Search

I Miti ricorrenti della sinistra riformista

I Miti ricorrenti della sinistra riformista
L’ otto novembre Tlon, una piccola casa editrice del milieu della sinistra riformista con un certo seguito sui social media, pubblicava un post in cui si lanciava all’attacco di coloro che, analizzando criticamente le elezioni statunitensi, non considerano la vittoria della staffetta democratica come un passo verso le magnifiche sorti dell’emancipazione sociale. In questo post, allegato ad un’immagine del Puffo Quattrocchi, i responsabili della casa editrice se la prendevano con quello che secondo loro è l’orrido “disfattismo di sinistra” che “(…) ti porta – ogni volta che accade qualcosa di buono – a vedere il marcio, l’imperfetto e a dimenticare... Leggi tutto

Lotte, analisi e cronaca della situazione attuale

Lotte, analisi e cronaca della situazione attuale
Premessa: le interviste ai compagni lombardi, toscani ed emiliani sono state fatte Domenica 15 novembre 2020: preambolo necessario vista la situazione in continua evoluzione (NdR). Umanità Nova – d’ora in po UN: Parlateci prima un po’ di come è nata l’Unione Sindacale Italiana del settore Sanità. Gianni dell’USI Sanità – d’ora in poi GU: L’USI Sanità è nata nel 1991, quando in vari ospedali lombardi si erano creati vari Collettivi e Comitati che vi operavano all’interno e questi, per poter continuare ad operare date le nuove normative, hanno deciso di aderire all’USI. Poi, con l’adesione di altri gruppi operanti in... Leggi tutto

Dove sta andando il sindacalismo conflittuale?

Dove sta andando il sindacalismo conflittuale?
La sottoscrizione da parte di alcune organizzazioni del sindacalismo di base dell’accordo siglato il 10/01/2014 tra Cgil, Cisl, Uil e Confindustria sulla Rappresentanza Sindacale (Testo Unico di Rappresentanza), in cui si chiede la rinuncia allo sciopero contro gli accordi e i contratti di lavoro una volta approvati dai confederali, in cambio di garantire la Rappresentanza, ha creato uno sparti-acque ben preciso. In quella occasione si è creato un Patto d’Intesa unitario tra organizzazioni sindacali non firmatarie, in particolare tra CUB, SI Cobas, Sgb (una scissione da USB), USI e Slai Cobas. Un Patto che ha comportato l’elaborazione di una piattaforma... Leggi tutto

Società e sanità tra polemiche e lockdown

Società e sanità tra polemiche e lockdown
Le ultime settimane sono state segnate da un certo fermento. Piazze che si sono accese più o meno spontaneamente, con i consueti ed infelici tentativi infruttuosi di replica dopo alcuni giorni, tentativi farina del sacco di un ceto politico sostanzialmente incapace di incarnare un dissenso che sia genuinamente popolare. Lo abbiamo più e più volte visto, vi stiamo assistendo e probabilmente lo rivedremo ancora questo triste spettacolo. Le cause possono essere molteplici, ma sta di fatto che la difficoltà interpretativa non è solo colpa del mero scollamento tra “pratiche antagoniste” e la realtà praticata ed esperita dal corpo sociale. È... Leggi tutto

CAMPAGNA ABBONAMENTI 2020/2021

CAMPAGNA ABBONAMENTI 2020/2021
Per sfuggire alla depressione di quest’anno infausto l’unico rimedio è rinnovare, regalare o regalarsi l’abbonamento ad Umanità Nova, magari aggiungendo uno dei nostri meravigliosi gadget. Oltre a quelli già presenti vi segnaliamo due/tre splendide novità: il libro edito dal nostro Archivio Storico della Federazione Anarchica Italiana con sede a Imola “Umanità Nova 100 Anni. Un secolo di battaglie anarchiche” a cura del compagno Franco Schirone e il doppio CD “Quannu vene l’anarchia” dei Suonatori Libertari Calabresi a cura dell’Associazione La Società Altra – Laboratorio Comunalista di Ricerche e Iniziative Sociali di Spezzano Albanese, infine alla borsa del centenario in cotone... Leggi tutto

Dall’ autunno caldo ai 35 giorni alla fiat

Dall’ autunno caldo ai 35 giorni alla fiat
Nell’impostare questa riflessione sull’autunno caldo abbiamo cercato di evitare ogni tentazione nostalgica o semplicemente evocativa. Su quegli avvenimenti si è fatta, negli anni, anche troppa ideologia. Abbiamo cercato di partire dalle condizioni materiali, dalla condizione operaia che ha dato origine a quel ciclo di lotte, e di interpretare quel movimento, per così dire, visto allo “stato nascente”. Questa impostazione ci ha permesso di trovare delle analogie o delle differenze, anche forti, con la situazione odierna della lotta di classe che verranno messe in evidenza nel corso dell’articolo. Nella riflessione sono stati individuati alcuni aspetti che consentono il confronto: Il soggetto... Leggi tutto