italia si ri-prepara a partire
In realtà già le sue truppe sono in ben‭ ‬35‭ ‬aree di conflitto,‭ ‬ma ora governanti e militari cercano di superare lo scoglio per rivendicare l’ufficialità per un nuovo intervento militare.‭ ‬Le fabbriche di armi sono piene,‭ ‬gli arsenali debbono smaltire le scorte e il loro commercio spinge per l’utilizzo.‭ ‬ USI-AIT è contro il militarismo e tutte le guerre che nascondono sempre sporchi interessi,‭ ‬è per la liberazione dei popoli e per la loro ribellione da tutti i regimi.‭ ‬Non riconosce nessuna guerra portatrice di pace e della cosiddetta democrazia,‭ ‬spesso quella stessa pace e‭ “‬democrazia‭” ‬che ha armato... Leggi tutto
1 3 4 5 6