Search

Lo stato lobbista

Lo stato lobbista
In coincidenza con l’avvio delle trattative per il rinnovo del contratto nazionale dei docenti, è cominciata la diffusione mediatica di “video-maltrattamenti” ambientati in ambito scolastico. Sino a qualche anno fa la produzione di questo tipo di video era appannaggio dell’Arma dei Carabinieri, ma ora anche la Polizia di Stato ha fatto il suo ingresso in grande stile nello show business. Nessun commentatore trova niente di strano nel fatto che delle istituzioni dello Stato come le “forze dell’ordine”, invece di limitarsi a svolgere indagini, usino un presunto materiale probatorio (peraltro ancora non accertato sul piano giudiziale) per eccitare e aizzare l’opinione... Leggi tutto

Nuovo governo? Di male in peggio!

Nuovo governo? Di male in peggio!
La nascita del governo Gentiloni è, a tutti gli effetti, la dimostrazione che non può essere il referendum lo strumento per opporsi alle politiche di spoliazione e depauperamento dei ceti popolari. Il governo Gentiloni porterà avanti le stesse politiche del governo Renzi, politiche fatte di attacco alle condizioni di vita dei lavoratori. La nomina di Gentiloni fa giustizia dell’illusione che potrà essere il meccanismo della rappresentanza e della delega a fermare le attuali politiche sociali, politiche che si inseriscono nel solco di trenta anni di decisioni sulla strada dell’attacco spietato nei confronti delle precedenti conquiste sociali. L’idea di poter invertire... Leggi tutto

Cronache da Firenze

Cronache da Firenze
Settimana di manifestazioni a Firenze quella appena passata (oggi lunedì 20 giugno). Martedì 14 giugno circa 200 compagni di varie realtà politiche, sindacali e sociali hanno sfilato per le vie del centro in sostegno alle grandiose lotte dei lavoratori e dei giovani francesi contro il Jobs Act in salsa francofona. Eravamo presenti come compagni anarchici e libertari, con bandiere rosso-nere e USI e con un volantino dal titolo “Oggi in Francia, domani in Italia” . Molto vivace è stato il corteo del Gay Pride alternativo del sabato 18. In dissenso con le modalità del Gay Pride ufficiale fiorentino, almeno 300... Leggi tutto

Comunicato sulla manifestazione del 14 Giugno: Lega o Pd ma quale ballottaggio Blocco sciopero sabotaggio!

Comunicato sulla manifestazione del 14 Giugno: Lega o Pd ma quale ballottaggio Blocco sciopero sabotaggio!
Nella serata di martedì 14 giugno siamo scesi in strada attraversando il centro di Bologna dietro lo striscione “No Loi Travail/No Jobs Act/Fare come in Francia!”. Con volantini, cartelli, interventi al microfono circa 150 compagne e compagni hanno mostrato la loro vicinanza e solidarietà al movimento francese e hanno indicato come sia necessario continuare e allargare una lotta senza mediazioni contro il Jobs Act. Nello stesso giorno a Parigi diverse centinaia di migliaia di lavoratori e lavoratrici, student*, precar* sono scesi in strada sfidando ancora una volta il governo e la repressione poliziesca legittimata in maniera vergognosa dallo Stato d’emergenza... Leggi tutto

Il barbatrucco renziano

Il barbatrucco renziano
“L’esonero contributivo triennale, introdotto dalla legge di stabilità 2015, risulta avere avuto un effetto determinante sull’incremento dei rapporti di lavoro a tempo indeterminato (…) Le assunzioni (attivate da datori di lavoro privati) a gennaio 2016 sono risultate 407.000, con un calo di 120.000 unità (–23%) sul gennaio 2015 e 94.000 unità (-18%) sul gennaio 2014 (…) Il rallentamento ha coinvolto soprattutto i contratti a tempo indeterminato (–70.000, pari a 39%, sul gennaio 2015 e -50.000, pari a -32%, sul gennaio 2014” (Inps-Osservatorio sul precariato, report mensile Gennaio 2016). A conferma del fatto che quello di Gennaio non è stato un... Leggi tutto

Jobs Act peggio della NSA‭!

Jobs Act peggio della NSA‭!
Tra le meraviglie del cosiddetto‭ “‬Jobs Act‭” ‬c’è posto anche per uno degli argomenti preferiti da questa rubrica,‭ ‬vale a dire la violazione di quel poco che ancora ci resta di riservato nelle nostre vite.‭ ‬Come è noto,‭ ‬tanto che se ne sono accorti persino i sindacati di stato,‭ ‬il Governo si è impegnato a mettere mano ad una‭ “‬revisione della disciplina dei controlli a distanza sugli impianti e sugli strumenti di lavoro,‭ ‬tenendo conto dell’evoluzione tecnologica e contemperando le esigenze produttive ed organizzative dell’impresa con la tutela della dignità e della riservatezza del lavoratore‭” ‬.‭ ‬In parole più chiare... Leggi tutto

Il Governo da i numeri

Il Governo da i numeri
‭ “‬Abbiamo assistito a un caos poco edificante di cui anche i giornalisti hanno un’ampia responsabilità.‭ ‬Quelli forniti dal ministero e dall’Inps sono dati di fonte amministrativa,‭ ‬non‭ “‬statistiche‭”‬.‭ ‬Valutare il saldo tra attivazioni e cessazioni dei contratti come se fosse un aumento di teste,‭ ‬cioè di occupati,‭ ‬è una approssimazione non accettabile.‭ Il governo fa il suo mestiere,‭ ‬ma a me preoccupa molto quando si sbandierano dati positivi dello‭ ‬0,1%,‭ ‬anche perché poi‭ – ‬come si è visto‭ – ‬portano a fare dietrofront il mese dopo.‭” ‬(Giorgio Alleva presidente Istat-Il Fatto quotidiano‭ ‬6.8.2015‭) Era stato buon profeta il presidente... Leggi tutto

Il Voucher:‭ ‬Mini Job in salsa italiana‭ ?

Il Voucher:‭ ‬Mini Job in salsa italiana‭ ?
Tra le tante‭ “‬novità‭” ‬inserite nelle pieghe della Legge delega sul lavoro,‭ ‬una in particolare non sembra sia stata finora sufficientemente evidenziata e stigmatizzata per la sua intrinseca pericolosità. Si tratta delle modifiche apportate al‭ “‬lavoro accessorio‭” ‬ed al relativo Voucher,‭ ‬inserite negli articoli dal‭ ‬51‭ ‬al‭ ‬54‭ ‬dello schema di decreto legge di riordino delle tipologie contrattuali in attuazione della legge‭ ‬10/12/2014‭ ‬n.‭ ‬183,‭ ‬ad oggi però non ancora approvato.‭ Leggerezza‭ ? ‬Sottovalutazione‭ ? Sia quel che sia,‭ ‬è con tali modifiche che nel prossimo futuro il Voucher potrebbe essere destinato a giocare un ruolo fondamentale nella ulteriore fase... Leggi tutto

Jobs Act: dopo l'euforia la doccia fredda ?

Jobs Act: dopo l'euforia la doccia fredda ?
            Nei primi mesi dell’anno il governo non si è lasciato sfuggire l’occasione per lanciarsi in una serie di annunci trionfali che vantavano il miracolo compiuto dalla riforma del lavoro nel creare nuova occupazione. Peccato che si trattasse di solenni panzane, dovute ad una lettura “ad usum delphini” dei dati sull’occupazione forniti dall’Istat (ad esempio dimenticandosi di sottrarre le cessazioni). Un’operazione tanto smaccata e truffaldina che, uno dopo l’altro, ogni singolo annuncio è stato poi clamorosamente smentito nel giro di 48 ore da parte della stampa, dalla quale non sono mancate pesanti bordate e ironici... Leggi tutto

Il Grillo e il reddito di cittadinanza

Il Grillo e il reddito di cittadinanza
Nel disegno di legge presentato dal Mov. 5 Stelle, si legge che il “reddito di cittadinanza finalizzato a contrastare la povertà, la disuguaglianza e l’esclusione sociale nonché a favorire la promozione delle condizioni che rendono effettivo il diritto al lavoro e alla formazione attraverso politiche finalizzate al sostegno economico e all’inserimento sociale di tutti i soggetti in pericolo di emarginazione nella società e nel mondo del lavoro. Il Reddito di cittadinanza è istituito su tutto il territorio nazionale allo scopo di promuovere le condizioni che rendano effettivo il diritto al lavoro e alla sua libera scelta, all’istruzione, all’informazione, alla cultura... Leggi tutto

Intanto piovono pietre

Intanto piovono pietre
Il recente varo del Quantitative Easing da parte della BCE ed il varo dei decreti attuativi sul Jobs-Act hanno dato occasione ai nostri fatui esponenti governativi di ostentare sicurezze del tutto fuori luogo. Renzi ha sostenuto che l’allentamento monetario è frutto anche del semestre italiano e della svolta verso la crescita che l’Italia ha chiesto e (sic) imposto. Poletti ha previsto che le nuove norme sul mercato del lavoro porteranno nel 2015 all’assunzione di ben 150.000 persone. Grazie ai 1.140 miliardi di euro che Draghi regalerà alle banche con il massiccio acquisto di titoli in portafoglio, lo spread è sceso... Leggi tutto